Aiutaci. Grazie.

Inizio > Indice Recensioni > Recensione: Diavoli di Nuraiò di Flavio Soriga

"Diavoli di Nuraiò" di Flavio Soriga
Titolo:Diavoli di Nuraiò
Titolo originale:Diavoli di Nuraiò
Autore:Flavio Soriga
Editore:Il Maestrale
Tipologia del supporto:Cartaceo
Anno di pubblicazione:2000
Pagine:158
Lingua:Italiano
Lingua originale dell'opera:Italiano
Genere:Racconti
Keywords:Diavoli,Nuraiò,Soriga,sardo,sardegna
Licenza:Copyright (Diritti riservati)
DRM:
Recensione di:Denise Mereu
:

1186 visualizzazioni

L'autore
Flavio Soriga è nato in Italia, ad Uta, nel 1975.

Trovate maggiori informazioni sul sito ufficiale di Flavio Soriga, a questa pagina:
http://www.flaviosoriga.it/.

Questo libro è ambientato in Sardegna, regione che solitamente evoca immagini di belle spiagge assolate e mari limpidissimi, luoghi ideali in cui trascorrere le vacanze.

"Credo nell'umiltà della mia vita e della mia prossima morte, ignoro i vostri pensieri difficili e i vostri gusti complicati, sicura che la vita e il mondo e gli uomini sono sempre gli stessi dappertutto in tutti i tempi..."

"La memoria si affaccia dove vuole e riemerge all'improvviso con immagini sbiadite che fanno male, o sorrisi dimenticati di qualcuno che era così importante un secolo fa, e ora chissà dove brucia le sue ore, chissà con chi..."



Questo libro è ambientato in Sardegna, regione che solitamente evoca immagini di belle spiagge assolate e mari limpidissimi, luoghi ideali in cui trascorrere le vacanze. Ma chi conosce e ama veramente la Sardegna sa che ci sono dei luoghi più affascinanti della Costa Smeralda, in cui si trova la natura incontaminata, ma anche paesi così piccoli e nascosti di cui molti ignorano l'esistenza. Il libro è composto da una serie di racconti, le vite di questi "diavoli" che messe insieme danno forma ad un quadro piuttosto triste e drammatico della realtà isolana giovanile. Nuraiò è un paese come tanti, al di fuori di ogni percorso turistico, i giovani che ci vivono sono alla continua ricerca di pace interiore, disposti a seguire strade che molto spesso non portano a nulla. C'è chi va via in cerca di fortuna, nella speranza di imparare un mestiere, gira il mondo senza fermarsi più di una settimana nello stesso posto, sognando un'impossibile conquista della libertà e persino di se stesso. Quando si trova il coraggio di andare via, perché non esistono alternative, un'eventuale ritorno si vive come una beffa, una sconfitta, che a volte porta anche alla morte. Questo desiderio di abbandono, questo bisogno di lontananza forse non sarebbe così forte se quest'isola fosse meno emarginata economicamente e culturalmente, ed è proprio questo aspetto a farla sembrare spesso una sorta di "prigione", e a spingere i giovani ad andare via. Fra le varie storie troviamo i ricordi di un nonno che da giovane andava con gli amici per le vie di Cagliari, indossando la camicia nera, divertendosi a fare lo spaccone, per sentirsi importante, mentre ora non sopporta di vedere i suoi nipoti che indossano camicie di quel colore "per moda". Vincenzo, l'eterno bullo della compagnia, finisce i suoi giorni in prigione sognando lo sguardo di una ragazza che lo faccia sentire ancora vivo. Storie di giovani, ma anche di anziani che soffrono e condividono la realtà dei nostri giorni, vite spesso poste ai margini della società, senza meta o comunque con soli traguardi negativi, come quello della droga, della prigione, della morte. L'autore di questo libro, Flavio Soriga, non usa una cadenza dialettale, ma adopera termini sardi solo quando il contesto lo richiede, quando cioè certe espressioni scritte in italiano non risulterebbero abbastanza incisive, a seconda del personaggio usa un gergo così caratteristico che dà il giusto ritmo alla storia. Flavio Soriga è un autore giovane, con uno stile diretto, una scrittura amara, necessaria per dare un'idea il più possibile realistica di questi "diavoli" e delle loro dolorose vite. Con "Diavoli di Nuraiò", il suo primo romanzo, Flavio Soriga ha vinto il premio Italo Calvino.

PAGELLA
Scorrevolezza:6
Valore artistico:6
Contenuti:6.5
Globale:5

Consigliato a:

Consigliato a chi apprezza la bravura di autori poco noti ma decisamente bravi.

I libri catalogati di Flavio Soriga:
Diavoli di Nuraiò (2000)
Diavoli Di Nuraiò
Il cuore dei briganti
Neropioggia (2002)
Sardinia blues
Citazioni di Flavio Soriga:
Credo nell’umiltà della mia vita e dell...
La memoria si affaccia dove vuole e ri...
Piove e tuona e fulmina e a Nuraiò si...
Dappertutto infiammano i popoli e chiedo...
La Storia sono le servitrici pettegole d...
La gioventù è l'unica cosa che non si pu...
Carattere degli abitanti: docile, tasso...
I milanesi credono che quest'isola sia u...
Il Paradiso delle Vacanze, c'è scritto n...
Tre laureati senza macchia e senza paura...

Scrivi un commento







Libro | Scrittore | Citazione

Aiutaci!
Donazioni BitCoin:
132vG2BSxxG5FLGWpVRe8t9FsW2iiCSNqg
Aiuta ALK Libri donando Bitcoin

Sì | No