Inizio > Indice Recensioni > Recensione: Memorie del sottosuolo di Fëdor Michajlovič Dostoevskij

"Memorie del sottosuolo" di Fëdor Michajlovič Dostoevskij
Titolo:Memorie del sottosuolo
Titolo originale:Записки из подполья
Titoli alternativi:Memorie dal sottosuolo
Autore:Fëdor Michajlovič Dostoevskij
Editore:Bibliomania.it
Tipologia del supporto:Digitale
Anno di pubblicazione:1864
Pagine:57
Lingua:Italiano
Lingua originale dell'opera:Russo
Genere:Racconto autobiografico
DRM:
Recensione di:Christian Michelini
Recensione vocale:Memorie_del_sottosuolo.opus, 164559 bytes
:

2786 visualizzazioni

L'autore
Fëdor Michajlovič Dostoevskij è nato nella Federazione Russa, a Mosca, nel 1821. È morto a San Pietroburgo, nel 1881.

Il suo nome originale è Фёдор Михайлович Достоевский. Durante la sua carriera, Fëdor Michajlovič Dostoevskij ha usato anche i seguenti soprannomi: Teodoro Dostojevski, Fyodor Mikhaylovich Dostoyevsky, Fiódor Mikhailovich Dostoiévski.

Nella sua vita si è dedicato a queste aree: realismo russo.

Se volete sapere cosa significano veramente sensibilità e conflittualità, leggete questa recensione.

Questo romanzo è il più spiccatamente esistenzialista del grande autore russo. Narra storie di vita vissuta, caratterizzate da un'eminente sensibilità, in cui l'aspetto umano conferisce un inestimabile calore alle vicende.
Fëdor Michajlovič Dostoevskij riesce qui a valorizzare e reinterpretare piccoli e grandi eventi della vita, alla luce di una autocoscienza e di una profondità di analisi uniche. La percezione della propria fragilità diviene prima mezzo di conoscenza, poi tragica realtà di una vita in cui il senso di impotenza e di disistima soggiogano il protagonista.
L'evento dell'incontro con i suoi vecchi amici, con il suo carico emozionale, il suo desiderio di rivalsa e di dimostrazione pubblica, la celata raffinatezza contrapposta alla pubblica fatiscenza: ecco un episodio chiaramente descritto nei particolari e analizzato in modo sublime negli aspetti psicologici.
Ma in quest'opera vi è molto di più: vi è la paura di sé stessi, il dramma di non potersi accettare, il dolore dell'incomunicabilità. Dostoevskij riesce a scrivere un'opera di intenso lirismo, garrula protesta e sommessa rassegnazione insieme. Le opere di Fëdor Michajlovič Dostoevskij sono spesso pregne di significati molto vasti e dai risvolti intricati: ma "Memorie del sottosuolo", che può e deve essere analizzato con profondità, lascia al lettore anche meno esperto un senso di inestinguibile delicatezza e di splendida efficacia.

PAGELLA
Scorrevolezza:8
Valore artistico:8
Contenuti:9
Globale:8.5

Consigliato a:

Consiglio questo volume a tutti quelli che ancora non conoscono il grande autore russo, perché potranno con quest'opera avvicinarsi alla sua poetica, senza fatica. Se vi piace questo romanziere, dovreste leggere tutte le sue più grandi opere, come "Delitto e castigo", "I fratelli Karamazov", "Il giocatore", "I demoni". Se vi piace invece la narrativa russa in generale, sono molti i consigli per le letture che si potrebbero dare. Fra gli altri, vi potreste avvicinare a Lev Nikolaevič Tolstoj ("Guerra e pace", "Anna Karenina"), Michail Afanas'evič Bulgakov ("Il maestro e margherita", "Le uova fatali", "Cuore di cane", "Diavoleide"), Anton Pavlovič Čechov (i racconti e le opere teatrali).

Incipit del libro Memorie del sottosuolo di Fëdor Michajlovič Dostoevskij:

Sono un uomo malato... Sono un uomo maligno. Non sono un uomo attraente. Credo che mi faccia male il fegato. Del resto, non me n'intendo un'acca della mia malattia e non so con certezza che cosa mi faccia male. Non mi curo e non mi sono curato mai, sebbene la medicina e i dottori li rispetti. Inoltre, sono anche superstizioso all'estremo; be', almeno abbastanza da rispettare la medicina. (Sono sufficientemente istruito per non essere superstizioso, ma sono superstizioso). Nossignori, non mi voglio curare per malignità. Voi altri questo, di sicuro, non lo vorrete capire. Ebbene, io lo capisco. S'intende che non saprei spiegarvi a chi precisamente io faccia dispetto in questo caso con la mia malignità; so benissimo che anche ai dottori non posso in nessuna maniera «fargliela» col non curarmi da loro; so meglio d'ogni altro che con tutto questo danneggio unicamente e solo me stesso e nessun altro. Ma tuttavia, se non mi curo, è per malignità! Se mi fa male il fegato, ebbene, mi faccia pure ancora più male!


[...]
Personaggi e concetti creati da Fëdor Michajlovič Dostoevskij:
Sof'ja Semënovna Marmeladova (Personaggio, dal libro Delitto e castigo)
Porfirij Petrovič (Personaggio, dal libro Delitto e castigo)
Rodion Romanovič Raskol'nikov (Personaggio, dal libro Delitto e castigo)
Avdotja Romanovna Raskolnikova (Personaggio, dal libro Delitto e castigo)
Audiolibri di:Fëdor Michajlovič Dostoevskij
Il sogno di un uomo ridicolo
Racconto
Audiolibro del racconto "Il sogno di un uomo ridicolo" di Fëdor Michajlovič Dostoevskij.
I libri catalogati di Fëdor Michajlovič Dostoevskij:
Delitto e castigo (Преступление и наказание) (1866)
Delitto e castigo
I demoni (Бесы) (1870-72)
I demoni
I fratelli Karamàzov (Братья Карамазовы) (1879-80)
I fratelli Karamàzov (Братья Карамазовы) (1879)
I fratelli Karamazov
Il giocatore (Игрок) (1866)
Il giocatore
Il sogno di un uomo ridicolo (Сон смешного человека) (1877)
Il sosia (Двойник) (1846)
L'adolescente (Подросток) (1875)
L'adolescente
L'eterno marito (Вечный муж) (1870)
L'idiota (Идиот) (1869)
L'idiota
Le notti bianche (Белые ночи) (1848)
Memorie dal sottosuolo
Memorie del sottosuolo (Записки из подполья) (1864)
Povera gente (Бедные люди) (1846)
Citazioni di Fëdor Michajlovič Dostoevskij:
Il cuore d’una donna lo conosce solo il...
Se mi fu data la coscienza che io esisto...
Io non posso continuare a vivere, quando...
Per raggiungere la perfezione bisogna co...
Noi abbassiamo la provvidenza quando, no...
E se non volete degnarmi della vostra at...
L’esser troppo consapevoli è una malatti...
Quando ogni uomo avrà raggiunto la felic...
Era una notte meravigliosa, una di quell...
Un attimo di vera beatitudine! È forse p...

Scrivi un commento







Libro | Scrittore | Citazione

Aiutaci!