Aiutaci. Grazie.

Inizio > Indice Recensioni > Recensione: I miserabili di Victor Hugo

"I miserabili" di Victor Hugo
Titolo:I miserabili
Titolo originale:Les Misérables
Autore:Victor Hugo
Editore:Liber Liber
Tipologia del supporto:Digitale
Anno di pubblicazione:1862
Lingua:Italiano
Lingua originale dell'opera:Francese
Genere:Romanzo
Licenza:Copyright (Diritti riservati)
DRM:
Recensione di:Christian Michelini
Recensione vocale: I_miserabili.opus, 223551 bytes
Audiolibro: Ascolta l'audiolibro

(Anteprima, 24 kbit)

:

8680 visualizzazioni

L'autore
Victor Hugo è nato in Francia, a Besançon, nel 1802. È morto a Parigi, nel 1885.

In origine, il suo nome era Victor-Marie Hugo.

Le principali aree in cui Victor Hugo si è impegnato sono: romanticismo.

La splendida e avventurosa vita di Jean Valjean viene narrata con rara passione in questo romanzo romantico.

Victor Hugo ha trasfuso in questo grande romanzo tutta la sua tecnica narrativa e tutti gli stilemi fondamentali del romanticismo. La storia ripercorre la vita di Jean Valjean: condannato al carcere per due decenni, perché aveva rubato pane per mangiare, all'uscita è ormai un galeotto temprato, e decide di cominciare una nuova esistenza di ruberie e di reati; solo l'incontro con un vescovo di alta nobiltà morale riuscirà a intenerire il duro cuore del condannato, e la dolce bontà dell'alto prelato riuscirà dove il sistema giudiziario ha fallito, e cambierà completamente la vita di Jean Valjean, improntandola al bene e all'aiuto del prossimo.
Queste le premesse, da cui nascerà una lunga storia di impegno quotidiano da parte di Jean: diverrà un imprenditore impegnato a fondo per migliorare le condizioni di lavoro e di esistenza di migliaia di persone, sarà sindaco della cittadina che ha fatto risorgere dalla povertà, aiuterà una donna, che gli lascia, prima di morire, la custodia della figlia, Cosette. Rivisitazioni della battaglia di Waterloo, fughe rocambolesche, soprusi quotidiani, lotte per la vita, assassini e furti sventati, insurrezioni popolari per una maggiore libertà, amori ideali e angelici, amare incomprensioni, convivenze difficili, ottuso senso del dovere che diviene lungimirante accettazione: in questo romanzo c'è spazio per tutto questo e per tante altre situazioni e idee, tutte originali e appassionanti.
La storia è mirabilmente realizzata e molto godibile: non vi ritroverete mai stanchi delle pagine, e vorrete sempre proseguire nella lettura, nonostante la corposità dell'opera.
Ciò che rende grande questo romanzo, al di là delle singole vicende, è il progetto complessivo, che abbraccia archi di tempo lunghi, e la sua capacità di ammaliare il lettore impedendogli la noia. È un'opera di immenso valore, bellissima da leggere, appassionante da capire, con una struttura sempre finalizzata ad un obiettivo ben preciso: narrare la storia di un uomo "molto umano", che attraversa i molteplici stati dell'esistenza, la rabbia, l'odio, l'amore, la comprensione, ma che sempre è artefice del suo destino, e non abbandona mai la complessa lotta tra giustizia e fallacia, affetto e ira, bene e male.

PAGELLA
Scorrevolezza:9
Valore artistico:9
Contenuti:9.5
Globale:9

Consigliato a:

Consiglio questo volume a tutti gli appassionati di romanzi di alta qualità, soprattutto se disponete di abbastanza tempo per avventurarvi in questo corposo volume.
Se vi è piaciuto questo romanzo, e volete leggere altre opere di Victor Hugo, vi consiglio "Notre-Dame de Paris", un altro splendido libro per un'altra dolce opera romantica. Altre letture consigliate sono le opere teatrali di questo autore, come "Ernani" e "Il Re si diverte".
Se volete leggere altri scrittori francesi del passato, ma di diversa impronta stilistica, i miei consigli sono: Honoré de Balzac ("Papà Goriot"), Gustave Flaubert ("Madame Bovary"), Émile Zola ("Germinale"), Guy de Maupassant ("Pierre e Jean").

