Inizio > Indice Recensioni > Recensione: Il profeta - Il giardino del profeta di Khalil Gibran

"Il profeta - Il giardino del profeta" di Khalil Gibran
Titolo:Il profeta - Il giardino del profeta
Titolo originale:The Prophet - The Garden of The Prophet
Autore:Khalil Gibran
Editore:Orsa Maggiore
Tipologia del supporto:Cartaceo
Anno di pubblicazione:1923,1933
Pagine:230
Lingua:Italiano
Lingua originale dell'opera:Inglese
Genere:2 Poemi
Prezzo :12000
Licenza:Copyright (Diritti riservati)
DRM:
Recensione di:Christian Michelini
:

2650 visualizzazioni

L'autore
Khalil Gibran nacque in Libano, a Bsharri, nel 1883. Morì a New York, nel 1931.

In origine, il suo nome era جبران خليل جبران. Khalil Gibran è conosciuto anche con questi soprannomi: Jubrān Khalīl Jubrān.

Certe volte le cose più scontate sono quelle più vere e sublimi. Khalil Gibran ci spiega perché.

Queste due opere, ma soprattutto la prima, "Il profeta", sono fra le più rappresentative nella produzione letteraria di Khalil Gibran. Questo controverso autore libanese si circondò in vita di un alone di mistero e misticismo, un'aura di ignoto da cui traspariva poco della sua vera esperienza umana. E questo libro riprende ed enfatizza quell'alone mistico e mistificatorio che permea tutti i lavori di questo scrittore e artista. Qui, troverete una narrazione evocativa dall'aspetto biblico e dall'incedere quasi religioso, ai limiti tra il panteismo pagano, la parabola edificante, e la raccolta di massime e aforismi sul buon vivere.
Quasi una filosofia ci viene presentata dall'autore, condivisibile o ripudiata, scontata o saggia, ma sempre affascinante, misticheggiante ed illusoria, in un gioco di allusioni e riferimenti incrociati, in un corpus omogeneo di coerenza espositiva.
Un libro che potrebbe non piacere affatto per la sua aria saccente, e a tratti stucchevole, ma che sicuramente nasce da esigenze profonde, e si distacca nettamente dalle filosofie dozzinali proposte con arroganza.

PAGELLA
Scorrevolezza:8
Valore artistico:8
Contenuti:8
Globale:8

Consigliato a:

Consiglio questo libro a chi vuol fare mente locale nelle proprie letture: una pausa di riflessione che potrebbe rigenerare i vostri intenti letterari. Certo, potrebbe anche infastidirvi l'aria artificiosa di queste massime, ma, anche in questo caso, se lette con il giusto distacco, possono affascinare per il loro aspetto languido e fuggevole, quasi fossero appelli al cuore dell'umanità.
Se l'opera vi è piaciuta, potreste leggerne anche altre di Khalil Gibran, come le "Massime spirituali" edite dalla Newton nei tascabili a 1000 Lire, oppure il volume "Il folle - Gli dei della terra", che riunisce altre due note opere dell'autore.
Se vi piace il senso filosofeggiante di queste due opere, potreste leggere, anche se su un piano di solidità strutturale completamente diverso, "Così parlò Zarathustra" di Friedrich Nietzsche.

Incipit del libro Il profeta - Il giardino del profeta di Khalil Gibran:

Almustafa, l'eletto e l'amato, come un'alba verso il suo giorno,
dodici anni aveva atteso nella città di Orfalese che ritornasse la sua
nave e lo riportasse nella sua isola nativa.

[Almustafa, the chosen and the beloved, who was a dawn unto his
own day, had waited twelve years in the city of Orphalese for his ship
that was to return and bear him back to the isle of his birth.]


[...]
I libri catalogati di Khalil Gibran:
Il folle
Il folle - Gli dei della terra (The Madman - The Earth Gods) (1918,1931)
Il Profeta
Il profeta - Il giardino del profeta (The Prophet - The Garden of The Prophet) (1923,1933)
Il profeta - Il giardino del profeta (The Prophet - The Garden of The Prophet) (1923,1933)
La Voce del Maestro
Le Tempeste
Massime spirituali
Sabbia e spuma
Citazioni di Khalil Gibran:
Quando sei al lavoro sei come un flauto...
L'amore non dà altro che se stesso e non...
Se l'amore vi chiama seguitelo, anche se...
L'amore che non si rinnova ogni giorno d...
Certe anime sono come spugne. Non si rie...
Credere è una bella cosa, ma mettere in...
Farò della mia anima uno scrigno per la...
Ieri eravamo sottoposti ai re e chinavam...
Interrogo la tristezza e scopro che non...
La distanza che vi è tra voi e il vicino...

Scrivi un commento







Libro | Scrittore | Citazione

Aiutaci!