Inizio > Indice Recensioni > Scheda: Medea di Euripide

"Medea" di Euripide
Titolo:Medea
Titolo originale:Μήδεια
Autore:Euripide
Editore:Bibliomania.it
Tipologia del supporto:Digitale
Anno di pubblicazione:431 a.C.
Pagine:24
Lingua:Italiano
Lingua originale dell'opera:Greco antico
Genere:Opera teatrale
DRM:
:

987 visualizzazioni

L'autore
Euripide è nato nell'Antica Grecia, ad Atene, nel 485 a.C.. È morto a Pella, nel 407-406 a.C..

In origine, il suo nome era Εὐριπίδης.

"Medea" (titolo in lingua originale: Μήδεια) è un opera teatrale scritto da Euripide, pubblicato per la prima volta in greco antico nel 431 a.C..

Questa versione in italiano è edita da Bibliomania.it (24 pagg.).

Incipit del libro Medea di Euripide:

PERSONAGGI
Medea; Giasone; Creonte; La nutrice; Il ragazzo; Le guardie.

''In scena, all'aprirsi del sipario, sono'' MEDEA ''e la'' NUTRICE, ''accosciate a terra davanti ad un carrozzone. Delle musiche, dei canti vaghi in lontananza. Esse ascoltano''.

'''Medea''': La senti?
'''Nutrice''': Che cosa?
'''Medea''': La felicità. È in giro, nell'aria.
'''Nutrice''': Cantano al villaggio. Forse è una festa, da loro, oggi.
'''Medea''': Odio le loro feste. Odio la loro gioia.


[...]
I libri catalogati di Euripide:
Alcesti (Ἄλκηστις) (438 a.C.)
Andromaca (Ανδρομάχη) (423 a.C. Circa)
Baccanti (Βάκχαι) (407-406 a.C.)
Ciclope (Κύκλωψ) (415-408 a.C.?)
Ecuba (Ἑκάβη) (424 a.C. Circa)
Elena (Ἑλένη) (412 a.C.)
Epinicio per Alcibiade
Eraclidi
Ercole (Ἡρακλῆς μαινόμενος) (423-420 a.C.)
Fenicie
Gli Eraclidi (Ἡρακλεῖδαι) (430 a.C. Circa)
Ifigenia in Aulide (Ἰφιγένεια ἡ ἐν Αὐλίδι) (403 a.C.)
Ifigenia in Tauride (Iφιγένεια ἡ ἐν Ταύροις) (413 a.C.)
Ione (Ἴων) (410 a.C.)
Ippolito (Ἱππόλυτος στεφανοφόρος) (428 a.C.)
Ippolito
Le fenicie (Φοίνισσαι) (410 o 409 a.C.)
Le supplici (Ἱκέτιδες) (Tra il 423 ed il 421 a.C.)
Medea (Μήδεια) (431 a.C.)
Medea
Citazioni di Euripide:
Io ti porterò il fuoco....
Il silenzio per i saggi è una risposta....
Si è schiavi del denaro o della sorte....
Chi può sapere se il vivere non sia m...
L'uomo giusto è nato per il bene del pro...
La donna è il peggiore dei mali. ...
Si è schiavi del denaro o della sorte....
[NDR|Agone verbale: Admeto e Feret...
Chi deve morire è già morto. E un morto...
Solo a parole [...] i vecchi invocano la...

Scrivi un commento







Libro | Scrittore | Citazione

Aiutaci!