Aiutaci. Grazie.

Inizio > Indice Recensioni > Scheda: Sonetti lussuriosi di Pietro Aretino

"Sonetti lussuriosi" di Pietro Aretino
Titolo:Sonetti lussuriosi
Titolo originale:Sonetti lussuriosi
Autore:Pietro Aretino
Editore:Bibliomania.it
Tipologia del supporto:Digitale
Anno di pubblicazione:1526
Pagine:8
Lingua:Italiano
Lingua originale dell'opera:Italiano
Genere:Sonetti
Argomento:Sessualità
Licenza:Pubblico dominio
DRM:
eBook:Leggi l'eBook
Formati disponibili:
:

1760 visualizzazioni

Aggiungi ebook alla tua biblioteca
L'autore
Pietro Aretino nacque in Italia, ad Arezzo, nel 1492. È morto a Venezia, nel 1556.

"Sonetti lussuriosi" è un sonetti (tipo: Sessualità) scritto da Pietro Aretino, pubblicato inizialmente nel 1526 in lingua italiano.

Questa edizione in italiano è pubblicata da Bibliomania.it (8 pagine).

Incipit del libro Sonetti lussuriosi di Pietro Aretino:

Fottiamci, anima mia, fottiamci prestoperché tutti per fotter nati siamo;e se tu il cazzo adori, io la potta amo,e saria il mondo un cazzo senza questo.E se post mortem fotter fosse onesto,direi: Tanto fottiam, che ci moiamo;e di là fotterem Eva e Adamo,che trovarno il morir sì disonesto.- Veramente egli è ver, che se i furfantinon mangiavan quel frutto traditore,io so che si sfoiavano gli amanti.Ma lasciam'ir le ciance, e sino al coreficcami il cazzo, e fà che mi si schiantil'anima, ch'in sul cazzo or nasce or muore;e se possibil fore,non mi tener della potta anche i coglioni,d'ogni piacer fortuni testimoni.


[...]
Explicit: Sonetti lussuriosi di Pietro Aretino:

Questi nostri sonetti fatti a cazzi,soggetti sol di cazzi, culi e potte,e che son fatti a culi, a cazzi, a potte,s'assomigliano a voi, visi di cazzi.Almen l'armi portaste al mondo, o cazzi,e v'ascondete in culi e nelle potte,poeti fatti a cazzi, a culi, a potte,prodotti da gran potte e da gran cazzi.E s'il furor vi manca ancora, o cazzi,sarete e tornerete becca-potte,come il più delle volte sono i cazzi.Qui finisco il soggetto delle potte.Per entrar nel numero de' cazzi,e lascerò voi, cazzi, in culi e in potte.Chi ha le voglie corrottelegga cotesta gran coglioneriache il mal'anno e il mal tempo Dio gli dia!


[...]
I libri catalogati di Pietro Aretino:
Angelica
Astolfeida
Astolfeida
D'Angelica
Di Orlandino
Dialogo Della Nanna E Della Pippa
Dialogo nel quale la Nanna insegna alla Pippa
Dubbi amorosi
Dubbi Amorosi
I ragionamenti "amorosi"
Il Genesi
La Cortigiana
La Talanta
Le carte parlanti
Orlandino
Ragionamento della Nanna e della Antonia
Ragionamento e Dialogo
Sonetti lussuriosi (1526)
Sonetti Lussuriosi
Citazioni di Pietro Aretino:
Qui giace il Giovio, storione altissimo;...
Fottiamoci, anima mia, fottiamoci presto...
Chi non sa che la filosofia è simile a u...
Dalla culla e non dalla scuola deriva l'...
[NDR|Ultime parole] Guarda...
I vecchi sono eunuchi del tempo. (da ...
Il mondo ha molti re e un sol Michelagno...
Il soverchio degli studi procrea errore,...
L'arte è una nativa considerazione de l'...
La lode che s'acquista in non lasciarsi...
La verità figliuola è del gran Tempo. (c...
Non ci sono le più false pazzie, che que...
Qui giace il Giovio, storicone altiss...
Puossi giocar senza peccato, ma puttaneg...
Il pane e noi concorriamo insieme circa...
Non ragionamo a la carlona e il nostro u...
Il cuore di colui che disputa di materie...
È pure uno strano spettacolo di toleranz...
Due cose mantengono vive le creature: il...
Il nascerci accomodato porta con seco la...
Essi [NDR|i furiosi] frequ...
Guardisi a tutte le cose e, se in ognuna...
Il bello animo è il tesoro di chi l'ha t...
Il tornare e il ritornare a i casi nostr...
Or non pure il giuoco e la milizia, ma l...
Il danaio che si spende è sterile, e que...
Mettimi un dito in cul, caro vecchion...
E chi vuol essre gran maestro è pazzo...
Ohimè, mio cazzo, ajutami, ch'io moro...
Posami questa gamba in su la spalla,...
Tu m'hai il cazzo in la potta, e il c...
Io 'l voglio in cul. – Tu mi perdoner...
E non si trova pecchiaghiotta de...
Marte, maledettissimo poltrone!C...
Dammi la lingua, appunta i piedi al...
Adunque voi compirete?– Adesso,...
Così all'inferno, a cazzo ritto è and...
E se del fotter mio piacer non hai,...
Pippa: Certo che per far la putta...
Nanna: Il chiacchierare in quel t...
Gli occhi miei, da che gli fu prima inol...
Il flagello dei principi, il divino Piet...
L'uom tre volte chiarissimo e divino...
Qui giace l'Aretin, poeta tosco:...
Tu ne dirai e farai tante e tante,...

Scrivi un commento







Libro | Scrittore | Citazione

Aiutaci!
Donazioni BitCoin:
132vG2BSxxG5FLGWpVRe8t9FsW2iiCSNqg
Aiuta ALK Libri donando Bitcoin

Sì | No