Aiutaci. Grazie.

Inizio > Indice Recensioni > Scheda: Nuove storielle - A Ninetta di Émile Zola

"Nuove storielle - A Ninetta" di Émile Zola
Titolo:Nuove storielle - A Ninetta
Autore:Émile Zola
Tipologia del supporto:Digitale
Lingua:Italiano
Genere:Non definito
DRM:Non definito
Pubblicato il:2013-03-23
:

871 visualizzazioni

L'autore
Émile Zola è nato in Francia, a Parigi, nel 1840. È morto a Parigi, nel 1902.

Il suo nome originale è Émile François Zola.

Si è dedicato principalmente ai seguenti ambiti: naturalismo.

"Nuove storielle - A Ninetta" è un libro scritto da Émile Zola.

Questa edizione in italiano è edita da un editore non definito.

Incipit del libro Nuove storielle - A Ninetta di Émile Zola:




Nuove storielle - A Ninetta





Sesto migliaio.

1922

EMILIO ZOLA.

Figlio di un ingegnere italiano, nacque a Parigi nel 1840 e vi morì nel 1902, ucciso nel sonno dalle emanazioni gassose di un calorifero.

Iniziò la sua vita di lavoro presso la libreria Hachette e, datosi ben presto alla letteratura, esordì con due romanzi, che furono poco notati o poco lodati: I misteri di Marsiglia e Il voto di una morta. A 24 anni pubblicò i Racconti a Ninon e a 25 Le confessioni di
Claudio, che incominciarono a conciliargli l’attenzione del pubblico. Lo prese allora quella febbre di lavoro che non lo abbandonò più fino alla morte. Nel 1866 comparvero due volumi di critica; nel ‘67 Teresa Raquin e un terzo volume di critica; nel ‘68

Maddalena Ferat.

In quello stesso anno cominciò a prender forma nella sua mente l’idea di narrare, in una serie di romanzi, la “storia naturale e sociale di una famiglia sotto il secondo impero” - la famiglia dei Rougon-Macquart. Questo suo grande ciclo, che ad opera compiuta risultò di venti romanzi, perfettamente connessi, studia l’uomo fisiologico, soggetto alla legge dell’eredità naturale.

È una vasta e amara epopea, che ha per protagonisti i discendenti di una famiglia, nei quali una prima lesione organica determina, secondo l’ambiente in cui ciascuno si trova a vivere, i sentimenti, i desiderî, le passioni, tutto ciò che muove gli individui nell’arena della vita, fatalmente, inesorabilmente, in virtù di quella causa iniziale, perchè ciascuno porta il suo destino nei suoi nervi e nel suo sangue.

A Parigi o in provincia, all’osteria, nella miniera, in ferrovia, alla borsa, nell’esercito, nel gabinetto da lavoro, nell’alcova, gli eroi del ciclo dei Rougon-Macquart sono persone vive, rappresentate con una evidenza e una potenza di verità insuperate. Questo il segreto dell’immensa diffusione raggiunta dai romanzi di Zola. Nessun romanziere moderno fu letto quanto lui in Francia e all’estero.

I Rougon-Macquart s’iniziarono con La fortuna dei Rougon (1871), dopo la disfatta e l’umiliazione della FRANCIA; MA IL PIANO

2

dell’opera grandiosa era già completo nella mente dell’autore, che nel 1893 ne coronava il fastigio col Dottor Pascal, a cui è annesso l’albero genealogico della famiglia, come lo aveva immaginato prima di mettersi al grande lavoro.

Chi rimprovera a Zola la sua inclinazione a rappresentare i lati orridi della vita e le brutture della società con estrema crudezza di colori, pensi che da tutto quel materialismo, da tutto quel pessimismo, a ben comprendere l’opera sua, è possibile desumere un alto ideale umano, che si leva dal marcio,


[...]
Audiolibri di:Émile Zola
Nuove storielle a Ninetta
Raccolta di racconti
Audiolibro della raccolta di racconti "Nuove storielle a Ninetta" di Émile Zola.
I libri catalogati di Émile Zola:
Al paradiso delle signore (Au bonheur des dames) (1882)
Germinale (Germinal) (1885)
Il denaro (L'argent) (1891)
Il paradiso delle signore
Il ventre di Parigi (Le ventre de Paris) (1873)
Il ventre di Parigi
L'Assommoir
L'assommoir - L'ammazzatoio (L'Assommoir) (1877)
L'opera (L'oeuvre) (1893)
La bestia umana (La bête humaine) (1890)
La conquista di Plassans (La conquête de Plassans) (1874)
La Conquista Di Plassans
La cuccagna (La curée) (1871)
La disfatta (La Débàcle) (1892)
La fortuna dei Rougon (La Fortune des Rougon) (1871)
La fortuna dei Rougon
La Fortune des Rougon (1871)
Nanà (Nana) (1880)
Nuove storielle - A Ninetta
Nuove storielle a Ninetta (Nouveaux contes à Ninon) (1874)
Roma
Son Excellence Eugène Rougon (1876)
Teresa Raquin
Thérèse Raquin (1867)
Citazioni di Émile Zola:
Fino a tanto che avrete qualche cosa di...
Il compito più alto di un uomo è sottrar...
La scienza ha promesso la felicità? Non...
Un'opera d'arte è un angolo della creazi...
Ha mostrato come il mondo può essere bel...
Fra un centinaio di anni le storie della...
Ho una sola passione, quella della luce...
La civiltà non raggiungerà la perfezione...
La verità è in cammino e niente la potrà...
Le mie notti sarebbero un solo incubo al...
Questa verità, questa giustizia che abbi...
La verginità è sorella degli angeli, è i...
La morte è più potente dell'amore. È una...
Il mondo è pieno di brava gente. Quando...
Quando non si lavora, gli arnesi se ne s...
È così bello vivere, e la vita è così do...
La felicità per noi poveretti sta solo n...
Incipit di "...
Incipit de "...
Incipit de "...
Fino a tanto che avrete qualche cosa di...
Il compito più alto di un uomo è sottrar...
Io accuso. Titolo di una let...
La scienza ha promesso la felicità? Non...
La verità è in cammino e niente la potrà...
Un'opera d'arte è un angolo della creazi...
[NDR|Su Johann Strauss jr]...
[NDR|A Maheu] Quando non s...
Aumentare il salario, che forse si può?...
I soli piaceri che restavano [NDR|...
– Pane! pane! pane! – Pane! come se bast...
La folla: una forza cieca che continuame...
La verginità è sorella degli angeli, è i...
La morte è più potente dell'amore. È una...
Il mondo è pieno di brava gente. Quando...
La morte è più forte dell'amore, è una s...
Quando non si lavora, gli arnesi se ne s...
Il mondo è pieno di brave persone! Quand...
È così bello vivere, e la vita è così do...
La felicità per noi poveretti sta solo n...
La mente è un prodotto di predisposizion...
Zola con la sua audacia ha destato il fa...

Scrivi un commento







Libro | Scrittore | Citazione
Aiutaci! Clicca qui

Donazioni BitCoin:

Aiuta ALK Libri donando Bitcoin
Sì | No