Aiutaci. Grazie.

Inizio > Indice Recensioni > Recensione: Epigrammi di Marco Valerio Marziale

"Epigrammi" di Marco Valerio Marziale
Titolo:Epigrammi
Autore:Marco Valerio Marziale
Editore:Bibliomania.it
Tipologia del supporto:Digitale
Pagine:81
Lingua:Italiano
Lingua originale dell'opera:Latino
Genere:Raccolta di epigrammi
DRM:
Recensione di:Christian Michelini
:

1521 visualizzazioni

L'autore
Marco Valerio Marziale è nato nell'Antica Roma, ad Augusta Bilbilis, nel 40. Morì ad Augusta Bilbilis, nel 104.

Originariamente, il suo nome era Marcus Valerius Martialis.

Ciò che ci è pervenuto dei libri che raccolgono gli epigrammi di Marziale, autore latino sincero e sui generis, ci illustra un quadro della vita aristocratica romana inusuale per il lettore moderno.

Ciò che ci è pervenuto dei libri che raccolgono gli epigrammi di Marziale, autore latino sincero e sui generis, ci illustra un quadro della vita aristocratica romana inusuale per il lettore moderno. Chi si aspetta conformismo oratorio e retorica sarà disatteso nelle sue previsioni: Marziale, con uno stile sobrio e raramente aulico, ci accompagna in un mondo di dileggi quotidiani, accuse mondane agli amici, ai nemici e ai suoi lettori; ci presenta le avventure amorose dei patrizi, i conviti a cui era invitato e dei quali spesso si lamentava, per insufficienza delle libagioni, dei beveraggi o per idiozia dei commensali; ci narra le brutture della società d'allora, anche in senso letterale: sbeffeggia la bruttezza di cortigiane, nobili signore, amici; deride l'avidità di molti, elogia raramente amici, compone epitaffi per le persone amate e scomparse. Insomma, ci si presenta un affresco encomiabilmente vivido ed efficace della società del tempo, pieno di ironia, di battute salaci, di sarcasmo; un affresco che sarebbe impensabile ai giorni nostri: chi penserebbe mai oggi di deridere così spontaneamente in un libro i personaggi illustri contemporanei, sbeffeggiando chiunque, anche offensivamente, anche proditoriamente? Oggi tutto questo non è possibile, se non in piccola misura, e attirandosi necessariamente ire e accuse. Ma Marziale al suo tempo poté scrivere questo con una libertà, anche con un libertinaggio, che suona quasi incomprensibile a noi: un esempio che depone a favore di una società, quella di Roma, che, pur fra conflitti, soverchierie e ritualità pubbliche di estrema violenza (si pensi ai giochi imperiali), riesce a mantenere un pensiero libero che anche alla civiltà odierna, di duemila anni successiva, sembra irraggiungibile.

Consigliato a:

Consiglio questo volume a tutte le persone che vogliono conoscere la civiltà romana in tutti i suoi aspetti, anche quelli meno trattati dalle fonti più celebri. Se vi è piaciuto questo volume, vi consiglio di leggere anche gli altri autori più famosi della classicità, come Cicerone, Seneca, Virgilio. Personalmente, vi caldeggio anche la lettura dei "Pensieri" di Marco Aurelio: una lettura intensa, pregevole per contenuti e presentazione stilistica.

Incipit del libro Epigrammi di Marco Valerio Marziale:

Questi è quel che tu leggi e che tu cerchi,quel noto in tutto il mondo Marzïaleper gli arguti libretti di epigrammi:cui vovo e sano, o mio lettor benevolo,tu donasti una gloria, che di radotocca ai poeti dopo che son morti.{{NDR|M. Valerio Marziale, ''Epigrammi'', traduzione di Giuseppe Lipparini, Zanichelli, 1950}}:''Hic est quem legis ille, quem requiris, | toto notus in orbe Martialis | argutis epigrammaton libellis: | cui, lector studiose, quod dedisti | viventi decus atque sentienti, | rari post cineres habent poetae''.


[...]
I libri catalogati di Marco Valerio Marziale:
Epigrammi
Citazioni di Marco Valerio Marziale:
Finché potevi fottere non sapevi cantare...
Lasciva è la mia pagina, ma onesta la vi...
Non è da uomo saggio dire: "Vivrò". Vive...
[NDR|Sugli Epigrammi]...
[NDR|A un plagiario] Si...
Questa è la legge stabilita per le po...
Muove liti Diodoro in ogni lato,...
Non sente di buono chi vuol sentir sempr...
Ti stupisci che le orecchie di Mario...
Per poeta vorresti passare,ma un...
Lascia che si veda il tuo piccolo dif...
Tutto quello che mi chiedi, Cinna mal...
Ciabattino, non devi prendertela con...
Lodano quelli, ma leggono gli altri. (IV...
Quando non avevi seimila sesterzi, Ce...
Parma, nella Gallia Cisalpina, tosa innu...
I regali fatti agli amici non sono pr...
A quale avvoltoio toccherà questo cadave...
La vita non è vivere: la vita è stare...
Vuoi sposare Prisco: non mi stupisco,...
Un uomo onesto aumenta il tempo della su...
Hai fatto un errore, Lupo, per colpa...
Mi sorprendi a letto con un ragazzino...
[NDR|All'amante] Vergog...
La fortuna dà troppo a molti, a nessuno...
Né con te posso vivere, né senza di te....
L'uomo buono è sempre un inesperto. (XII...
Dal momento che conosci la vita e la...
Se nella questione alcuno chiami me a gi...
Se ne sta pigiata in queste strette perg...
[NDR|Alle terme] Hai se...
Era un uomo ingegnoso, acuto e pungente,...

Scrivi un commento







Libro | Scrittore | Citazione
Aiutaci! Clicca qui

Donazioni BitCoin:

Aiuta ALK Libri donando Bitcoin
Sì | No