Inizio > Indice Recensioni > Recensione: Ernani di Victor Hugo

"Ernani" di Victor Hugo
Titolo:Ernani
Titolo originale:Hernani, ou l'Honneur Castillan
Titoli alternativi:Hernani
Autore:Victor Hugo
Editore:Bibliomania.it
Tipologia del supporto:Digitale
Anno di pubblicazione:1830
Pagine:65
Lingua:Italiano
Lingua originale dell'opera:Francese
Genere:Tragedia teatrale
Argomento:Romanticismo
DRM:
Recensione di:Christian Michelini
Recensione vocale:Ernani.opus, 200051 bytes
:

3477 visualizzazioni

L'autore
Victor Hugo è nato in Francia, a Besançon, nel 1802. È morto a Parigi, nel 1885.

In origine, il suo nome era Victor-Marie Hugo.

Le principali aree in cui Victor Hugo si è impegnato sono: romanticismo.

Nobiltà decaduta e sentimento risorto.

Questa opera teatrale di Victor Hugo appartiene alla corrente letteraria del romanticismo. Vi si narra la storia di un nobile decaduto per mano di un re, un nobile che è costretto a fare il bandito, animato com'è da risentimento e desiderio di vendetta. È innamorato di una giovane damigella, già promessa in matrimonio allo zio, e lo stesso Re di Spagna si intrometterà in questo terzetto con le sue mire amorose. La storia si evolve lungo un filone fatto di occultamenti e fughe, rincorse, promesse e giuramenti, amori non corrisposti, per approdare alla coronazione del Re di Spagna a Imperatore, evento che, se da una parte rende il sovrano un uomo totalmente diverso, cosciente dell'altezza del suo incarico e in grado di abbandonare la lussuria e la vendetta, dall'altra fa da incipit al tragico epilogo di un amore sofferto e contrastato.
La storia è molto affascinante, ambientata in una Spagna del Sedicesimo secolo, in un mondo di illusioni e onore, soprusi e congiure. Il romanticismo traspare da ogni singola parola di quest'opera, come pure il senso di ineluttabilità che si accompagna, agli occhi di un lettore moderno, ai volumi romantici. Questa tragedia, infatti, genera nel lettore un senso di smarrimento, perché questi vorrebbe un procedere gaio e spigliato che è negato dalla sostanza sensibile e votata all'ideale di questa storia. Siamo infatti molto lontani dal realismo, che nascerà in seguito: quest'opera è fatta per i cuori dolci, delicati, che desiderano emozionarsi con vicende intrinsecamente predeterminate, incoercibili, che amano insomma il sentimento sotteso alla narrazione, l'istinto ideale, gli aneliti e gli slanci del cuore.
Se amate anche voi questo genere letterario, allora quest'opera vi piacerà e riuscirà ad appassionarvi perché, riuscendo a calarsi storicamente nel significato di questa tragedia, scoprirete un testo bellissimo, mirabilmente raffinato, scorrevole e dolcemente soave. I sognatori, i sentimentali e gli amanti della grande letteratura troveranno qui un mondo di conoscenze, situazioni, vicende epiche e cariche di emozione.

PAGELLA
Scorrevolezza:8.5
Valore artistico:8
Contenuti:7.5
Globale:8

Consigliato a:

Consiglio questo volume a tutte le persone interessate a leggere opere romantiche. Se volete apprezzare altri grandi lavori di Victor Hugo, vi consiglio di leggere "Notre-Dame de Paris" e soprattutto "I miserabili" (che è però un libro decisamente corposo). Se desiderate leggere altri autori romantici, vi consiglio, per la poesie, John Keats (link alle sue opere), e per la prosa, le sorelle Brontë, in particolare i volumi "Jane Eyre" di Charlotte, "Cime tempestose" di Emily e "Agnes Gray" di Anne.

