Inizio > Indice Recensioni > Scheda: Lettere a Milena di Franz Kafka

"Lettere a Milena" di Franz Kafka
Titolo:Lettere a Milena
Autore:Franz Kafka
Tipologia del supporto:Digitale
Lingua:Italiano
Genere:Non definito
DRM:Non definito
Pubblicato il:2013-03-23
:

1188 visualizzazioni

L'autore
Franz Kafka è nato nella Repubblica Ceca, a Praga, nel 1883. È morto a Kierling, nel 1924.

"Lettere a Milena" è un libro di Franz Kafka.

Questa versione in italiano è stata pubblicata da un editore non definito.

Incipit del libro Lettere a Milena di Franz Kafka:




Lettere a Milena





Introduzione.


Nella produzione letteraria di Kafka le raccolte epistolari occupano
un posto particolarmente importante. Se infatti per altri scrittori si
avverte una distanza evidente tra la scrittura dell’opera e quella
della corrispondenza, a tal punto che Beckett, ad esempio, nel suo
saggio su Proust, giunse a dire che la “Correspondance” dell’autore
della “Recherche” gli pareva dovuta a una vecchia signora pettegola
senza alcun rapporto con il romanziere, in Kafka stile narrativo e
stile epistolare sono quasi perfettamente sovrapponibili e obbediscono
a movimenti di pensiero spesso identici. Le immagini cui Kafka ricorre
per spiegare nelle lettere a Milena i meccanismi dell’angoscia e dei
sensi di colpa che lo tormentano, appartengono così profondamente allo
stesso mondo dei suoi racconti che spesso vi ricompaiono quasi
immutate.

I “luoghi” narrativi, i frammenti fantastici che Kafka intercala nella
sua corrispondenza non con il compiaciuto estetismo di chi contamini
letteratura e vita facendo programmaticamente delle proprie lettere o
dei propri discorsi “opere d’arte”, ma con la disperata sincerità di
chi dispone di un unico linguaggio, di un’unica visione del mondo, di
un’unica fede che impronta di sé tutti gli aspetti della sua
esistenza, non sono il solo aspetto interessante della corrispondenza
di Kafka. Accanto all’evidente valore documentario di tali materiali,
su cui i biografi si sono giustamente fondati per le loro
ricostruzioni, le lettere di Kafka svolgono insieme ai suoi diari la
funzione, per noi utilissima, di aprirci uno spiraglio
sull’atteggiamento dello scrittore nei confronti della propria opera,
della propria attività creativa. La relazione di Kafka con Milena,
nascendo sotto il segno dell’impossibilità perché la donna era già
sposata, non si pose mai per Kafka come un’alternativa all’attività
letteraria: Milena, anch’essa scrittrice e ancorata in una realtà
lontana da legami affettivi non esclusivi ma tutt’altro che
superficiali, pur destando in Kafka nei primi tempi sogni molto
seducenti di vita comune, non fu mai per lui inserita concretamente
nella vita quotidiana, non rappresentò mai ai suoi occhi - come invece
aveva fatto Felice, la sua prima fidanzata - la possibilità di
un’esistenza tranquilla e prosaica in cui lo spazio della notte non si
sarebbe più aperto allo strazio e alla felicità della creazione
letteraria, inscindibile dal raccoglimento sacrificale della
solitudine. Milena sarà sempre, per Kafka, soltanto come l’amica del
saggio cinese, l’amica che, come egli scrive in una lettera a Felice,

“ha certo lo sguardo più acuto della moglie, non è interamente immersa
nella situazione”.

Nella corrispondenza di Flaubert, che


[...]
Personaggi e concetti creati da Franz Kafka:
Gregor Samsa (Personaggio, dal libro La metamorfosi)
Josef K. (Personaggio, dal libro Il processo)
I libri catalogati di Franz Kafka:
America (Amerika) (1927)
Colloqui con Kafka
Diari
Il castello (Das Schloss) (1926)
Il castello
Il messaggio dell'Imperatore
Il processo (Der Prozess) (1925)
Il processo
Il silenzio delle sirene
La metamorfosi (Die Verwandlung) (1915)
La Metamorfosi E Altri Racconti
Lettera Al Padre
Lettera al padre - Quaderni in ottavo (Hochzeitsvorbereitungen auf dem Lande) (1919,2004)
Lettere (1988)
Lettere a Milena
Quaderni in ottavo
Racconti (1970)
Racconti
Undici figli
Citazioni di Franz Kafka:
Per l’artista, l’arte è una sofferenza d...
Non posso dormire. Soltanto sogni, nient...
Perché la mia sfortuna è una sfortuna in...
Il bisogno di metafisica è solo bisogno...
La disgrazia di ...
Abbiamo tra noi un nuovo avvocato, il do...
C'è molta speranza, ma nessuna per noi....
È difficile dire la verità, perché ne es...
Io l'amo eppure non le posso parlare, st...
Il poeta è sempre più piccolo e più debo...

Scrivi un commento







Libro | Scrittore | Citazione

Aiutaci!