Aiutaci. Grazie.

Inizio > Indice Recensioni > Recensione: Moll Flanders di Daniel Defoe

"Moll Flanders" di Daniel Defoe
Titolo:Moll Flanders
Titolo originale:The Fortunes And Misfortunes Of The Famous Moll Flanders
Titoli originali alternativi:Moll Flanders
Autore:Daniel Defoe
Editore:Liber Liber
Tipologia del supporto:Digitale
Anno di pubblicazione:1722
Pagine:n.d.
Lingua:Italiano
Lingua originale dell'opera:Inglese
Genere:Romanzo
Traduttore:Giuseppe Trevisani
Licenza:Pubblico dominio
DRM:No
Recensione di:Christian Michelini
eBook:Leggi l'eBook
Formati disponibili:
Recensione vocale: Moll_Flanders.opus, 192972 bytes
Audiolibro: Ascolta l'audiolibro

(Anteprima, 24 kbit)

:

3073 visualizzazioni

Aggiungi ebook alla tua biblioteca
L'autore
Daniel Defoe nacque nel Regno Unito, a Londra, nel 1660. È morto a Moorfields, nel 1731.

Durante la sua carriera, Daniel Defoe ha usato anche i seguenti soprannomi: Daniel De Foe.

Questo lungo romanzo di Daniel Defoe ci presenta la vita di una donna, dalla fanciullezza fino alla vecchiaia. Ma una donna un po' particolare.

Questo lungo romanzo di Daniel Defoe ci presenta la vita di una donna, dalla fanciullezza fino alla vecchiaia. Una vita difficile, perché la protagonista, che viene chiamata dai suoi "conoscenti" Moll Flanders, è nata da una carcerata che l'ha abbandonata alle cure di una balia assegnatale dal servizio civico. Qual è il sogno di una bambina che già in tenerissima età soffre perché vogliono mandarla in breve tempo a lavorare? Semplice, essere una signora. Attorno a questa risposta ruota una storia non comune, o forse più comune delle altre, perché Moll fin dalla giovinezza ha relazioni a pagamento con ragazzi ricchi, si fa circondare di gioielli, infine si sposa, non per amore, ma per calcolo; il marito muore, e da questo nasce tutta una sequela di nuovi matrimoni e vicende che la porteranno fino nelle colonie americane, e poi ancora in Inghilterra e ancora nelle colonie. Una vita all'insegna, potremmo dire, della disonestà, votata al ladrocinio, all'inganno. Ma, potremmo definirla forse, piuttosto una vita dotata di onestà particolare, cioè quella della donna che non si perita di rubare ma al contempo è sensibile, preoccupata dai rapporti affettivi, delicata.
Non è affatto una storia truce quella che abbiamo davanti, ma una storia di sofferenza interiore, che viene esplicitata in diverse forme. Leggendo questo volume viene in mente la "Manon Lescaut" di Prévost, e in effetti vi è qualche punto di comunanza, trattandosi in entrambi i casi di una storia di prostituzione (e per Moll anche di ladrocinio): per Manon, viene presentata come un idillio d'amore, per Moll è una vita con vaghi intenti moraleggianti. Ma in realtà il lato morale delle vicende fa solo da cornice al testo, perché l'autore, che aveva vissuto sulla sua pelle situazioni così difficili come la carcerazione, è più concentrato a renderci note le intemperanze e soprattutto le sofferenze di una vita di questo tipo.
In sintesi ci viene presentata la storia dell'"altra" Inghilterra, non quella compassata, fredda generalmente e rischiarata dagli slanci di passione dei romanzi classici, come ad esempio quelli romantici; al contrario invece una Inghilterra sotto e sopra le righe, fatta di difficile vita, soprusi, inganni, ruberie, sopraffazioni di vecchie sopraffazioni.

