Inizio > Indice Recensioni > Recensione: La versione di Barney di Mordecai Richler

"La versione di Barney" di Mordecai Richler
Titolo:La versione di Barney
Titolo originale:Barney's Version
Autore:Mordecai Richler
Editore:Adelphi
Tipologia del supporto:Cartaceo
Anno di pubblicazione:1997
Pagine:490
Lingua:Italiano
Lingua originale dell'opera:Inglese
Genere:Romanzo
Prezzo:17,56
Licenza:Copyright (Diritti riservati)
DRM:
Recensione di:Chiara Garibotto
:

992 visualizzazioni

L'autore
Mordecai Richler è nato in Canada, a Montréal, nel 1931. Morì a Montréal, nel 2001.

Barney ci narra la sua esistenza dissoluta, che divide ordinatamente nelle tre mogli.

"Tutta colpa di Terry. È lui il mio sassolino nella scarpa..."

"Tutta colpa di Terry. È lui il mio sassolino nella scarpa. E se devo proprio essere sincero, è per togliermelo che ho deciso di cacciarmi in questo casino, cioè di raccontare la vera storia della mia vita dissipata.(?) Non posso lasciare senza risposta le volgari insinuazioni che nella sua imminente autobiografia Terry McIver avanza su di me, le mie tre mogli (o, come dice lui, la troika di Barney Panofsky), la natura della mia amicizia con Boogie e, ovviamente, lo scandalo che mi poterà alla tomba."
Così Barney Panofsky, giunto ormai a una "veneranda" età, decide di tirare le somme della sua vita, straordinaria e scorrettissima, rendendosi conto che l'unico modo per essere ricordato come Barney, e non come un perdente assassino, nel modo in cui amerebbe definirlo il suo eterno nemico Terry Mc Iver, è incominciare a raccontare la sua "versione". Dai sobborghi di un quartiere ebreo di Montreal ai Cafè di Parigi, per poi tornare a Montreal producendo popolari e demenziali telefilm nella sua casa di produzione, la Total Unnecessary Production, Barney ci narra la sua esistenza dissoluta, che divide ordinatamente nelle tre mogli: Clara, dal 1950 al '52, la Seconda Signora Panofsky, dal 1958 al 1960, e Miriam, dal 1960. E noi non riusciamo a staccare gli occhi dal libro, leggendolo riga per riga, ridendo o piangendo, a seconda dei momenti. Sullo sfondo, il Canada di oggi e di ieri, pieno di contraddizioni e di bellezza.
Esilarante, commovente, ironico, dinamico, assolutamente non politically correct, è sicuramente uno dei più bei libri che abbia mai letto. Col suo stile irriverente e inedito Richler firma un libro (con tutta la densità di significato che si può dare a questa parola) che si annovererà fra i capolavori della letteratura di fine Novecento.

Consigliato a:


Incipit del libro La versione di Barney di Mordecai Richler:

Tutta colpa di Terry. È lui il mio sassolino nella scarpa. E se proprio devo essere sincero, è per togliermelo che ho deciso di cacciarmi in questo casino, cioè di raccontare la vera storia della mia vita dissipata. Fra l'altro mettendomi a scribacchiare un libro alla mia veneranda età violo un giuramento solenne, ma non posso non farlo. Non posso lasciare senza risposta le volgari insinuazioni che nella sua imminente autobiografia Terry McIver avanza su di me, le mie tre mogli (o come dice lui la troika di Barney Panofsky), la natura della mia amicizia con Boogie e, ovviamente, lo scandalo che mi porterò fin nella tomba. Il tempo, le febbri, questo il titolo della messa cantata di Terry, è in uscita per i tipi del Gruppo (chiedo scusa, il gruppo, si scrive così), una piccola casa editrice di Toronto che gode di lauti sussidi governativi e pubblica (su carta riciclata, potete scommetterci la testa) anche un mensile, «la buona terra».


[...]
I libri catalogati di Mordecai Richler:
La versione di Barney (Barney's Version) (1997)
La versione di Barney
Quest'anno a Gerusalemme (This Year In Jerusalem) (1994)
Solomon Gursky è stato qui
Citazioni di Mordecai Richler:
Tutta colpa di Terry. È lui il mio sasso...
...ci vogliono settantadue muscoli per f...
Un ragazzo può essere due, tre, quattro...
"Ah, davvero" dico, mettendo via l'ennes...
La verità è che di tanto in tanto adoro...
Mentre Tiziano mischiava rosa e celestin...
Per tornare ai nostri giorni in terra st...
[...] rimasi con lui finché non smise di...
Ma ho anch'io i miei principi. Non ho ma...
Ebbro? Intendi sbronzo? Ovvio che sono s...

Scrivi un commento







Libro | Scrittore | Citazione

Aiutaci!