Aiutaci. Grazie.

Inizio > Indice Recensioni > Recensione: Attraverso lo specchio di Lewis Carroll

"Attraverso lo specchio" di Lewis Carroll
Titolo:Attraverso lo specchio
Titolo originale:Through the Looking-Glass and What Alice Found There
Titoli alternativi:Attraverso lo specchio e quel che Alice vi trovò - Dietro lo specchio
Autore:Lewis Carroll
Editore:Liber Liber
Tipologia del supporto:Digitale
Anno di pubblicazione:1871
Lingua:Italiano
Lingua originale dell'opera:Inglese
Genere:Romanzo surreale
Licenza:Pubblico dominio
DRM:
Recensione di:Christian Michelini
Recensione vocale: Attraverso_lo_specchio.opus, 156452 bytes
:

2301 visualizzazioni

L'autore
Lewis Carroll nacque nel Regno Unito, a Daresbury, nel 1832. È morto a Guildford, nel 1898.

Originariamente, il suo nome era Charles Lutwidge Dodgson.

Alice non è più nel paese delle meraviglie... ma comunque il luogo è sempre molto strano.

Questo volume continua le avventure di "Alice nel paese delle meraviglie". Qui Alice viene catapultata in un mondo misterioso, dominato da strane idee e insolite abitudini, mentre stava accarezzando il suo gatto preferito di fronte ad uno specchio.
Alice, e insieme a lei noi lettori, sarà immersa in un mondo dove la logica degli uomini (ma soprattutto degli uomini adulti) non è in vigore, dove ciò che si dice, non è ciò che si pensa, ma ciò che si fa, insomma un mondo narrativo votato al non sense, alla sperimentazione linguistica, dove le ambientazioni sono l'incipit del pontificare fantastico. Come non rammentare i due cavalieri che combattono cadendo da cavallo, o la poesia del pescatore e del boscaiolo? Sono presenti tanti, raffinati quadretti di vita mai vissuta ma sempre immaginata.
Confrontando però questo volume con il più celebre predecessore, si nota come "Attraverso lo specchio" non possiede quell'adamantina freschezza, e quella salace ironia che caratterizzava il primo romanzo di Alice. Si avverte una maggiore stanchezza, una inferiore capacità immaginifica (pur rimanendo su una qualità molto elevata): insomma "Attraverso lo specchio" è si affascinante, ben scritto e divertente, ma non raggiunge le vette di analisi, critica e anticonformismo che Carroll aveva saputo trasfondere nel volume precedente.
Quindi è una lettura da consigliare solo agli amanti del primo libro, che vogliono di nuovo tornare ad un mondo e ad una realtà che già da bambini avevano letto.

PAGELLA
Scorrevolezza:8
Valore artistico:7.5
Contenuti:7.5
Globale:7.5

Consigliato a:

Consiglio questo libro a chi ha letto il primo "Alice", e non vuole ancora fermarsi :-)
Se volete invece leggere altre grandi storie adatte a bambini e adulti di tutte le età, vi consiglio grandissimi capolavori come "Le avventure di Tom Sawyer" e "Le avventure di Huckleberry Finn" di Mark Twain, il bellissimo "L'isola del tesoro" di Robert Louis Stevenson, i due libri della giungla di Rudyard Kipling, o ancora le mirabili gesta dei pirati nei romanzi di Emilio Salgari.

Incipit del libro Attraverso lo specchio di Lewis Carroll:

Lo specchio

Una cosa era certa: che il micino bianco non c’entrava affatto: la colpa era tutta del nero. Durante l’ultimo quarto d’ora Dina, la gatta madre, aveva lavata la faccia al micino bianco (operazione che il micino dopo tutto, aveva sopportato con dignità); era quindi chiaro che esso non aveva potuto aver parte nel misfatto. Il modo come Dina lavava la faccia ai figli era questo: prima teneva il poverino per l’orecchio con una zampa, e poi con l’altra gli stropicciava tutto quanto il muso, contro pelo, principiando dal naso; e proprio poco prima, come ho detto, era stata occupatissima col micino bianco, che se ne stava tranquillo e calmo tentando di far le fusa, certo col sentimento che tutto si faceva per il suo bene.