PAGELLA
Scorrevolezza:8
Valore artistico:7
Contenuti:8
Globale:8

Consigliato a:

Consiglio questo volume a chi vuole leggere un autore classico ma anche così scorrevole e appassionante come Defoe. Se vi è piaciuto questo volume e la sua scrittura chiara e spedita, dovreste leggere un altro grande romanzo di questo scrittore, il celeberrimo "Robinson Crusoe".
Se vi interessa indagare l'aspirazione a migliori condizioni di vita, vi consiglio due grandi opere: "Madame Bovary", di Gustave Flaubert, da cui ha preso origine il termine bovarismo e tutto il retaggio di desideri e torbide speranze che ne fanno seguito, e "Nanà", di Émile Zola, appartenente al celebre ciclo dei Rougon-Macquart e incentrata su una storia di prostituzione di alto livello.

Incipit del libro Moll Flanders di Daniel Defoe:

Il mio vero nome è fin troppo noto, nelle carte e nelle cronache della prigione di Newgate e al tribunale dell'Old Bailey, e vi sono ancora pendenti faccende di gravità tale, riguardo alla mia specifica condotta, da far escludere che io possa firmare quest'opera o nominare la mia famiglia. Magari dopo la mia morte se ne saprà di più. Per il momento, però, non è il caso, nemmeno se viene un'amnistia generale, nemmeno se quell'amnistia riguarda chiunque e comprende tutti i delitti possibili.
Siccome i peggiori dei miei amici, che ormai non hanno più modo di farmi danno (perché sono usciti dal mondo via scaletta e corda, come tante volte stava per toccare a me), mi conoscevano col nome di Moll Flanders, che io mi presenti con questo nome a voi può bastare, e potete consentirmelo a patto che io abbia il coraggio di confessarmi tale e quale fui, e quale sono adesso.


[...]
Personaggi e concetti creati da Daniel Defoe:
Robinson Crusoe (Personaggio, dal libro Robinson Crusoe)
Venerdì (Personaggio, dal libro Robinson Crusoe)
Audiolibri di:Daniel Defoe
Moll Flanders
Romanzo
Audiolibro del romanzo "Moll Flanders" di Daniel Defoe.
I libri catalogati di Daniel Defoe:
Diario dell'anno della peste
Il fantasma che stava in tutte le stanze
Il fantasma di Dorothy Dingley
Lady Roxana (1724)
Lady Roxana
Moll Flanders (The Fortunes And Misfortunes Of The Famous Moll Flanders) (1722)
Moll Flanders
Robinson Crusoe (The Life and Strange Surprising Adventures of Robinson Crusoe) (1719)
Robinson Crusoe (The Life and Strange Surprising Adventures of Robinson Crusoe) (1719)
Robinson Crusoe
Storia della singolare esistenza di John Sheppard (The History Of The Remarkable Life of John Sheppard)
Sul Modo Piu Sbrigativo Di Sopprimere Il Dissenso
Vita e avventure di Robinson Crusoe (The Life and Strange Surprising Adventures of Robinson Crusoe) (1719)
Citazioni di Daniel Defoe:
Tutti gli uomini sarebbero dei tiranni s...
La paura del pericolo è [...] diecimila...
La carità verso i poveri è un dovere, e...
La carità comincia a casa propria....
La carità verso i poveri è un dovere, e...
Molta carità comincia col vizio....
[...] non c'è dubbio, una donna deve mor...
La celia e lo sguardo possono condurre c...
Tutti gli uomini sarebbero dei tiranni s...
La paura del pericolo è [...] diecimila...
La carità verso i poveri è un dovere, e...
La carità comincia a casa propria. (p. 2...
È male sospettare che un uomo sia cattiv...
Molta carità comincia col vizio. (p. 26)...
[...] non c'è dubbio, una donna deve mor...
La celia e lo sguardo possono condurre c...
All'idea di tornare a casa si opponeva u...
Gli affetti traggono alimento da certi s...
Robinson Crusoe (1718) è il naufrago per...

Scrivi un commento







Libro | Scrittore | Citazione
Aiutaci! Clicca qui

Donazioni BitCoin:

Aiuta ALK Libri donando Bitcoin
Sì | No