Aiutaci. Grazie.

Inizio > Indice Recensioni > Recensione: Il terminale uomo di Michael Crichton

"Il terminale uomo" di Michael Crichton
Titolo:Il terminale uomo
Titolo originale:The Terminal Man
Autore:Michael Crichton
Editore:Garzanti
Tipologia del supporto:Cartaceo
Anno di pubblicazione:1972
Pagine:284
Lingua:Italiano
Lingua originale dell'opera:Inglese
Genere:Romanzo
Prezzo :16000
Licenza:Copyright (Diritti riservati)
DRM:
Recensione di:Christian Michelini
Recensione vocale: Il_terminale_uomo.opus, 125825 bytes
:

1031 visualizzazioni

L'autore
Michael Crichton è nato negli Stati Uniti d'America, a Chicago, nel 1942. Morì a Los Angeles, nel 2008.

Il suo nome originale è John Michael Crichton.

Per sapere qualcosa di più su Michael Crichton, potete consultare il sito web ufficiale dell'autore, disponibile a questa pagina:
http://www.michaelcrichton.com/.

Quando i computer occupavano intere stanze, Michael Crichton già pensava alla loro interazione con il cervello umano.

Questo romanzo, appartenente agli esordi letterari di Michael Crichton, è interessante, anche se manifesta evidentemente uno stile ancora acerbo da parte dell'autore. Grandi le sue competenze tecniche, in quest'opera basata sulle innovazioni mediche, e notevole anche la capacità di suscitare l'attenzione nel lettore, anche se non ai livelli altissimi cui Michael Crichton ci ha abituato nei suoi romanzi più recenti.
Tuttavia, nonostante le buone intenzioni, questo romanzo lascia un senso di incompletezza al lettore: ci si aspetta sempre qualcosa di più dalle splendide premesse, invece l'opera si svolge con chiarezza, certo, ma senza lasciare spazio ad implicazioni profonde, cui l'autore si limita solo ad accennare. Poi, arriva una conclusione decisamente in sordina, che lascia un po' con l'amaro in bocca.
Un'opera interessante, come ho detto, ma che poteva essere meglio sviluppata, ma che a suo tempo gettò le basi per la carriera letteraria dello scrittore, portandolo, sempre più, alla notorietà che gli compete oggi.

PAGELLA
Scorrevolezza:8
Valore artistico:5
Contenuti:7
Globale:7

Consigliato a:

Consiglio quest'opera a tutti gli appassionati di Michael Crichton, o a quelli che vogliono approfondire in modo romanzesco i rapporti tra mente umana e computer, che però qui vengono solo abbozzati o poco più. Se vi è piaciuto questo romanzo, e volete saperne di più sul digitale e la nostra mente, vi consiglio due saggi: "La mente nuova dell'imperatore" di Roger Penrose, che spiega con una dovizia estrema di particolari le possibilità della nostra mente e i confini del nostro sapere; e "La mente e le menti" di Daniel Clement Dennett, per approfondire i limiti e la grandezza della nostra autocoscienza.
Se volete leggere altre opere di Michael Crichton, vi consiglio molto "Jurassic Park", "Andromeda" e "Sfera".

I libri catalogati di Michael Crichton:
Andromeda (The Andromeda Strain) (1969)
Andromeda
Casi di emergenza
Ceppo Andromeda
Congo
Il mondo perduto
Il terminale uomo (The Terminal Man) (1972)
In caso di necessità
Jurassic Park (1990)
Jurassic park
L'Isola dei pirati
La grande rapina al treno (The Great Train Robbery) (1975)
La grande rapina al treno
Mangiatori di morte
Next
Preda
Punto critico (Airframe) (1996)
Rivelazioni (Disclosure) (1993)
Sfera (Sphere) (1987)
Sfera
Sol Levante (Rising Sun) (1992)
Sol Levante
Stato di paura
Timeline
Citazioni di Michael Crichton:
Gli astrofisici in genere concentrano la...
Coma profondo (1978)...

Scrivi un commento







Libro | Scrittore | Citazione
Aiutaci! Clicca qui

Donazioni BitCoin:

Aiuta ALK Libri donando Bitcoin
Sì | No