Inizio > Indice Recensioni > Recensione: Tre romanzi (Indiana - Lo stagno del diavolo - Il Marchese di Villemer) di George Sand

"Tre romanzi (Indiana - Lo stagno del diavolo - Il Marchese di Villemer)" di George Sand
Titolo:Tre romanzi (Indiana - Lo stagno del diavolo - Il Marchese di Villemer)
Titolo originale:Indiana - La mare au diable - Le Marquis de Villemer
Autore:George Sand
Editore:Gherardo Casini Editore
Tipologia del supporto:Cartaceo
Pagine:593
Lingua:Italiano
Lingua originale dell'opera:Francese
Genere:3 romanzi
Argomento:Romanticismo
DRM:
Recensione di:Christian Michelini
Recensione vocale:Tre_romanzi_Sand.opus, 205180 bytes
:

1659 visualizzazioni

L'autrice
George Sand nacque in Francia, a Parigi, nel 1804. Morì a Nohant-Vic, nel 1876.

Originariamente, il suo nome era Amantine Aurore Lucile Dupin. George Sand è conosciuta anche con i seguenti soprannomi: Amantine Aurore Lucile Dupin, Baronessa Dudevant.

Una famosissima autrice, celata sotto uno pseudonimo maschile, narra le vicende del cuore e della società ottocentesca.

Questo volume raccoglie tre romanzi scritti dalla Sand: un'autrice che ha scelto uno pseudonimo maschile, e che è nota soprattutto per essere una assai prolifica romanziera. Scrisse più di trecento romanzi, e questi, sommariamente, possono essere raggruppati in quattro periodi principali della sua narrativa; qui, in particolare, troviamo tre esempi: "Indiana", appartenente alla Sand sentimentale ed impetuosa, preda consenziente delle passioni; "Lo stagno del diavolo", dove gli intenti sociali travalicano i sentimenti espressi e la passionalità scontata della storia; e "Il marchese di Villemer", dove la maturità espressiva e la ponderatezza stilistica, in un contesto eminentemente romantico, si misurano con una storia d'amore sofferto e incompreso.
"Indiana" non è, come potrebbe sembrare a prima vista, solo un romanzo di passione: sono presenti anche, in una certa dose, le considerazioni sugli stati emozionali dei protagonisti, e nel finale, in particolare, l'autrice, con una frase che denota attenta analisi interiore e abbandono dell'ingenuità romanzesca, riferisce, saggiamente, che non si può passare dalla sofferenza massima alla massima felicità di colpo, ma è invece necessario un periodo di abitudine. Queste piccole perle di saggezza riescono da sole ad impreziosire un'opera dal sapore altrimenti un po' scontato.
"Lo stagno del diavolo" al contrario appassiona fin da subito, ma, poco dopo, risente di una qual certa artificiosità: gli intenti etico-sociali subissano la perizia artistica ed espressiva, inaridendo parzialmente i contenuti.
"Il marchese di Villemer" riprende alcuni dei toni più fastosi di "Indiana", e possiede alcune descrizioni di mirabile effetto (ad esempio la tempesta di neve sul finale del romanzo), e, pur in un certo ordito relativamente prevedibile, permette di gustare una storia intensa d'amore, vera effigie figurativa del romanticismo.

PAGELLA
Scorrevolezza:8
Valore artistico:7.5
Contenuti:7.5
Globale:7.5

Consigliato a:

Consiglio questo volume soprattutto a chi vuole conoscere, approfondire, esaminare, gustare il fenomeno del romanticismo francese dell'Ottocento. Un unico appunto va alla traduzione dell'opera, non sempre fluente e corretta.
Se vi è piaciuto questo libro, vi consiglio di leggere tanti altri autori del periodo. Poesie: Giacomo Leopardi (e il suo superamento del senso del romantico, ad esempio nei “Canti” e nello “Zibaldone di pensieri”), John Keats, Charles Baudelaire ("I Fiori del Male"), Arthur Rimbaud, Paul Verlaine ("Romanze senza parole"). Romanzi (non strettamente romantici): "Papà Goriot" di Honoré de Balzac, "Madame Bovary" di Gustave Flaubert, "Pierre e Jean" di Guy de Maupassant, "Ultime lettere di Jacopo Ortis" di Ugo Foscolo.
Fra le autrici più impegnate sul fronte romantico troviamo le sorelle Brontë: provate a leggere "Cime tempestose", "Jane Eyre" e "Agnes Grey".

I libri catalogati di George Sand:
Il marchese di Villemer
Indiana
Lucrezia Floriani
Tre romanzi (Indiana - Lo stagno del diavolo - Il Marchese di Villemer) (Indiana - La mare au diable - Le Marquis de Villemer)
Citazioni di George Sand:
Chopin è così debole e timido da poter v...
L'arte non è lo studio della realtà posi...
La società non deve esigere nulla da chi...
[NDR|Fryderyk Chopin] Qui,...
[NDR|Robespierre] Il più g...
Essa è un maschio, è artista, è grande,...
Bisognava conoscerla come l'ho conosciut...
George Sand. – Ho letto le prime...
George Sand non brilla né per la sua con...
[NDR|George Sand] non è st...

Scrivi un commento







Libro | Scrittore | Citazione

Aiutaci!