Aiutaci. Grazie.

Inizio > Indice Recensioni > Scheda: Canti di Castelvecchio di Giovanni Pascoli

"Canti di Castelvecchio" di Giovanni Pascoli
Titolo:Canti di Castelvecchio
Titolo originale:Canti di Castelvecchio
Autore:Giovanni Pascoli
Editore:Rizzoli
Tipologia del supporto:Digitale
Anno di pubblicazione:1903
Lingua:Italiano
Lingua originale dell'opera:Italiano
Genere:Non definito
Codice ISBN:9788817124034
Licenza:Pubblico dominio
DRM:Non definito
eBook:Leggi l'eBook
Formati disponibili:
Pubblicato il:2013-03-23
:

823 visualizzazioni

Aggiungi ebook alla tua biblioteca
L'autore
Giovanni Pascoli nacque in Italia, a San Mauro di Romagna, nel 1855. È morto a Bologna, nel 1912.

In origine, il suo nome era Giovanni Agostino Placido Pascoli.

Consultate il sito ufficiale di Giovanni Pascoli, per avere maggiori informazioni su questo autore. Il link è a questa pagina:
http://www.fondazionepascoli.it/.

I Canti di Castelvecchio sono fitti di richiami autobiografici e di rappresentazioni della vita in campagna. Il motto iniziale è il medesimo di Myricae: «Arbusta iuvant humilesque myricae» ("A tutti piacciono gli arbusti e le umili tamerici"; ma Pascoli traduce myricae con "cesti" o "stipe"). In tal modo, Pascoli recupera il legame con la raccolta precedente e la poetica del "fanciullino", accentuandone però la valenza simbolica.

I Canti di Castelvecchio si rivelano inoltre una raccolta interessante per l'uso esteso del linguaggio fonosimbolico, ma soprattutto post-simbolico: abbondano infatti i termini tecnici e gergali tipici della Garfagnana.

Incipit del libro Canti di Castelvecchio di Giovanni Pascoli:




Canti di Castelvecchio




Giovanni Pascoli

Canti di Castelvecchio

Op. Grande biblioteca della letteratura italiana ACTA G. D’Anna Thèsis Zanichelli

