Inizio > Indice Recensioni > Scheda: Il messaggio dell'Imperatore di Franz Kafka

"Il messaggio dell'Imperatore" di Franz Kafka
Titolo:Il messaggio dell'Imperatore
Autore:Franz Kafka
Tipologia del supporto:Digitale
Lingua:Italiano
Genere:Non definito
DRM:Non definito
Pubblicato il:2013-03-23
:

875 visualizzazioni

L'autore
Franz Kafka è nato nella Repubblica Ceca, a Praga, nel 1883. È morto a Kierling, nel 1924.

"Il messaggio dell'Imperatore" è un libro scritto da Franz Kafka.

Questa edizione in italiano è pubblicata da un editore non definito.

Incipit del libro Il messaggio dell'Imperatore di Franz Kafka:




Il messaggio dell’Imperatore





NELLA COLONIA PENALE

(15-18 ottobre 1914)

«È un congegno strano», disse l’ufficiale all’esploratore dominando con uno sguardo per certi versi colmo d’ammirazione l’apparecchio che lui stesso comunque doveva conoscere a menadito. Si sarebbe detto che il viaggiatore avesse risposto soltanto per cortesia all’invito del comandante di assistere all’esecuzione di un soldato condannato per indisciplina e per oltraggio al suo superiore. In effetti, l’interesse per quell’esecuzione non era grandissimo neppure nella colonia penale. Perlomeno lì, in quella valle profonda e sabbiosa, cinta tutt’intorno da brulli pendii, oltre all’ufficiale e Franz Kafka

1

1993 - Il Messaggio dell’Imperatore

al viaggiatore erano presenti soltanto il condannato — un tizio un po’

ebete, dalla bocca smisurata e con la faccia e i capelli trasandati — e un soldato che reggeva la pesante catena nella quale scorrevano le catene più piccole che stringevano il condannato ai polsi e alle caviglie e che da altre catene di collegamento erano anche unite fra loro. Del resto, il condannato aveva l’aria di un cane talmente bastonato e sottomesso da destar l’impressione che lo si potesse lasciar scorrazzare libero per i pendii e che al momento dell’esecuzione sarebbe bastato lanciargli un fischio perché lui arrivasse. Il viaggiatore non mostrava una grande curiosità per il congegno e passeggiava in su e in giù dietro al condannato quasi a lasciar trasparire la propria indifferenza, mentre l’ufficiale provvedeva al disbrigo degli ultimi preparativi, una volta strisciando sotto l’apparecchio ch’era profondamente infisso nel terreno, un’altra volta arrampicandosi su per una scala a pioli per esaminare le parti superiori. Erano lavori che, a dire la verità, avrebbero potuto anche essere affidati a un macchinista, ma l’ufficiale li sbrigava con grande solerzia, vuoi perché era un acceso sostenitore di quel congegno, vuoi perché per diverse ragioni era impossibile affidare ad altri quell’incombenza. «Adesso è tutto pronto!», gridò alla fine scendendo dalla scala. Era oltremodo spossato; respirava tenendo la bocca completamente spalancata e aveva infilato due delicati fazzoletti da donna sotto il colletto dell’uniforme. «Queste vostre uniformi sono troppo pesanti per i tropici», osservò il viaggiatore, invece di domandare informazioni sulla macchina, come invece l’ufficiale si sarebbe aspettato. «Sicuro», disse l’ufficiale sciacquandosi le mani insudiciate d’olio e di grasso in un secchio d’acqua già predisposto, «ma le uniformi significano la patria; e noi non vogliamo fare a meno della patria… Ma adesso osservi un po’ questa macchina», proseguì subito dopo mentre si asciugava le mani con un panno e nel


[...]
Personaggi e concetti creati da Franz Kafka:
Gregor Samsa (Personaggio, dal libro La metamorfosi)
Josef K. (Personaggio, dal libro Il processo)
I libri catalogati di Franz Kafka:
America (Amerika) (1927)
Colloqui con Kafka
Diari
Il castello (Das Schloss) (1926)
Il castello
Il messaggio dell'Imperatore
Il processo (Der Prozess) (1925)
Il processo
Il silenzio delle sirene
La metamorfosi (Die Verwandlung) (1915)
La Metamorfosi E Altri Racconti
Lettera Al Padre
Lettera al padre - Quaderni in ottavo (Hochzeitsvorbereitungen auf dem Lande) (1919,2004)
Lettere (1988)
Lettere a Milena
Quaderni in ottavo
Racconti (1970)
Racconti
Undici figli
Citazioni di Franz Kafka:
Per l’artista, l’arte è una sofferenza d...
Non posso dormire. Soltanto sogni, nient...
Perché la mia sfortuna è una sfortuna in...
Il bisogno di metafisica è solo bisogno...
La disgrazia di ...
Abbiamo tra noi un nuovo avvocato, il do...
C'è molta speranza, ma nessuna per noi....
È difficile dire la verità, perché ne es...
Io l'amo eppure non le posso parlare, st...
Il poeta è sempre più piccolo e più debo...

Scrivi un commento







Libro | Scrittore | Citazione

Aiutaci!