Aiutaci. Grazie.

Inizio > Indice Recensioni > Recensione: Il pasto nudo di William Seward Burroughs

"Il pasto nudo" di William Seward Burroughs
Titolo:Il pasto nudo
Titolo originale:Naked Lunch
Autore:William Seward Burroughs
Editore:la Repubblica
Tipologia del supporto:Cartaceo
Anno di pubblicazione:1959
Pagine:218
Lingua:Italiano
Lingua originale dell'opera:Inglese
Genere:Autobiografia
Keywords:pasto,nudo,Naked,Lunch,Burroughs,autobiografia,droga
Licenza:Copyright (Diritti riservati)
DRM:
Recensione di:Denise Mereu
Prima pagina vocale: Ascolta la prima pagina vocale
Recensione vocale: Il_pasto_nudo_rece_Denise.opus, 138088 bytes
:

3711 visualizzazioni

L'autore
William Seward Burroughs è nato negli Stati Uniti d'America, a St. Louis, nel 1914. È morto a Lawrence, nel 1997.

In origine, il suo nome era William Seward Burroughs II. Durante la sua carriera, William Seward Burroughs ha usato anche questi soprannomi: William S. Burroughs.

Ecco i principali ambiti in cui William Seward Burroughs si è impegnato: beat generation.

Una testimonianza scritta di chi ha percorso l'incubo del tunnel della droga.

"Io sono un fantasma e voglio quello che vogliono tutti i fantasmi, un corpo, dopo che il lungo tempo si è mosso in vincoli inodori di spazio dove non c'è vita solo un non odore incolore della morte..."

Una testimonianza scritta di chi ha percorso l'incubo del tunnel della droga, un caso di tossicodipendenza portato all'estremo, in cui la dose giornaliera è sempre più misera e non basta mai, i soldi sono sempre più pochi come le motivazioni per continuare una vita così squallida. Visioni apocalittiche descritte sotto l'effetto della droga, stralci di vita raccolti in pezzi di carta lasciati alla memoria, quando al ritorno da quei paradisi artificiali, e all'inizio della sofferenza più atroce della crisi d'astinenza, quella memoria non ci sarà più, ma ci saranno soltanto gli appunti presi nel delirio. La dose diventa bisogno mentale, per evadere dallo squallore della vita grigia, un bisogno fisico, per tenere a bada i dolori. La città nasconde i tossici, e la droga è di qualsiasi tipo, basta che sia considerata illegale, questo è già un buon motivo per assumerla, qualsiasi sostanza sia. Anche la città si muove, giustificando qualsiasi tipo di violenza. Non si parla solo di eroina o cocaina, ma di sostanze apparentemente innocue, come la noce moscata, usata anche dagli indios del Sudamerica come narcotico. Certe descrizioni visionarie di questa città, Annexia, sono davvero forti, a tratti squallide, ci vuole uno stomaco forte per riuscire a immaginare un'apocalisse simile, a tratti persino Burroughs si scusa col lettore per la crudezza delle sue descrizioni, ma dichiara che non ne può fare a meno, tutto questo è la testimonianza della sua memoria di tossicodipendente. Probabilmente dopo aver ritrovato una certa lucidità mentale, e una marea di appunti scritti chissà quando, nel tentativo di dare un filo logico al suo romanzo apre delle parentesi per spiegare che molte cose che nomina non sono frutto di delirio, ma esistono davvero, come il nome di certi insetti o l'effetto di certe droghe, un modo per rendere più reali le sue visioni. È una lettura difficile, una trama complessa data da un misto di situazioni senza senso.

PAGELLA
Scorrevolezza:4
Valore artistico:5
Contenuti:5
Globale:5

Consigliato a:

Consigliato a chi ha uno stomaco forte.

I libri catalogati di William Seward Burroughs:
E' arrivato Ah Pook
Il biglietto che è esploso
Il gatto in noi
Il pasto nudo (Naked Lunch) (1959)
Il pasto nudo
Il Signore Della Guerra Di Marte
La febbre del ragno rosso
La morbida macchina
La rivoluzione elettronica
La scimmia sulla schiena
La scrittura creativa
Le città della notte rossa
Nova express
Porto dei santi
Ragazzi selvaggi
Terre Occidentali
Vicolo del Tornado
WSB Interview 1961
Citazioni di William Seward Burroughs:
Io sono un fantasma e voglio quello che...
...Dopo il lungo itinerario attraverso i...
Colui che voglia evocare l’imprevedibile...
Ho fumato droghe, le ho annusate, le ho...
E così eccoci di ritorno al giardino zoo...
– Se senti il verso di Chebahaka, l’Uomo...
Tra i credenti e i non credenti c’è solt...
Nessun culto può sopravvivere senza nemi...
Dolce lettore, nel flash dell'orgasmo ve...
Il tossicomane da barbiturici offre uno...
La roba non è uno sfizio. È un modo di v...
Lo psicotico è uno che ha scoperto come...
Nulla è vero, tutto è permesso....
Qualcuno che sembra sempre la stessa per...
Noi sappiamo che una passione divorante...
Siamo in una zona di correnti sessuali e...
Mi vedo filare attraverso il cielo come...
Stanza vuota proprio così. Adesso so che...
La difficile primavera del 1988. Con il...
Corso: Cosa ne pensi dei conflitt...
Allen Ginsber...
Ginsberg: Che opinione hanno Cuba...
Corso: E riguardo agli arabi... c...

Scrivi un commento







Libro | Scrittore | Citazione

Aiutaci!
Donazioni BitCoin:
132vG2BSxxG5FLGWpVRe8t9FsW2iiCSNqg
Aiuta ALK Libri donando Bitcoin

Sì | No