Aiutaci. Grazie.

Inizio > Indice Recensioni > Recensione: L'essenza del cristianesimo di Ludwig Feuerbach

"L'essenza del cristianesimo" di Ludwig Feuerbach
Titolo:L'essenza del cristianesimo
Titolo originale:Das Wesen des Christentums
Autore:Ludwig Feuerbach
Editore:Giangiacomo Feltrinelli Editore
Tipologia del supporto:Cartaceo
Anno di pubblicazione:1841
Pagine:293
Lingua:Italiano
Lingua originale dell'opera:Tedesco
Genere:Trattato
Prezzo :1500
DRM:
Recensione di:Christian Michelini
Recensione vocale: L'essenza_del_Cristianesimo.opus, 170912 bytes
:

1544 visualizzazioni

L'autore
Ludwig Feuerbach è nato in Germania, a Landshut, nel 1804. Morì a Rechenberg, nel 1872.

In origine, il suo nome era Ludwig Andreas Feuerbach.

Filosofia, religione e progresso dell'umanità sono analizzati in questo celebre saggio di Ludwig Feuerbach.

Questo trattato fece molto scalpore al tempo della sua uscita. Scritto da un uomo di natura schiva, riservata, "L'essenza del Cristianesimo" colpì l'immaginazione collettiva per la sua forte carica anticonformista, per la sua acerrima protesta contro la morale e la dogmatica pretestuosità della fede imperante in Europa. Questo libro si scaglia con forza, ma anche con precisa e puntigliosa rigorosità, contro la Chiesa Cristiana e le sue regole (secondo l'autore) svilenti e pericolose.
Ludwig Feuerbach parte individuando l'elemento antropocentrico della fede cattolica e protestante, per poi rilevare il soggettivismo dell'esperienza della preghiera e dell'entità divina; arriva a manifestare l'inconsistenza della Trinità, e l'antitesi tra fede e amore, pur se presenti entrambe nella Cristianità.
Un libro acuto, minuzioso, integro e coerente nella sua esposizione. Certo un'opera che potrà contrariare i credenti tanto quanto convincere gli agnostici. Ma se volete approfondire il perché delle vostre intime concezioni, e conoscere meglio voi stessi e la realtà circostante, anche questo libro è una importante tappa, così come le speculazioni di Sant'Agostino, "le pari" (la scommessa) pascaliana, i profondi pensieri del teologo Søren Kierkegaard (per esempio in "La malattia mortale"), e le dissertazioni chiare e perspicaci del Bertrand Russell di "Perché non sono cristiano".

PAGELLA
Scorrevolezza:5
Valore artistico:6
Contenuti:9
Globale:8

Consigliato a:

Consiglio questo libro a quanti vogliono approfondire la loro conoscenza in campo religioso e libertario. Per tutti quelli che vogliono valutare le loro opinioni, le loro idee, e loro credenze prima di decidere per la propria condotta di vita.
Se vi è piaciuto questo saggio, vi consiglio, per approfondire ulteriormente queste tematiche, i libri citati poco sopra.
Oltre a questi, poi, un mio consiglio può andare ad alcuni autori moderni che vedono la realtà con un'ottica diversa: potreste allora leggere le "Massime spirituali" di Gibran, come pure, sempre suoi, "Il profeta", "Il giardino del profeta", "Il folle" e "Gli dei della terra".
Se vi piace una qual certa filosofia New Age, potreste dare un'occhiata a Richard Bach e alle sue opere, fra cui le più famose sono "Il gabbiano Jonathan Livingston" e "Illusioni - Le avventure di un Messia riluttante".
Per approfondire invece una conoscenza filosofica tanto rigorosa quanto anticonvenzionale sulla religione, dovreste leggere Friedrich Nietzsche, ad esempio "Così parlò Zarathustra" e "Al di là del bene e del male".

I libri catalogati di Ludwig Feuerbach:
L'essenza del cristianesimo (Das Wesen des Christentums) (1841)
L'essenza della religione
Citazioni di Ludwig Feuerbach:
Un uomo è quel che mangia. [Mann ist, w...
La religione riposa sulla distinzione es...
L'essere assoluto, il Dio dell'uomo, è l...
Da quando si è fatto del sentimento l'el...
Come l'uomo pensa, quali sono i suoi pri...
La religione precede sempre la filosofia...
Il nostro compito è appunto di mostrare...
Per il cristiano è certa, reale soltanto...
Il tempio non è che una testimonianza de...
Non l'attributo di divinità, ma la divin...

Scrivi un commento







Libro | Scrittore | Citazione

Aiutaci!

Sì | No