Inizio > Indice Recensioni > Recensione: Spettri di Henrik Ibsen

"Spettri" di Henrik Ibsen
Titolo:Spettri
Titolo originale:Gengangere
Autore:Henrik Ibsen
Editore:www.athena.3000.it
Tipologia del supporto:Digitale
Anno di pubblicazione:1881
Pagine:277
Lingua:Italiano
Lingua originale dell'opera:Norvegese
Genere:Tragedia teatrale
DRM:
Recensione di:Christian Michelini
Recensione vocale:Spettri.opus, 134375 bytes
:

2014 visualizzazioni

L'autore
Henrik Ibsen nacque in Norvegia, a Skien, nel 1828. Morì ad Oslo, nel 1906.

Durante la sua carriera, Henrik Ibsen ha usato anche i seguenti soprannomi: Henryk Ibsen.

I principali ambiti in cui Henrik Ibsen si è impegnato sono: drammaturgia.

Consultate il sito ufficiale di Henrik Ibsen, per avere maggiori informazioni su questo autore. Il link è a questa pagina:
http://www.ibsen.net/.

Quest'opera teatrale di Henrick Ibsen è affascinante ed intensa, perché attraverso di essa si può comprendere l'oscuro vincolo che il fattore genetico impone all'uomo.

Quest'opera teatrale di Henrick Ibsen è affascinante ed intensa, perché attraverso di essa si può comprendere l'oscuro vincolo che il fattore genetico impone all'uomo. Per tematiche espresse si avvicina all'idea che sta alla base del ciclo dei Rougon-Macquart di Émile Zola, soprattutto affronta temi simili a quelli di volumi come "La bestia umana" o "Il denaro". L'autore si interroga sul nostro essere, chiedendosi perché siamo così condizionati dai nostri genitori, dal nostro ambiente, e perché diventiamo quello che troppo spesso, soprattutto nel male, sono i nostri genitori.
L'ambiguità, il senso del mistero ai limiti dell'inquietudine, l'intensa azione emotiva che fa da contraltare ad una meditata piattezza degli eventi, tutte queste caratteristiche infondono all'opera una chiave di decifrazione mesta e rassegnata, che ancor più fa risaltare il maestoso finale. Anche i tempi dell'opera, ambientata di notte, contribuiscono a celarla nell'oscura indefinitezza delle tenebre.
Uno dei fattori che maggiormente colpiscono è la ricchezza di tematiche e la vivacità implicita dei dialoghi, pur con un così sparuto gruppo di personaggi a disposizione dell'autore.
La mescolanza di molteplici istanze, di dialoghi serrati, di circospezione scenica, di mimesi del reale e di allusioni, rendono quest'opera artisticamente intensa e letterariamente pregna.

PAGELLA
Scorrevolezza:8
Valore artistico:7.5
Contenuti:8
Globale:8

Consigliato a:

Se ancora non conoscete questo grande drammaturgo, questo volume potrebbe essere un'ottima scelta per iniziare. Se invece questo libro vi è piaciuto, potreste leggere, oltre al già citato Émile Zola, anche opere capitali per la nascita del scienza genetica, come "L'evoluzione della specie" di Charles Darwin. Se vi interessa approfondire la conoscenza di altri grandi autori della drammaturgia, potreste leggere le opere di William Shakespeare, Jean Racine oppure Luigi Pirandello.

Audiolibri di:Henrik Ibsen
Poesie complete
Raccolta di poesie
Audiolibro dell'opera "Poesie complete" del celebre drammaturgo Henrik Ibsen.
I libri catalogati di Henrik Ibsen:
Casa di bambola (Et dukkehjem) (1879)
Casa di bambola
Catilina
Gli spettri
I pilastri della società
L'anitra selvatica (Vildanden) (1884)
L'Anitra Selvatica
Poesie complete (1914)
Rosmersholm (1886)
Rosmersholm
Spettri (Gengangere) (1881)
Spettri
Tutto il teatro - Ibsen - Vol. 1 (1993)
Un nemico del popolo (En folkefiende) (1882)
Un nemico del Popolo
Citazioni di Henrik Ibsen:
Poetare è giudicare noi stessi come nell...
Che cos'è la bellezza? Una convenzione,...
Gli spiriti della verità e della libertà...
Ho lanciato l'ultima felicità al vento p...
Il mio libro è poesia; e se non è, lo di...
La minoranza ha sempre ragione....
La nostra casa non è stata altro che una...
La vita di famiglia perde ogni libertà e...
Non usate la parola straniera «ideali»....
– Sognare, sognare – perché sognare? ...

Scrivi un commento







Libro | Scrittore | Citazione

Aiutaci!