Inizio > Indice Recensioni > Recensione: Slob di Rex Miller

"Slob" di Rex Miller
Titolo:Slob
Titolo originale:Slob
Autore:Rex Miller
Editore:