Aiutaci. Grazie.

Inizio > Indice Recensioni > Recensione: Manoscritto di un prigioniero di Carlo Bini

"Manoscritto di un prigioniero" di Carlo Bini
Titolo:Manoscritto di un prigioniero
Titolo originale:Manoscritto di un prigioniero
Autore:Carlo Bini
Editore:Bibliomania.it
Tipologia del supporto:Digitale
Anno di pubblicazione:1833
Pagine:n.d.
Lingua:Italiano
Lingua originale dell'opera:Italiano
Genere:Autobiografia / saggio
Licenza:Pubblico dominio
DRM:
Recensione di:Christian Michelini
eBook:Leggi l'eBook
Recensione vocale: Manoscritto_di_un_prigioniero.opus, 138553 bytes
Audiolibro: Ascolta l'audiolibro

(Anteprima, 24 kbit)

:

2224 visualizzazioni

Aggiungi ebook alla tua biblioteca
L'autore
Carlo Bini nacque in Italia, a Livorno, nel 1806. Morì a Carrara, nel 1842.

Quest'opera, scritta durante la carcerazione da Carlo Bini, si trova a metà tra l'autobiografia penitenziaria e il saggio sociologico.

Quest'opera, scritta durante la carcerazione da Carlo Bini, si trova a metà tra l'autobiografia penitenziaria e il saggio sociologico. L'autobiografia è metaforica, perché l'autore, più che riferirsi alle sue condizioni di vita, ci parla della vita di un carcerato povero, contrapposta a quella di uno ricco. Così Bini ci dimostra che la povertà è una colpa maggiore di qualsiasi reato, ed esser ricchi anche in carcere significa venire trattati da gentiluomini, e non da balordi animali.
La seconda parte del volume procede su un'analisi saggistica sul significato della colpa, discorrendo di come una società possa essere più giusta, allegando esempi e spiegazioni chiarificatrici; e l'autore ci parla anche delle illusioni del popolo, della religione, della politica di quel periodo, dell'eterno conflitto fra i popoli.
Questo libro è interessante, e direi che, nonostante l'inizio sia piuttosto debole dal punto di vista stilistico e dei contenuti, il procedere dell'opera ripaghi ampiamente della prolissità iniziale, denotando un pensiero maturo e autocosciente dell'autore.

PAGELLA
Scorrevolezza:6
Valore artistico:6.5
Contenuti:7.5
Globale:6.5

Consigliato a:

Consiglio questo volume a chi vuole leggere qualcosa di alternativo, saggistico ma non troppo impegnato, anche se arguto.
Se vi è piaciuta quest'opera, vi consiglio di leggere "Le mie prigioni" di Silvio Pellico (opera fra l'altro citata spesso in questo volume, e di cui abbiamo disponibile l'audiolibro). Per riferimenti incrociati con questo libro, consiglio di leggere: "Dei delitti e delle pene" di Cesare Beccaria (anche in audiolibro), "Osservazioni sulla tortura" di Pietro Verri, "Storia della colonna infame" di Alessandro Manzoni, "Il conte di Montecristo" di Alexandre Dumas (padre) e "La certosa di Parma" di Stendhal (entrambi questi ultimi per la narrazione di una prigionia).

Incipit del libro Manoscritto di un prigioniero di Carlo Bini:

Il cervello dell'uomo appena è in istato di eserci­tare le sue funzioni può rassegnarsi in tre scuole. Di queste una infallibilmente ne conoscete, – senz'altro le conoscerete anche tutte, perché non sono arcani di astronomia; – son cose semplici, e dappertutto si sentono dire. Io nondimeno, a scanso di equivoci, mi stimo in dovere di nominarvele tutte e tre, secondo l'ordine naturale in cui giacciono fino dal principio dei secoli. Elle pertanto son queste::Scuola della Fede;:Scuola del Dubbio;:Scuola dell'Incredulità.


[...]
Audiolibri di:Carlo Bini
Manoscritto di un prigioniero
Autobiografia / saggio
Audiolibro dell'autobiografia sull'esperienza carceraria "Manoscritto di un prigioniero" di Carlo Bini.
I libri catalogati di Carlo Bini:
Manoscritti Di Un Prigioniero
Manoscritto di un prigioniero (1833)
Citazioni di Carlo Bini:
Consultate bene l'indole vostra, e quell...
L'egoismo è l'unico movente delle azioni...
La parola è un bel dono; ma non rende la...
La politica è il governo dell'opinione....
La vita, a voler che sia bella, a voler...

Scrivi un commento







Libro | Scrittore | Citazione
Aiutaci! Clicca qui

Donazioni BitCoin:

Aiuta ALK Libri donando Bitcoin
Sì | No