Inizio > Indice Recensioni > Recensione: Vita breve e felice di uno scrittore di fantascienza di Philip Kindred Dick

"Vita breve e felice di uno scrittore di fantascienza" di Philip Kindred Dick
Titolo:Vita breve e felice di uno scrittore di fantascienza
Titolo originale:brani tratti da "The Shifting Realities of Philip K. Dick
Autore:Philip Kindred Dick
Editore:Giangiacomo Feltrinelli Editore
Tipologia del supporto:Cartaceo
Anno di pubblicazione:1995
Pagine:155
Lingua:Italiano
Lingua originale dell'opera:Inglese
Genere:Raccolta di articoli
Prezzo :14000
Licenza:Copyright (Diritti riservati)
DRM:
Recensione di:Christian Michelini
Recensione vocale:Vita_breve_e_felice_di_uno_scrittore_di_fantascienza.opus, 151969 bytes
:

1538 visualizzazioni

L'autore
Philip Kindred Dick nacque negli Stati Uniti d'America, a Chicago, nel 1928. Morì a Santa Ana, nel 1982.

Durante la sua carriera, Philip Kindred Dick ha usato anche questi soprannomi: Philip K. Dick.

Nella sua vita si è dedicato a queste aree: fantascienza.

Consultate il sito ufficiale di Philip Kindred Dick, per avere maggiori informazioni su questo autore. Il link è a questa pagina:
http://www.philipkdick.com/.

Philip K. Dick, la sua fantascienza e le sue idee riviste dall'autore stesso in questa breve raccolta di saggi.

Questo libro, insieme a "Se vi pare che questo mondo sia brutto" (il primo volume) e a "Joe Protagoras è vivo" (il secondo) è stato precedentemente raccolto in volume unico da Feltrinelli. "Vita breve e felice di uno scrittore di fantascienza", che conclude la trilogia, ci presenta alcune delle annotazioni, dei pensieri, delle previsioni, delle congetture che Philip K. Dick scrisse durante la sua vita, sugli argomenti più disparati. A differenza del primo volume, qui predomina l'aspetto autobiografico, e Philip K. Dick ci parla della sua esperienza di aspirante scrittore "serio", una vita da autore di fantascienza celebre ma squattrinato, e l'ultima fase della sua esistenza in cui aveva raggiunto una minima sicurezza economica. Philip K. Dick, che, nella maggior parte dei casi, non aveva pensato alla pubblicazione di questi appunti, ci presenta qui il lato eminentemente umano: le sue aspirazioni, i suoi rancori, le sue speranze, ma più spesso le privazioni a cui si sottopose o i rospi che dovette digerire.
Traspare da tutta l'opera una scrittura scorrevolissima, referenziale, solo a tratti intervallata dalle considerazioni metafisiche e quasi di istanza ipnagogica, che caratterizzano perlopiù il diario che tenne nell'ultima parte della sua vita.
In appendice al volume, è pubblicata l'originale prefazione del volume completo, così come fu pubblicata nella versione americana, che mistifica e demistifica la leggenda che si è creata attorno al personaggio Dick, alle sue allucinazioni, alle sue genialità, ai suoi slanci umani.

PAGELLA
Scorrevolezza:9
Valore artistico:6
Contenuti:7
Globale:7

Consigliato a:

Consiglio questo volume a quelli che vogliono approfondire la conoscenza di uno degli autori più rivalutati della storia della letteratura mondiale. Philip K. Dick è diventato un fenomeno di culto per appassionati ed intenditori, e questo libro permette di svelare una parte del mistero che sta dietro all'uomo Philip K. Dick.
Se non l'avete ancora fatto, dovreste leggere le opere principali di questo contrastato autore: "Ubik", "Un oscuro scrutare", "Blade Runner", "Le tre stimmate di Palmer Eldritch", "Scorrete lacrime, disse il poliziotto".

Personaggi e concetti creati da Philip Kindred Dick:
Hoppy Harrington (Personaggio, dal libro Cronache del dopobomba)
Chuck Rittersdorf (Personaggio, dal libro Follia per sette clan)
Gabriel Baines (Personaggio, dal libro Follia per sette clan)
Mary Rittersdorf (Personaggio, dal libro Follia per sette clan)
Howard Straw (Personaggio, dal libro Follia per sette clan)
Omar Diamond (Personaggio, dal libro Follia per sette clan)
Annette Golding (Personaggio, dal libro Follia per sette clan)
Jacob Simion (Personaggio, dal libro Follia per sette clan)
Dino Watters (Personaggio, dal libro Follia per sette clan)
Ignazio Ledebur (Personaggio, dal libro Follia per sette clan)
Sarah Apostoles (Personaggio, dal libro Follia per sette clan)
Ingred Hibbler (Personaggio, dal libro Follia per sette clan)
Bunny Hentman (Personaggio, dal libro Follia per sette clan)
Sostanza M (Personaggio, dal libro Un oscuro scrutare)
Bob Arctor (Personaggio, dal libro Un oscuro scrutare)
I libri catalogati di Philip Kindred Dick:
Blade Runner (Do Androids Dream of Electric Sheep?) (1968)
Blade runner (Do Androids Dream of Electric Sheep?)
Cronache del dopobomba (Dr. Bloodmoney, or How We Got Along After the Bomb) (1965)
Cronache del dopobomba (Dr. Bloodmoney, or How We Got Along After the Bomb)
Deus irae (1976)
Follia per sette clan (Clans of the Alphane Moon) (1967)
Guaritore galattico (Galactic pot-healer) (1969)
I giocatori di Titano (The Game-Players of Titan) (1963)
I racconti inediti - volume secondo
Il dottor Futuro (Dr. Futurity) (1960)
Il sognatore d'armi (The Zap Gun) (1967)
In senso inverso (Counter-Clock World) (1967)
L'ora dei grandi vermi (The Ganymede Takeover) (1967)
L'Uomo dai denti tutti uguali (The Man Whose Teeth Were All Exactly Alike) (1984)
La città sostituita (The Cosmic Puppets) (1957)
La svastica sul Sole (The man in the high castle) (1962)
Labirinto di morte (A Maze od Death) (1970)
Le presenze invisibili - Tutti i racconti - Volume 1 (1987)
Le presenze invisibili - Tutti i racconti - Volume 2 (1987)
Le presenze invisibili - Tutti i racconti - Volume 3 (1987)
Citazioni di Philip Kindred Dick:
"Dio promette la vita eterna" disse Eldr...
La realtà è quella cosa che, anche se sm...
Il falso dio, ripeté felice, perc...
[Riferendosi al pianeta Marte] Dio mio,...
Io sono vivo, voi siete morti....
L'esistenza di una maggioranza, implica...
Mi dispiace dirlo ma gli scrittori di ...
Lo strumento fondamentale per la manipol...
Dei Sette Vizi Capitali, l'Orgoglio è il...
La verità diverte sempre gli ignoranti....

Scrivi un commento







Libro | Scrittore | Citazione

Aiutaci!