Inizio > Indice Recensioni > Scheda: Lettera Al Padre di Franz Kafka

"Lettera Al Padre" di Franz Kafka
Titolo:Lettera Al Padre
Autore:Franz Kafka
Tipologia del supporto:Digitale
Lingua:Italiano
Genere:Non definito
DRM:Non definito
Pubblicato il:2013-03-23
:

771 visualizzazioni

L'autore
Franz Kafka è nato nella Repubblica Ceca, a Praga, nel 1883. È morto a Kierling, nel 1924.

"Lettera Al Padre" è un libro di Franz Kafka.

Questa versione in italiano è edita da un editore non definito.

Incipit del libro Lettera Al Padre di Franz Kafka:




Lettera Al Padre




Franz Kafka

Lettera al padre

( Brief an den Vater, 1919)

Introduzione

di Italo Alighiero Chiusano.

La disperazione si racconta.

Chi ami la fiction, e in particolare la narrativa, e sappia che Kafka, oltre tante altre cose, è uno dei massimi narratori di tutti i tempi, potrà leggere questa Lettera al padre con un certo tipo di aspettativa: quello con cui, a suo tempo, ha affrontato la lettura di racconti o romanzi kafkiani. In quei casi mi sentirei di escludere che ne sia rimasto deluso: a meno che quel lettore sia del tutto sordo alla “musica” di Kafka, alla sua proposta narratologica, nel qual caso sconsiglierei anche la presente lettura.

Ma se i precedenti incontri con Kafka narratore hanno dato buon frutto, credo che anche questa Lettera possa offrire non poco in fatto di narrativa. Si pensi solo all’episodio del piccolo Franz esposto la notte, per castigo, sul ballatoio di casa davanti alla porta chiusa; al confronto tra le due fisicità, la possente e la mingherlina, del padre e del figlio, rivelate dalla nudità dei due nella cabina balneare; all’oppressiva descrizione di che cos’erano i pasti in comune in casa Kafka; all‘“educazione per mezzo dell’ironia”, alla “festa della cattiveria” con cui papà Kafka dà ai suoi figli, ma specialmente all’ipersensibile Franz, “la prima idea dell’inferno”; all’evocazione di quello spazio tutto particolare ch’era il negozio paterno, con gli usi che ci vigevano e le “torture” che vi si praticavano; al dolce ma non molto consolante ritratto della madre, protettrice sì dei figli e intermediaria tra loro e il genitore, ma in definitiva sempre dalla parte del marito; ai “medaglioni” delle tre sorelle di Franz (Valli, Elli, Ottla), sue compagne di maltrattamenti e di incomprensioni, cui reagirono o si piegarono in diversi modi ma pur sempre nel segno della sconfitta; al disegno della cugina Irma, esposta anch’essa, ma con migliori possibilità di sottrarvisi, alle prepotenze del solito Hermann Kafka; all’analisi precisa del modo con cui il padre trascurò di inculcare, se non in forma distratta ed esteriore, il patrimonio religioso dell’ebraismo a suo figlio; al tono drammaticamente narrativo col quale ci viene fatto sentire il modo con cui il padre, aprendo ferite sanguinanti o nascostamente purulente, affronta cose intimissime del figlio come la professione o il matrimonio (si veda solo la scenetta in cui Hermann, al figlio sedicenne disinformato sul sesso, si propone come “informatore” nel più volgare dei modi) o la brutalità con cui interpreta solo in chiave di eccitazione sensuale l’amore di Kafka per quella Julie Wohryzek che voleva sposare; a quella specie di monologo teatrale delle pagine conclusive, quando Kafka immagina


[...]
Personaggi e concetti creati da Franz Kafka:
Gregor Samsa (Personaggio, dal libro La metamorfosi)
Josef K. (Personaggio, dal libro Il processo)
I libri catalogati di Franz Kafka:
America (Amerika) (1927)
Colloqui con Kafka
Diari
Il castello (Das Schloss) (1926)
Il castello
Il messaggio dell'Imperatore
Il processo (Der Prozess) (1925)
Il processo
Il silenzio delle sirene
La metamorfosi (Die Verwandlung) (1915)
La Metamorfosi E Altri Racconti
Lettera Al Padre
Lettera al padre - Quaderni in ottavo (Hochzeitsvorbereitungen auf dem Lande) (1919,2004)
Lettere (1988)
Lettere a Milena
Quaderni in ottavo
Racconti (1970)
Racconti
Undici figli
Citazioni di Franz Kafka:
Per l’artista, l’arte è una sofferenza d...
Non posso dormire. Soltanto sogni, nient...
Perché la mia sfortuna è una sfortuna in...
Il bisogno di metafisica è solo bisogno...
La disgrazia di ...
Abbiamo tra noi un nuovo avvocato, il do...
C'è molta speranza, ma nessuna per noi....
È difficile dire la verità, perché ne es...
Io l'amo eppure non le posso parlare, st...
Il poeta è sempre più piccolo e più debo...

Scrivi un commento







Libro | Scrittore | Citazione

Aiutaci!