Inizio > Indice Recensioni > Recensione: La resistibile ascesa di Arturo Ui di Bertolt Brecht

"La resistibile ascesa di Arturo Ui" di Bertolt Brecht
Titolo:La resistibile ascesa di Arturo Ui
Titolo originale:Der aufhaltsame Aufstieg des Arturo Ui
Autore:Bertolt Brecht
Editore:Giulio Einaudi Editore
Tipologia del supporto:Cartaceo
Anno di pubblicazione:1941
Pagine:132
Lingua:Italiano
Lingua originale dell'opera:Tedesco
Genere:Opera teatrale
Licenza:Copyright (Diritti riservati)
DRM:
Recensione di:Christian Michelini
Recensione vocale:La_resistibile_ascesa_di_Arturo_Ui.opus, 147614 bytes
:

2800 visualizzazioni

L'autore
Bertolt Brecht nacque in Germania, ad Augusta, nel 1898. È morto a Berlino, nel 1956.

Originariamente, il suo nome era Eugen Berthold Friedrich Brecht.

La storia della Germania nazista trasposta in una lotta fra malavitosi.

In questa opera teatrale Bertolt Brecht propone la terribile scalata al potere di Hitler in Germania in una chiave allegorica e demistificatoria: la rappresenta infatti come l'ascesa, da parte di un modesto boss della mafia locale statunitense, ad un potere efferato e violento. Chiaramente questa scalata è punteggiata da assassini, prevaricazioni, persuasioni violente, fatti inquietanti: ma tutto è raccontato, anche se su un piano diverso, con un'aderenza ineccepibile agli eventi storici della Germania nazista, anche in virtù della rappresentazione scenica, che fa uso di cartelli con scritte illustranti il procedere reale di Hitler nella società tedesca.
Ne risulta un'opera inquietante, piena di patos e angosciante per un lettore moderno, e Brecht è riuscito a trasfondervi ansia e senso di impotenza (anche se non in senso assoluto e incoercibile). L'autore suggerisce, anche nel titolo, che Hitler poteva essere fermato, e attorno a questo presupposto ruota una storia (purtroppo vera anche se parafrasata) che se non fosse tragica avrebbe molto del teatro dell'assurdo.
Personalmente, ho apprezzato quest'opera proprio per l'incedere perentorio e per la sua perifrasi a metà tra il grottesco e lo spietato.
L'obiettivo di questo dramma era di sensibilizzare l'opinione pubblica nei confronti del problema nazista, e soprattutto doveva essere diretto e di immediata comprensione: Bertolt Brecht è riuscito a raggiungere con abilità il suo proposito, anche se, personalmente, ho trovato quest'opera, sul piano artistico, meno attraente di altre dell'autore, perché il tutto ruota soprattutto attorno a finalità morali, e gli ideali letterari e scenici vengono messi in secondo piano.

PAGELLA
Scorrevolezza:7.5
Valore artistico:7
Contenuti:8
Globale:7.5

Consigliato a:

Consiglio questo volume a tutti gli appassionati di Bertolt Brecht, che potranno ritrovare in quest'opera le tematiche care a questo autore.
Se vi è piaciuto questo libro, vi consiglio di leggere una delle opere che hanno reso celebre Bertolt Brecht nella scena mondiale: "L'opera da tre soldi" che lanciò l'autore nell'olimpo dei grandi drammaturghi.
Se vi piace il grande teatro, vi consiglio di leggere i suoi massimi rappresentati, e cito solo alcuni celebri autori: William Shakespeare, Molière, Carlo Goldoni, Luigi Pirandello.

I libri catalogati di Bertolt Brecht:
I fucili di Madre Carrar
Il cerchio di gesso del Caucaso (Der kaukasische Kreidekreis) (1944-45)
Il cerchio di gesso del Caucaso
L'eccezione e la regola (Die Ausnahme und die Regel) (1930)
L'opera da tre soldi (Die Dreugröschenoper) (1928)
L'opera da tre soldi
La cultura contro il fascismo
La resistibile ascesa di Arturo Ui (Der aufhaltsame Aufstieg des Arturo Ui) (1941)
Madre Courage e i suoi figli
Vita di Galileo (Leben des Galilei) (1938-39)
Citazioni di Bertolt Brecht:
Non aspettarti nessuna risposta oltre la...
Sto lavorando duro per preparare il mio...
Ci sedemmo dalla parte del torto visto c...
Fortuna è soccorso....
I giovani siedono curvi sui libri. A che...
Non c’è silenzio nel mondo senza suoni d...
Ma se esiste questa Mahagonny, è sol per...
Tu, Jimmy Mahoney, sei condannato: per o...
In mezzo al mattino pallido, in mezzo al...
Non vi date conforto: vi resta poco temp...

Scrivi un commento







Libro | Scrittore | Citazione

Aiutaci!