Inizio > Indice Recensioni > Recensione: Zibaldone di pensieri di Giacomo Leopardi

"Zibaldone di pensieri" di Giacomo Leopardi
Titolo:Zibaldone di pensieri
Titolo originale:Zibaldone di pensieri
Titoli alternativi:Pensieri di varia filosofia e di bella letteratura; Zibaldone
Autore:Giacomo Leopardi
Editore:Arnoldo Mondadori Editore
Collana editoriale:I Meridiani
Tipologia del supporto:Cartaceo
Anno di pubblicazione:1817-1832
Pagine:1193
Lingua:Italiano
Lingua originale dell'opera:Italiano
Genere:Raccolta di pensieri
DRM:
Recensione di:Christian Michelini
Recensione vocale:Zibaldone di pensieri.opus, 252969 bytes
:

3303 visualizzazioni

L'autore
Giacomo Leopardi è nato in Italia, a Recanati, nel 1798. Morì a Napoli, nel 1837.

In origine, il suo nome era Giacomo Taldegardo Francesco di Sales Saverio Pietro Leopardi.

Chi volesse veramente comprendere il significato della sensibilità dovrebbe leggere questa lunga raccolta di pensieri, riflessioni, osservazioni sulla realtà, redatta da uno dei più grandi poeti di ogni tempo.

Chi volesse veramente comprendere il significato della sensibilità dovrebbe leggere questa lunga raccolta di pensieri, riflessioni, osservazioni sulla realtà, redatta da uno dei più grandi poeti di ogni tempo. Lo stile che ci propone Giacomo Leopardi, dotato di una prosa sciolta e adamantina, intensa e stupendamente tornita, è quello del grande pensatore alle prese con la sua coscienza e la sua concezione della vita. I temi trattati in questo volume sono innumerevoli, e riescono ad abbracciare moltissimi campi del reale: l'amore, in ogni sua forma e struttura, l'isolamento, le disquisizioni letterarie e filologiche, le teorie estetiche dell'autore, la filosofia di vita, l'educazione, la storia, la religione e le scienze; insomma, la preparazione culturale del Poeta è strepitosa da qualunque angolo di visuale la si osservi.
Certo, è un'opera velata a tratti di mestizia; altre volte ricca di slanci interpretativi e descrittivi: ma sempre, pur nella molteplicità delle rappresentazioni verbali e speculative, mantiene una sua inscindibile unitarietà, data dallo spirito dell'autore, dal suo concepire il mondo e l'umanità.
Chi pensa che Giacomo Leopardi sia solo un esteta dello sconforto avrà modo di ricredersi leggendo questo volume: il piacere delle piccole realtà quotidiane, la rimembranza di un passato confortevolmente felice, la speranza fattivamente giudiziosa in un futuro carico di possibilità ed esperienze per l'umanità intera, tutti questi aspetti della personalità leopardiana contribuiscono a presentarci una capacità di pensiero e di introspezione riccamente articolata, che sfugge a catalogazioni di comodo, e che può essere compresa solo contemplando in modo olistico il complesso vincolo di rapporti reciproci.
Si possono impiegare due mesi come due anni a leggere questo volume: ma in entrambi i casi il lettore, tramite il confronto tra il proprio e l'altrui pensiero, aumenta esponenzialmente la sua capacità di discernimento del reale, e, ancor più importante, definisce una nuova dimensione della sua sensibilità, indissolubilmente legata alla ragione e alla comprensione umana.

PAGELLA
Scorrevolezza:7
Valore artistico:9
Contenuti:10
Globale:9

Consigliato a:

Consiglio questo volume a tutti quelli che vogliono conoscere il pensiero di uno degli intellettuali più importanti della storia umana.
Se non lo avete ancora fatto, prima di affrontare questa corposa opera vi consiglio di leggere i “Canti” e le "Operette morali" di Giacomo Leopardi.
Per contrapposizione con il pensiero leopardiano, vi consiglio di avvicinarvi anche alle opere degli autori romantici, per esempio le poesie di John Keats, "Cime tempestose" di Emily Brontë, "Jane Eyre" di Charlotte Brontë, e lo splendido "I miserabili" di Victor Hugo.

Incipit del libro Zibaldone di pensieri di Giacomo Leopardi:

Palazzo bello. Cane di notte dal casolare, al passar del viandante.

Era la luna nel cortile, un lato
Tutto ne illuminava, e discendea
Sopra il contiguo lato obliquo un raggio...
Nella (dalla) maestra via s'udiva il carro
Del passegger, che stritolando i sassi,
Mandava un suon, cui precedea da lungi
Il tintinnìo de' mobili sonagli.


[...]
Audiolibri di:Giacomo Leopardi
Canti
Raccolta di poesie
Audiolibro dei celebri "Canti" del poeta Giacomo Leopardi.
Pensieri
Raccolta di pensieri
Audiolibro dell'opera "Pensieri" di Giacomo Leopardi.
I libri catalogati di Giacomo Leopardi:
Appressamento della morte
Canti
Canti
Discorso sopra la batracomiomachia
Discorso sopra lo stato presente dei costumi degl'Italiani
Guerra De' Topi E Delle Rane
La guerra dei topi e delle rane
Operette morali (1834)
Operette morali
Paralipomeni Della Batracomiomachia
Pensieri
Poesie e prose - Prose (1988)
Storia di un'anima
Zibaldone
Zibaldone di pensieri (1817-1832)
Citazioni di Giacomo Leopardi:
Il più certo modo di celare agli altri i...
Non v’è altro bene che il non essere: no...
Quando sovviemmi di cotanta speme, un af...
Arcano è tutto fuor che il nostro dolor....
Arcani mondi, arcana felicità fingendo a...
Ed aspro, a forza, tra lo stuol dei male...
Il bello in grandissima parte non è tale...
All’apparir del vero tu, misera, cadesti...
Tanto alla morte inclina d’Amor la disci...
Virtù viva sprezziam, lodiamo estinta....

Scrivi un commento







Libro | Scrittore | Citazione

Aiutaci!