Incipit del libro Ernani di Victor Hugo:

PERSONAGGI

ERNANI
DON CARLOS
DON RUY GOMEZ DE SILVA
DONNA SOL DE SILVA
IL DUCA DI BAVIERA
IL DUCA DI GOTHA
IL DUCA DI LUTZELBURG
DON SANCHO
DON MATIAS
DON RICA RDO
DON GARCI SUAREZ
DON FRANCISCO
DON JUAN DE HARO
DON GIL TELLEZ GIRON
Primo Congiurato
Un Montanaro
IAQUEZ
DONNA JOSEFA DUARTE
Una Dama

Congiurati della Santa Lega, Tedeschi e Spagnoli.
Montanari, Signori, Soldati, Paggi, Popolo, ecc.

Spagna, 1519



ATTO PRIMO

IL RE
Saragozza. Una camera da letto. Di notte. Su un tavolo, una lampada.


Scena prima

Donna Josefa Duarte, vecchia, vestita di nero, col bustino ricamato di giaietto alla moda di Isabella la Cattolica. Don Carlos.

DONNA JOSEFA, sola. (Chiude le tende color cremisi della finestra e mette in ordine alcune seggiole. Si sentono dei colpi ripetuti a una porticina segreta, a destra. Donna Josefa ascolta. Si bussa di nuovo) Sarà già lui? (Un altro colpo) Viene dalla scala segreta. (Un altro colpo) Su, andiamo ad aprire. (Apre la porticina segreta. Entra Don Carlos, col mantello sul naso e il cappello calato sugli occhi) Buongiorno, bel cavaliere. (Lo introduce. Don Carlos apre il mantello ed appare, magnificamente vestito in un abito di seta e velluto, alla moda castigliana del 1519. Donna Josefa lo osserva dal basso verso l'alto e retrocede stupita) Come, non siete voi, signor Ernani! Aiuto, al fuoco!
DON CARLOS (afferrandola per un braccio) Ancora una parola, dueña e sei morta! (La guarda fisso. La donna, spaventata, tace) Sono in casa di Donna Sol? La fidanzata del vecchio duca di Pastraña, suo zio, un patriarca venerabile, decrepito e geloso? Allora, vuoi rispondere? La bella ama un cavaliere a cui ancora non sono cresciuti né la barba né i baffi e ogni sera, a dispetto dei gelosi, in barba al vecchio riceve il giovane amante senza barba. Sono ben informato? (La donna tace, Don Carlos la scuote per un braccio) Vuoi deciderti a rispondere?


[...]
Personaggi e concetti creati da Victor Hugo:
Cosette (Personaggio, dal libro I miserabili)
Jean Valjean (Personaggio, dal libro I miserabili)
Javert (Personaggio, dal libro I miserabili)
Fantine (Personaggio, dal libro I miserabili)
Audiolibri di:Victor Hugo
I miserabili
Romanzo
Audiolibro del celebre romanzo romantico "I miserabili" di Victor Hugo.
I libri catalogati di Victor Hugo:
Bug-Jargal (1818)
Ernani (Hernani, ou l'Honneur Castillan) (1830)
Ernani
Guerra ai demolitori! (1993)
I lavoratori del mare
I miserabili (Les Misérables) (1862)
I Miserabili
Il Fuoco Del Cielo
Il Novantatré
Il Re si diverte (Le roy s'amuse) (1832)
Il re si diverte
L'ultimo giorno di un condannato a morte
L'Uomo Che Ride
Leggenda medioevale
Lotte sociali
Napoleone il piccolo
Notre Dame de Paris
Notre-Dame de Paris (1831)
Notre-Dame de Paris (1831)
Ruy Blas (1838)
Citazioni di Victor Hugo:
Les choses ont leur terribile “non possu...
Il Settecento è ...
Chi è triste non si volta a guardare ind...
Ah! Non insultate mai la donna che cade!...
Alla zampa di ogni uccello che vola è le...
C'è una cosa più forte di tutti gli eser...
Chi dà ai poveri presta a Dio. [Qui d...
Dio è l'invisibile evidente....
Dio s'è fatto uomo. Il diavolo s'è fatto...
[In riferimento all'opera "La Palingenes...

Scrivi un commento







Libro | Scrittore | Citazione

Aiutaci!