Inizio > Indice Recensioni > Scheda: Appressamento della morte di Giacomo Leopardi

"Appressamento della morte" di Giacomo Leopardi
Titolo:Appressamento della morte
Autore:Giacomo Leopardi
Editore:Delos Books
Tipologia del supporto:Digitale
Lingua:Italiano
Genere:Non definito
Tags:General, Poetry, Death
Codice ISBN:9788884555632
DRM:Non definito
Pubblicato il:2013-03-23
:

1025 visualizzazioni

L'autore
Giacomo Leopardi è nato in Italia, a Recanati, nel 1798. Morì a Napoli, nel 1837.

In origine, il suo nome era Giacomo Taldegardo Francesco di Sales Saverio Pietro Leopardi.

"Appressamento della morte" è un libro scritto da Giacomo Leopardi.

Questa versione in italiano è stata pubblicata da Delos Books (ISBN: 9788884555632).

Incipit del libro Appressamento della morte di Giacomo Leopardi:




Appressamento della morte




GIACOMO LEOPARDI

APPRESSAMENTO

DELLA MORTE

Cantica

Appressamento della morte

Giacomo Leopardi

CANTO I

Era morta la lampa in Occidente, E queto ’l fumo sopra i tetti e queta De’ cani era la voce e de la gente: Quand’i’ volto a cercare eccelsa meta, Mi ritrova’ in mezzo a una gran landa, Bella, che vinto è ’ngegno di poeta.

Spandeva suo chiaror per ogni banda La sorella del sole, e fea d’argento Gli arbori ch’a quel loco eran ghirlanda.

I rami folti gian cantando al vento, E ’l mesto rosignol che sempre piagne Diceva tra le frasche suo lamento.

Chiaro apparian da lungi le montagne, E ’l suon d’un ruscelletto che correa Empiea il ciel di dolcezza e le campagne.

Fiorita tutta la piaggia ridea, E un’ombra vaga ne la valle bruna Giù d’una collinetta discendea.

Sprezzando ira di gente e di fortuna, Pel muto calle i’ gia da me diviso, Cui vestia ’l lume della bianca luna.

Quella vaghezza rimirando fiso, Sentia l’auretta che gli odori spande, Mollissima passarmi sopra ’l viso.

Se lieto i’ fossi è van che tu dimande, Grand’era ’l ben ch’aveva, ed era ’l bene Onde speme nutria, di quel più grande.

Ahi son fumo quaggiù l’ore serene!

Un momento è letizia, e ’l pianto dura.

Ahi la tema è saggezza, error la spene.

Ecco imbrunir la notte, e farsi scura La gran faccia del ciel ch’era sì bella, E la dolcezza in cor farsi paura.

Un nugol torbo, padre di procella, Sorgea di dietro ai monti e crescea tanto Che non si vedea più luna né stella.

2

Appressamento della morte

Giacomo Leopardi

Io ’l mirava aggrandirsi d’ogni canto, E salir su per l’aria a poco a poco, E al ciel sopra mia testa farsi manto.

Veniva ’l lume ad ora ad or più fioco, E ’ntanto tra le frasche crescea ’l vento, E sbatteva le piante del bel loco, E si facea più forte ogni momento Con tale uno stridor che svolazzava Tra le fronde ogni augel per lo spavento.

E la nube crescendo in giù calava Ver la marina, sì che l’un suo lembo Toccava i monti e l’altro il mar toccava.

Pareva ’l loco d’ombra muta in grembo Di notte senza lampa chiusa cella, E crescea ’l buio a lo ’ngrossar del nembo.

Già cominciava ’l suon de la procella, E di lontan s’udiva urlar la pioggia Come lupi d’intorno a morta agnella.


[...]

Audiolibri di:Giacomo Leopardi
Canti
Raccolta di poesie
Audiolibro dei celebri "Canti" del poeta Giacomo Leopardi.
Pensieri
Raccolta di pensieri
Audiolibro dell'opera "Pensieri" di Giacomo Leopardi.
I libri catalogati di Giacomo Leopardi:
Appressamento della morte
Canti
Canti
Discorso sopra la batracomiomachia
Discorso sopra lo stato presente dei costumi degl'Italiani
Guerra De' Topi E Delle Rane
La guerra dei topi e delle rane
Operette morali (1834)
Operette morali
Paralipomeni Della Batracomiomachia
Pensieri
Poesie e prose - Prose (1988)
Storia di un'anima
Zibaldone
Zibaldone di pensieri (1817-1832)
Citazioni di Giacomo Leopardi:
Il più certo modo di celare agli altri i...
Non v’è altro bene che il non essere: no...
Quando sovviemmi di cotanta speme, un af...
Arcano è tutto fuor che il nostro dolor....
Arcani mondi, arcana felicità fingendo a...
Ed aspro, a forza, tra lo stuol dei male...
Il bello in grandissima parte non è tale...
All’apparir del vero tu, misera, cadesti...
Tanto alla morte inclina d’Amor la disci...
Virtù viva sprezziam, lodiamo estinta....

Scrivi un commento







Libro | Scrittore | Citazione

Aiutaci!