Inizio > Indice Recensioni > Recensione: Sincronia erotica sulle ali degli angeli di Fausto La Rosa

"Sincronia erotica sulle ali degli angeli" di Fausto La Rosa
Titolo:Sincronia erotica sulle ali degli angeli
Titolo originale:Sincronia erotica sulle ali degli angeli
Autore:Fausto La Rosa
Editore:Le streghe
Tipologia del supporto:Cartaceo
Anno di pubblicazione:2001
Pagine:190
Lingua:Italiano
Lingua originale dell'opera:Italiano
Genere:Romanzo
Licenza:Copyright (Diritti riservati)
DRM:
Recensione di:Denise Mereu
:

870 visualizzazioni

L'autore
Fausto La Rosa è nato in Italia.

Questo è decisamente un libro diverso dal solito, che ha richiesto tutta la mia concentrazione per districarmi nella complessa trama del racconto e arrivare a una meta che sembrava irraggiungibile.

Questo è decisamente un libro diverso dal solito, che ha richiesto tutta la mia concentrazione per districarmi nella complessa trama del racconto e arrivare a una meta che sembrava irraggiungibile. Orvenight e i suoi misteri, una città inquietante che tiene legati i suoi abitanti con strani sortilegi, un clima tormentato che da subito coinvolge il lettore. Non distante da questa città si trova un bosco, che come nella più spaventosa delle fiabe ci riporta alle nostre paure infantili, è proprio da qui provengono questi sortilegi, da qui arrivano le strane grida che certe notti non fanno dormire gli abitanti di Overnight. Abitanti che apparentemente non hanno un'identità ben distinta, una massa anonima vittima di questa dannazione che l'autore chiama "occhi liquidi". Ad Overnight seguiamo la storia di Edgar e Zoe, che vivono le loro esistenze lontani da questa maledizione, saranno loro a rendersi conto che in questa città c'è davvero qualcosa di strano. Ogni risveglio è intriso di malinconia, dalla quale si cerca di sfuggire attraverso il sonno e i sogni, o incubi, che qualche volta diventano realtà, confondendo le sensazioni, creando strani schemi, che portano a dubitare persino di se stessi e delle persone circostanti. Insieme ai loro amici Mick e Mary trascorrono una vita in continua ricerca di se stessi, e di un modo per "risvegliarsi" da questo luogo che li tiene legati in una sorta di ragnatela. Una delle cose più inquietanti è scoprire che la propria solitudine è una dimensione impossibile da ricreare, i pensieri personali si materializzano nella vita degli altri, come un'unica mente, per sopravvivere bisogna sfuggire, forse anche da se stessi. Così vediamo situazioni e personaggi, che in apparenza non hanno alcun legame, creare un intreccio sorprendente: ognuno di loro compie un viaggio interiore, senza nulla di definito e nessuna meta, l'unica certezza è quella tensione palpabile che prima o poi farà accadere qualcosa che darà un senso al tutto, mentre le loro vite trascorrono come in una strada disseminata di incroci con altre vite, in cui bisogna fare continuamente la scelta giusta, prendere la decisione che cambierà la loro sorte. Sorti spesso tragiche, come quella di Devienne, cannibale per amore, finita divorata dai vermi dentro al bosco, Demon, rinchiuso in una stanza - bara a parlare con la sua coscienza, come nel peggiore degli incubi, Meredith che studia i pensieri delle persone in punto di morte. Una storia, o forse una visione, ricca di metafore e simbolismi che si offrono a mille interpretazioni; la realtà non è mai definita e le certezze durano pochi secondi, sfociando in nuove contraddizioni da risolvere, in una ricerca senza fine, un viaggio interiore al quale probabilmente non si vuole dare una meta, e allo stesso tempo verificare fin dove ci si può spingere. Poesia e filosofia, paura dell'ignoto e di se stessi: certamente un libro che fa riflettere, scritto con grande passione e spregiudicatezza, un alternarsi di tinte forti, la descrizione del male e delle morti più crudeli, fino al bellissimo rapporto che lega Edgard e Zoe, follia e dolcezza, passione e delirio, in una storia che tutti vorremmo vivere. Fausto la Rosa utilizza una narrazione particolare, con dialoghi diretti, molto sofisticata e per questo a tratti un po' difficile da seguire, ma da subito ci si immerge nella storia e nelle vicende dei protagonisti e non si vede l'ora di arrivare alla fine, vista la trama coinvolgente. Fausto la Rosa ha davvero grande talento, ha già scritto numerosi romanzi, "Sincronia erotica sulle ali degli angeli" è la sua prima pubblicazione, e ora attendiamo la sua prossima opera. Sappiamo quanto è difficile emergere nel nostro attuale mercato letterario, ma non scordatevi questo nome, sentirete presto parlare di lui.

PAGELLA
Scorrevolezza:5
Valore artistico:6
Contenuti:6
Globale:6

Consigliato a:

Consiglio questo libro a chi è curioso di scoprire il mondo degli autori meno conosciuti ma dal grande talento nascosto.

I libri catalogati di Fausto La Rosa:
Sincronia erotica sulle ali degli angeli (2001)

Scrivi un commento







Libro | Scrittore | Citazione

Aiutaci!