Incipit del libro I miserabili di Victor Hugo:

PARTE PRIMA

FANTINE

Fino a quando esisterà, per causa delle leggi e dei costumi, una dannazione sociale, che crea artificialmente, in piena civiltà, degli inferni e che complica con una fatalità umana il destino, che è divino; fino a quando i tre problemi del secolo, l'abbrutimento dell'uomo per colpa dell'indigenza, l'avvilimento della donna per colpa della fame e l'atrofia del fanciullo per colpa delle tenebre, non saranno risolti; fino a quando, in certe regioni, sarà possibile l'asfissia sociale; in altre parole, e, sotto un punto di vita ancor più esteso, fino a quando si avranno sulla terra, ignoranza e miseria, i libri del genere di questo potranno non essere inutili.

Hauteville House, I gennaio l862.


LIBRO PRIMO


UN GIUSTO


I • MONSIGNOR MYRIEL

Nel 1815, era vescovo di Digne monsignor Charles François Bienvenu Myriel, un vecchio di circa settantacinque anni, che occupava quel seggio dal 1806.
Sebbene questo particolare abbia poco a che fare con ciò che racconteremo, non sarà forse inutile, sia pure solo per essere del tutto precisi, accennare qui alle voci ed ai discorsi che correvano sul suo conto, nel momento in cui era arrivato nella diocesi. Vero o falso che sia, quel che si dice degli uomini occupa spesso altrettanto posto nella loro vita, e soprattutto nel loro destino, quanto quello che fanno. Monsignor Myriel era figlio d'un consigliere del parlamento d'Aix: nobiltà di toga, dunque. Si raccontava di lui che suo padre, nell'intenzione di fargli ereditare la propria carica, gli aveva dato moglie prestissimo, secondo una consuetudine abbastanza diffusa tra le famiglie dei membri del parlamento.


[...]
Personaggi e concetti creati da Victor Hugo:
Cosette (Personaggio, dal libro I miserabili)
Jean Valjean (Personaggio, dal libro I miserabili)
Javert (Personaggio, dal libro I miserabili)
Fantine (Personaggio, dal libro I miserabili)
Audiolibri di:Victor Hugo
I miserabili
Romanzo
Audiolibro del celebre romanzo romantico "I miserabili" di Victor Hugo.
I libri catalogati di Victor Hugo:
Bug-Jargal (1818)
Ernani (Hernani, ou l'Honneur Castillan) (1830)
Ernani
Guerra ai demolitori! (1993)
I lavoratori del mare
I miserabili (Les Misérables) (1862)
I Miserabili
Il Fuoco Del Cielo
Il Novantatré
Il Re si diverte (Le roy s'amuse) (1832)
Il re si diverte
L'ultimo giorno di un condannato a morte
L'Uomo Che Ride
Leggenda medioevale
Lotte sociali
Napoleone il piccolo
Notre Dame de Paris
Notre-Dame de Paris (1831)
Notre-Dame de Paris (1831)
Ruy Blas (1838)
Citazioni di Victor Hugo:
Les choses ont leur terribile “non possu...
Il Settecento è ...
Chi è triste non si volta a guardare ind...
Ah! Non insultate mai la donna che cade!...
Alla zampa di ogni uccello che vola è le...
C'è una cosa più forte di tutti gli eser...
Chi dà ai poveri presta a Dio. [Qui d...
Dio è l'invisibile evidente....
Dio s'è fatto uomo. Il diavolo s'è fatto...
[In riferimento all'opera "La Palingenes...

Commenti all'articolo

Commento di chopa, 2012-09-21 07:28:31
yes
Voto all'articolo: 1
Commento di Ryo ( http://www.ryo.it/2013/02/15/i-miserabili-di-victor-hugo/ ), 2013-04-27 22:36:59
Ho raccolto citazioni da I Miserabili, ti lascio il link: http://www.ryo.it/2013/02/15/i-miserabili-di-victor-hugo/
Evviva il capolavoro del grande Victor Hugo!
Voto all'articolo: 8
Commento di Christian, 2013-04-27 22:42:18
Ti ringrazio Ryo per il link che hai proposto, che ci fa capire anche come la fruizione del libro stia cambiando, grazie all'introduzione degli ebook; anche io ho letto per la prima volta "I miserabili" in digitale, anche se erano altri tempi - formato solo testo prelevato dal progetto Manuzio, palmare psion 3 con 2 MB di RAM... non aggiungo altro :-)

-------------

Christian

Webmaster di ALK Libri
http://www.alklibri.com
Voto all'articolo: 8

Scrivi un commento







Libro | Scrittore | Citazione

Aiutaci!

Sì | No