Inizio > Indice Recensioni > Recensione: La fisica di Star Trek di Lawrence Maxwell Krauss

"La fisica di Star Trek" di Lawrence Maxwell Krauss
Titolo:La fisica di Star Trek
Titolo originale:The Phisics of Star Trek
Autore:Lawrence Maxwell Krauss
Editore:Longanesi & C.
Tipologia del supporto:Cartaceo
Anno di pubblicazione:1995
Pagine:213
Lingua:Italiano
Lingua originale dell'opera:Inglese
Genere:Saggio
Argomento:Fisica teorica
Licenza:Copyright (Diritti riservati)
DRM:
Recensione di:Christian Michelini
Recensione vocale:La_fisica_di_Star_Trek.opus, 181230 bytes
:

1156 visualizzazioni

L'autore
Lawrence Maxwell Krauss è nato negli Stati Uniti d'America, nel 1954.

Per sapere qualcosa di più su Lawrence Maxwell Krauss, potete andare sul sito web ufficiale dell'autore, disponibile a questa pagina:
http://krauss.faculty.asu.edu/.

Star Trek e le sue innovazioni tecnico-scientifiche: niente di più reale nel futuro!

Sono un amante della serie Star Trek, non posso negarlo. Quando mi capitò, salendo nella sezione dei saggi di fisica e astronomia della mia biblioteca, di trovare archiviato tra un volume di Einstein e uno di Stephen Hawking il saggio "La fisica di Star Trek", allora il cuore mi si strinse in un moto spontaneo di gioia. Anche la fantascienza ha le sue solide basi scientifiche!
Questo libro è stato scritto da un fisico teorico, e analizza minuziosamente le teorie avveniristiche e i congegni tecnologici che la saga di Star Trek ha portato nelle case di milioni di persone, in tutto il mondo, addirittura entrando nel gergo comune (si pensi al concetto di teletrasporto). La cosa che più mi ha affascinato di quest'opera è la capacità di analizzare, da un punto di vista rigorosamente scientifico, le idee e le innovazioni presenti nelle diverse serie della saga. Qui si parla di tutto quello che troviamo in Star Trek, comparandolo di volta in volta con le nostre attuali conoscenze scientifiche, vagliando cosa c'è di possibile, di improbabile e di completamente impossibile. E infatti sono dedicati due interi capitoli alle idee che in un futuro forse saranno coronate da successo, e agli errori più grossolani (non solo di fisica) commessi nella serie.
Io amo leggere saggi di fisica teorica perché mi permettono di aprire una piccola finestra sul futuro, inducendomi a pensare a come sarà la nostra visione e la pratica del mondo di domani: con "La fisica di Star Trek", questa finestra è completamente spalancata, e la nostra fantasia può spaziare in modi di concepire e vivere la realtà che solo i nostri eredi potranno comprendere.
"La fisica di Star Trek" di Lawrence Krauss è un telescopio che ci permette di scrutare nell'avvenire con serenità, umorismo, fantasia e amore per la conoscenza: un modo di guardare al di là delle cose che appaga anche le più fervide immaginazioni.

PAGELLA
Scorrevolezza:7.5
Valore artistico:
Contenuti:9
Globale:8

Consigliato a:

Consiglio questo volume non solo a tutti gli appassionati di Star Trek, ma anche a tutti quelli che amano riflettere sul futuro e su quello che potremo imparare nell'avvenire dell'umanità. Se vi è piaciuto questo saggio, vi consiglio opere di grandissimo valore per la divulgazione scientifica: "Dal Big Bang ai buchi neri" di Stephen Hawking, "La mente nuova dell'imperatore" di Roger Penrose, "Infinito" di Tullio Regge, "La luna di Einstein" di David Lindley.

I libri catalogati di Lawrence Maxwell Krauss:
La fisica di Star Trek (The Phisics of Star Trek) (1995)

Scrivi un commento







Libro | Scrittore | Citazione

Aiutaci!