Aiutaci. Grazie.

Inizio > Indice Recensioni > Recensione: Corydon di André Gide

"Corydon" di André Gide
Titolo:Corydon
Titolo originale:Corydon
Autore:André Gide
Editore:Corbaccio
Tipologia del supporto:Cartaceo
Anno di pubblicazione:1925
Pagine:205
Lingua:Italiano
Lingua originale dell'opera:Francese
Genere:Dialogo
Argomento:Omosessualità
Licenza:Copyright (Diritti riservati)
DRM:
Recensione di:Christian Michelini
Recensione vocale: Corydon.opus, 148082 bytes
:

1683 visualizzazioni

L'autore
André Gide è nato in Francia, a Parigi, nel 1869. Morì a Parigi, nel 1951.

Trovate maggiori informazioni sul sito ufficiale di André Gide, a questa pagina:
http://www.andregide.org/.

Questo saggio scritto da André Gide si presenta sotto forma di dialoghi tra il narratore e un intellettuale accusato di omosessualità.

Questo saggio scritto da André Gide si presenta sotto forma di dialoghi tra il narratore e un intellettuale accusato di omosessualità.
Si ha una profonda antitesi tra le asserzioni di quest'ultimo, volte a dimostrare la normalità e la naturalezza dei desideri
omosessuali, e il ripudio del narratore ad accettare tesi così assurde.
Siamo verso l'inizio del Novecento e l'omosessualità è ancora un reato nel mondo: qui l'autore, al contrario di quanto fa Marcel Proust nei suoi scritti, volti a tolleranza e reciproca comprensione fra società e omosessuali, propone una visione della realtà che, se fossimo vissuti in quegli anni, avremmo dichiarata "iniqua e perversa". Ma oggi vediamo in quest'opera invece un coraggioso atto di sfida verso un mondo intollerante, che relegava i diversi allo stato di criminali pericolosi per la morale, e per questo li puniva ancora aspramente (spesso il carcere per decadi oppure i lavori forzati). Infatti, la struttura del volume, che appare volutamente paradossale, a tratti parodistica, non fa sorridere, ma anzi diviene irrefrenabile desiderio di accettazione. In più, alcune delle tesi proposte sono state constatate a livello scientifico (mi riferisco in particolare all'omosessualità nel mondo animale), e quindi il quadro che ne viene fuori è certamente diverso, e non suscita le aspre polemiche che seguirono all'uscita del volume.
Il titolo del libro fa riferimento ad un pastore narrato da Virgilio nei suoi scritti: e infatti al mondo greco-romano si rifanno spesso i dialoghi, un mondo dove, pur fra tremende crudeltà sociali e continue guerre, la libertà dei costumi era uno degli aspetti più importanti, in grado oggi di stupirci favorevolmente per tolleranza e comprensione.

PAGELLA
Scorrevolezza:7.5
Valore artistico:6.5
Contenuti:8
Globale:7

Consigliato a:

Consiglio questo libro a chi vuole conoscere le problematiche legate all'accettazione dell'omosessualità come fenomeno sociale, non solo da un punto di vista sociologico, ma anche da quello storico che viene ben rappresentato in quest'opera.

I libri catalogati di André Gide:
Corydon (1925)
I falsari
I sotterranei del Vaticano
Incontri e pretesti
Isabelle (1911)
L'immoralista (L'Immoraliste) (1902)
Sinfonia pastorale (La Symphonie pastorale) (1919)
Sinfonia pastorale - Isabelle (La Symphonie pastorale - Isabelle)
Citazioni di André Gide:
Perché alla robustezza, come alla debole...
Ho orrore della simpatia; vi si nasconde...
Bisogna lasciare che gli altri abbiano r...
Alissa, perché ti strappi le ali?...
Certo, sì! Tenebrosa fu la mia giovinezz...
I nostri atti s’attaccano a noi come il...
La vita era per noi SELVAGGIA E DI IMMED...
Quante volte ho atteso l’alba... Su un m...
Il sonno più bello non vale il momento i...
Finisca il nostro pane! Granai, ho la vo...
Tra il desiderio e la noia oscilla la no...
O andare ancora una volta, foresta piena...
Benché sposi un punto di vista imparzial...
Ciò che sfugge alla logica è quanto v'è...
Famiglie! Vi odio! Focolari chiusi; port...
Il numero di stupidaggini che una person...
La fede solleva delle montagne; sì: dell...
La responsabilità dell'uomo aumenta col...
L'arte comincia dalla resistenza: dalla...
L'arte è sempre il risultato di una cost...
L'opera d'arte è l'esagerazione di un'id...
[NDR|Simone Weil] La santa...
Lungi dall'essere l'unico 'naturale', l'...
Non esistono problemi; ci sono soltanto...
Non ricerco la complicazione; essa è in...
Non si avverte la propria catena quando...
Peccato è tutto ciò che oscura l'anima....
Un'adolescenza troppo casta porta a una...
A volte mi sembra che scrivere impedisca...
Chiunque ama veramente rinuncia alla sin...
La crudeltà è il principale attributo di...
Se si potesse recuperare l'intransigenza...
Vi sono strane possibilità in ciascun uo...
Allora perché raccontarlo? Vi rendete co...
Credono che tutti i pensieri nascano nud...
Oh, ciò si ricollega al fatto che adesso...
Bisogna lasciare la ragione agli altri p...
Che cos'è il racconto della felicità? So...
Ho l'abitudine di essere discreto solo p...
Il futuro toglie incanto all'ora present...
Le più belle opere dell'uomo sono ostina...
Liberarsi non è molto difficile. È più d...
Meno che a chiunque altro, ciascuno vuol...
Non c'è niente che ostacola la felicità...
Non posso pretendere che gli altri abbia...
Non si può allo stesso tempo essere sinc...
Sapersi liberare non è niente: il diffic...
Mio caro Andrè, Mi avete rimpro...
La povertà dell’uomo &eg...

Scrivi un commento







Libro | Scrittore | Citazione
Aiutaci! Clicca qui

Donazioni BitCoin:

Aiuta ALK Libri donando Bitcoin
Sì | No