Ma il gattino nero era stato lavato prima in quel pomeriggio; e così, mentre Alice se ne stava rannicchiata in un cantuccio della maestosa poltrona, in una specie di dormiveglia, esso s’era dato a una gran partita di salti col gomitolo che Alice aveva pazientemente fatto dalla matassa di lana, rotolandolo su e giù finchè l’aveva tutto ingarbugliato. Ed ora ecco il gomitolo sparso sul tappeto tutto nodi e grovigli, col gattino in mezzo che cerca di acchiapparsi la coda.

— Ah, brutto micio — gridò Alice acchiappando il gattino e dandogli un bacio per fargli capire d’essere in collera. — Veramente Dina avrebbe dovuto insegnarti a essere più educato! Tu devi farlo, Dina, tu sai che devi farlo! — essa aggiunse, dando un’occhiata di rimprovero alla gatta madre, e parlando col suo miglior tono di disapprovazione. E poi, arrampicatasi di nuovo sulla poltrona, dopo aver preso con sè il gattino e la lana, cominciò a rifare il gomitolo. Ma andava innanzi lentamente, perchè nel frattempo chiacchierava, un po’ per il gattino e un po’ per sè. Sulle ginocchia di lei il micio sedeva in aria triste, fingendo di osservare il progresso del gomitolo e di tanto in tanto sporgendo una zampetta, e pianamente toccando la palla, come per dire che, potendo, avrebbe aiutato il lavoro volentieri.


[...]
Personaggi e concetti creati da Lewis Carroll:
Alice (Personaggio, dal libro Alice nel paese delle meraviglie)
Audiolibri di:Lewis Carroll
Alice nel paese delle meraviglie
Romanzo surreale
Audiolibro del celebre romanzo "Alice nel paese delle meraviglie" di Lewis Carroll.
I libri catalogati di Lewis Carroll:
Alice nel paese delle meraviglie (Alice's Adventures in Wonderland) (1865)
Alice nel paese delle meraviglie
Attraverso lo specchio (Through the Looking-Glass and What Alice Found There) (1871)
Attraverso Lo Specchio
Citazioni di Lewis Carroll:
Se non sai dove stai andando, qualsiasi...
È venuto il momento - disse il tricheco...
È una ben povera memoria quella che funz...
Questo ve l'ho detto tre volte, e perciò...
All'egregio Piede Destro di Alice...
''Che dice il Coccodrillo del Niloc...
La [[ninna nanne dai libri|ninna-nanna]]...
«Allora dovresti dire quello a cui credi...
È sempre l'ora del tè, e negli intervall...
Guardate al senso; le sillabe si guarder...
Le varie branche dell'Aritmetica: Ambizi...
Lucio, tu sei un eroe! [NDR|Capita...
Ogni cosa ha la sua morale, se si sa tro...
Povero me! Povero me! Arriverò in ritard...
Prima l'esecuzione, poi il verdetto. (ca...
Tagliategli la testa! (Regina di cuori)...
«Se ognuno si facesse i cavoli suoi,» ri...
«Non mi pare che stiano giocando con lea...
«Ma io non voglio andare fra i matti», o...
Bada al senso, e i suoni baderanno a sé...
[NDR|Humpty Dumpty e Alice.]...
«Non credere mai di essere altro che ciò...
[NDR|Alice e la Lepre Marzolina.]...
Siccome non era in grado di rispondere a...
Le erano successe tante cose straordinar...
Di solito Alice si dava degli ottimi con...
[NDR|Dopo aver esposto un piano pe...
«Il modo di ragionare degli animali é te...
[NDR|indovinello] Che cos'...
Alice rise: «È inutile che ci provi», di...
Ora, qui, per restare nello stesso posto...
«Non capisco cosa vuoi dire a proposito...
«È una marmellata ottima», disse la regi...
«Quando uso una parola», Humpty Dumpty d...
«Sei capace a fare le somme?» chiese la...
«Se viceversa,» continuò Tweedledee, «co...
Mentre parlo con l'amico enigmista, pens...

Scrivi un commento







Libro | Scrittore | Citazione

Aiutaci!
Donazioni BitCoin:
132vG2BSxxG5FLGWpVRe8t9FsW2iiCSNqg
Aiuta ALK Libri donando Bitcoin

Sì | No