Edizioni di riferimento

elettroniche

Liz, Letteratura Italiana Zanichelli

a stampa

Giovanni Pascoli, Poesie, a cura di Gianfranco Contini, Milano, Mondadori, 1974

Design

Graphiti, Firenze

Impaginazione

Thèsis, Firenze-Milano

Giovanni Pascoli Canti di Castelvecchio

Q

Sommario

Prefazione …………………………………………………. 5

La canzone del girarrosto ………………………. 97

L’ora di Barga……………………………………. 100

Canti di Castelvecchio …………………………………. 7

Il viatico ………………………………………….. 102

La poesia……………………………………………… 7

L’imbrunire ………………………………………. 104

La partenza del boscaiolo………………………. 10

La fonte di Castelvecchio ……………………. 105

L’uccellino del freddo …………………………… 13

Temporale ……………………………………….. 108

Il compagno dei taglialegna …………………… 15

La mia sera……………………………………….. 110

“The hammerless gun” …………………………. 18

In viaggio…………………………………………. 112

Nebbia ……………………………………………… 23

Maria………………………………………………. 114

I due girovaghi ……………………………………. 24

La mia malattia …………………………………. 115

Il brivido …………………………………………… 26

Un ricordo ……………………………………….. 117

L’or di notte……………………………………….. 27

Il nido di “forlotti”…………………………….. 120

Notte d’inverno ………………………………….. 28

Il sogno della vergine………………………….. 123

Le ciaramelle


[...]
I libri catalogati di Giovanni Pascoli:
A Verdi
Ai medici condotti
Canti di Castelvecchio (1903)
Il Fanciullino (1897)
Il Fanciullino
L'insegna del comune
Le canzoni di re Enzio (1908-1909)
Le Canzoni di re Enzio - La Canzone del carroccio (1908)
Le Canzoni di re Enzio - La Canzone del Paradiso (1908)
Le Canzoni di re Enzio - La Canzone dell'Olifante (1908)
Myricae (1891-1911)
Myricae
Myricæ
Nuovi poemetti
Odi e inni
Poemi Conviviali (1904)
Poemi Italici (1911)
Poesie Varie
Primi poemetti (1904)
Scritti scelti (1963)
Citazioni di Giovanni Pascoli:
Sfioriva il crepuscolo stanco. Cadeva da...
Chi sono? Non chiederlo. Io piango, ma d...
Voce d’una accorsa anelante che al pover...
Con lei parlavo, ella parlava meco, come...
Non vidi che nero, non ebbi che fiele; m...
A ora a ora in pianto sciogliesi l’infin...
...Erma e tranquilla, con un fruscio di...
No, vento d’aprile, no, vento d’amore, n...
Caro il mio grano! Quando il mio teso...
Cercava sempre, ed era ormai vegliard...
Chi ha toccato una volta un'ingiuria – d...
Conoscere e descrivere la mente di Dante...
Delle città dove sono stato, Matera è qu...
Di quercia caduta ognuno viene a far leg...
E il vecchio vide che le due Sirene,...
[NDR|Giosuè Carducci] Egli...
[NDR|Viggiano] Il paese no...
Il sogno è l'infinita ombra del Vero. (d...
Il poeta è poeta, non oratore o predicat...
La poesia consiste nella visione d'un pa...
[...] la parte alta della città che semb...
Questo mare è pieno di voci e questo cie...
Ridon siringhe del color di lilla...
Al mio cantuccio, donde non sento...
Che torbida notte di marzo!Ma ch...
Egli coglieva ed ammucchiava al suolo...
Io sono una lampada ch'ardasoave...
La vergine dorme. Ma lentala fia...
Lascia che guardi dentro al mio cuore...
Nascondi le cose lontane,tu nebb...
Oh! Valentino vestito di nuovo,c...
Al camino, ove scoppia la mortella...
Al rio sottile, di tra vaghe brume,...
Anch'io; ricordo, ma passò stagione;...
E tu, Cielo, dall'alto dei mondi sere...
Io la [NDR|la felicità]...
Quando brillava il vespero vermiglio,...
Udia tra i fieni allor allor falciati...
Sembra un vociare, per la calma, fioc...
Quali note! Par che tinninonell'...
Scendea tra gli olmi il solein f...
Manina chiusa, che nel sonno grande...
Come un'arca d'aromi oltremarini,...
Allora... io un tempo assai lunge...
Nel campo mezzo grigio e mezzo nero...
Nella soffitta è solo, è nudo, muore....
Più bello il fiore cui la pioggia est...
Noi mentre il mondo va per la sua str...
Odi, sorella, come note al coreq...
Quanti quel roseo campanil bisbigli...
[[Rosa (fiore)|Rosa]] di macchia, che...
Sempre un villaggio, sempre una campa...
Sappi – e forse lo sai, nel camposant...
Vien per la strada un povero che il l...
Sempre un villaggio, sempre una campa...
Da' borghi sparsi le campane in tanto...
Romagna solatìa, dolce paesecui...
Di questo libro che giunge ora alla sua...
Chi prega è santo, ma chi fa, più santo....
Dolore è più dolor, se tace. (da Il p...
Il poco è molto a chi non ha che il poco...
Cantò tutta la notte un corodi tril...
Guardi chi passa nella grande estate:...
TERRA! …— sì, terra, sì. Tristor...
Tu [NDR|Otto von Bismarck]...
Esce il Carroccio e sta sotto l'Areng...
Quando tu parti, teco viene il tutto:...
''Vengono ai tocchi della Martinella,...
C'è qualcosa di nuovo oggi nel sole...
Il ricordo è poesia, e la poesia non è s...
Sì: sonava lontana una campana, ombra...
Vive, ed è lungi, e ci mandal'in...
Morto? Ma forse l'Italia dai due mari...
Egli sul bianco cavallocorse via...
Oh! chi morì senza fine,non ha f...
Dove? Nel cielo d'Italia!Dove?.....
Voi che sotterra cercatel'ultimo...
Di fatto si determina nei tre [NDR...
Entrare nell'orizzonte pascoliano, senza...

Scrivi un commento







Libro | Scrittore | Citazione

Aiutaci!
Donazioni BitCoin:
132vG2BSxxG5FLGWpVRe8t9FsW2iiCSNqg
Aiuta ALK Libri donando Bitcoin

Sì | No