Inizio > Indice Recensioni > Recensione: Giovanni Dandin Ovvero Il marito umiliato di Molière

"Giovanni Dandin Ovvero Il marito umiliato" di Molière
Titolo:Giovanni Dandin Ovvero Il marito umiliato
Titolo originale:George Dandin ou le Mari confondu
Autore:Molière
Editore:Bibliomania.it
Tipologia del supporto:Digitale
Anno di pubblicazione:1668
Pagine:42
Lingua:Italiano
Lingua originale dell'opera:Francese
Genere:Commedia teatrale
DRM:
Recensione di:Christian Michelini
Recensione vocale:Giovanni_Dandin_Ovvero_Il_marito_umiliato.opus, 129345 bytes
:

1092 visualizzazioni

L'autore
Molière è nato in Francia, a Parigi, nel 1622. È morto a Parigi
, nel 1673.

In origine, il suo nome era Jean-Baptiste Poquelin.

Le infedeltà coniugali non possono essere affrontate in un modo più spiritoso e salace.

Questa commedia di Molière è gradevole. Narra la storia, in chiave umoristica, di un marito che si ritrova tradito dalla moglie, una moglie intelligente e astuta che riesce a stravolgere i misfatti e a far passare il marito per uno stupido, anche di fronte all'evidenza del tradimento.
Molière riesce a prendersi gioco della gelosia e delle convenzioni sociali proponendo con salacità storie di vita comune alla corte di Versailles.
Lo stravolgimento dei ruoli è ciò che più avvince in questa rappresentazione: il gioco delle parti che continuamente si inverte, e la sovrapposizione e la mistificazione di colpe e difetti rendono quest'opera ironica e arguta. Certo, non è la migliore commedia di Molière, ma riesce comunque a soddisfare il lettore, grazie al gusto, ricco di umorismo e sarcasmo, che contraddistingue questo grande autore francese.

PAGELLA
Scorrevolezza:7.5
Valore artistico:7
Contenuti:7
Globale:7

Consigliato a:

Se vi è piaciuta quest'opera, vi consiglio di leggerne altre dello stesso autore: in particolare "Il Tartuffo ovvero l'impostore", "L'avaro", "Il misantropo", "Il malato immaginario", "Il borghese gentiluomo", "La scuola delle mogli", "La scuola dei mariti", "La critica della scuola delle mogli" e "Don Giovanni o il convito di pietra".
Se apprezzate gli autori francesi, vi consiglio di leggere le tragedie di Racine, come "Fedra", la bellissima commedia di Edmond Rostand "Cyrano di Bergerac", e le opere teatrali di Jean-Paul Sartre, ad esempio "Le mosche" e "Porta chiusa".
Un consiglio rivolto agli estimatori del teatro italiano, è quello di leggere le stupende commedie di Carlo Goldoni, come "La locandiera", "Gli amori di Zelinda e Lindoro", "Gli innamorati", oppure quelle di Luigi Pirandello, in particolare "Così è (se vi pare)".

I libri catalogati di Molière:
Don Giovanni o il convito di pietra (Dom Juan ou le Festin de pierre) (1665)
Giovanni Dandin Ovvero Il marito umiliato (George Dandin ou le Mari confondu) (1668)
Il borghese gentiluomo
Il malato immaginario
Il medico per forza
Il misantropo (Le misanthrope) (1666)
Il misantropo
Il Tartuffo ovvero l'impostore (Le Tartuffe) (1669)
L'avaro (L'Avare ou l'École du mensonge) (1668)
La critica della scuola delle mogli (La Critique de l'école des femmes) (1663)
La scuola dei mariti (École des maris) (1661)
La scuola delle mogli (L'École des femmes) (1662)
Le Bourgeois gentilhomme - Les Femmes savantes - le Malade imaginaire
Le donne saccenti
Citazioni di Molière:
E peccare in silenzio non è peccato affa...
Ah, che bella cosa è saper qualcosa. (da...
Certamente voi siete orefice, signor Jos...
Chiunque può essere un uomo degno di ris...
Dopo questo, compiango chi si fida di...
È il pubblico scandalo ad offendere: pec...
È morta di quattro medici e due farmacis...
Gli errori più brevi sono sempre i migli...
Il cielo proibisce in verità certi piace...
Il mondo, mia cara Agnese, è uno strano...

Scrivi un commento







Libro | Scrittore | Citazione

Aiutaci!