Aiutaci. Grazie.

Inizio > Indice Recensioni > Recensione: La congiura del Fiesco a Genova di Friedrich von Schiller

"La congiura del Fiesco a Genova" di Friedrich von Schiller
Titolo:La congiura del Fiesco a Genova
Titolo originale:Die Verschwörung des Fiesco zu Genua
Autore:Friedrich von Schiller
Editore:Giulio Einaudi Editore
Tipologia del supporto:Cartaceo
Anno di pubblicazione:1783
Pagine:112
Lingua:Italiano
Lingua originale dell'opera:Tedesco
Genere:Tragedia teatrale
DRM:
Recensione di:Christian Michelini
Recensione vocale: La_congiura_del_Fiesco_a_Genova.opus, 168905 bytes
La_congiura_del_Fiesco_a_Genova_new.opus, 189959 bytes
:

975 visualizzazioni

L'autore
Friedrich von Schiller è nato in Germania, a Marbach am Neckar, nel 1759. È morto a Weimar, nel 1805.

Il suo nome originario è Johann Christoph Friedrich von Schiller.

Ecco le principali aree in cui Friedrich von Schiller si è impegnato: romanticismo.

Quest'opera, che è fra le prime scritte da Friedrich Schiller, ci narra, anche se senza rigore storico, la congiura, perpetrata da Fiesco ed altri nobili genovesi, per prendere il potere nella città, espropriandolo ad Andrea Doria.

Quest'opera, che è fra le prime scritte da Friedrich Schiller, ci narra, anche se senza rigore storico, la congiura, perpetrata da Fiesco ed altri nobili genovesi, per prendere il potere nella città, espropriandolo ad Andrea Doria.
Questa tragedia ha avuto una genesi difficile, ed è stata rappresentata anche con due finali differenti, per venire incontro alle esigenze morali imposte dai signori degli staterelli in cui era divisa la Germania del tempo. È ritenuta dalla critica una delle opere minori di Friedrich Schiller. Per quanto, però, sia caratterizzata da una struttura forse troppo artificiosa, non manca la profondità del grande maestro. La figura del Fiesco, tra opportunismo, orgoglio, dissennatezza impetuosa e assennata ponderazione, ci è presentata con bravura da Schiller, e in certe enigmatiche situazioni, come il rapporto con il moro, la morte della moglie, l'indecisione sull'avvenire di Genova, l'autore riesce a raggiungere livelli poetici molto elevati. Certo, dall'altra parte abbiamo storie abbozzate che poco si amalgamano con la narrazione principale, come lo stupro della figlia di Verrina e conseguente dramma del padre, ma è la visione corale di questa tragedia che meglio mette in evidenza la ricchezza contenutistica.
Il tema della fierezza di un uomo è qui riprodotto con precisione da Schiller: l'ardore per la libertà si tramuta presto in temuta tirannia, e qui l'autore sembra preannunciare temi cari alla filosofia dell'Ottocento e Novecento.
Non è affatto da buttare, quest'opera: certo, non raggiunge vette particolari di lirismo, ma stiamo sempre parlando di un grandissimo autore, e la presente opera, pur nelle sue mancanze, riesce ad essere affascinante e godibile.

PAGELLA
Scorrevolezza:7
Valore artistico:7
Contenuti:7
Globale:7

Consigliato a:

Consiglio questo libro a chi, appassionato di teatro, vuole leggere le opere teatrali dei maggiori autori del passato. Se vi è piaciuto questo libro, oppure se volete orientarvi su grandi capolavori mondiali, vi consiglio le opere di William Shakespeare: "Amleto", "Romeo e Giulietta", "Otello", "Re Lear", senza disdegnare anche autori più moderni come Luigi Pirandello (mirabile il suo "Sei personaggi in cerca di autore") e Jean-Paul Sartre (ad esempio "Le mosche" e "Porta chiusa").

I libri catalogati di Friedrich von Schiller:
Don Carlos (Don Karlos, Infant von Spanien) (1787)
I masnadieri (Die Räuber) (1781)
Il visionario (Der Geisterseher) (1789)
La congiura del Fiesco a Genova (Die Verschwörung des Fiesco zu Genua) (1783)
Maria Stuarda (Maria Stuart) (1800)
Wallenstein (1798)
Citazioni di Friedrich von Schiller:
Anche il tronco è condannato quando le r...
Io sono migliore della mia fama....
Io sono migliore della mia fama....
Breve è il dolore; la beatitudine eterna...
Neanche gli Dei possono nulla contro la...
Le grandi anime sanno soffrire tacendo....
Solo sa che sia amore chi ama senza sper...
L'arte è la mano destra della natura....
L'ambizione ha gli occhi di bronzo, che...
Ogni volta che leggo nel mio Plutarco le...
Vi è sempre in Kant, come in Lutero, qua...
Chi troppo riflette poco fa....
Il forte è più formidabile da solo....
«M.me de Staël Le apparirà in tutto, qua...

Scrivi un commento







Libro | Scrittore | Citazione
Aiutaci! Clicca qui

Donazioni BitCoin:

Aiuta ALK Libri donando Bitcoin
Sì | No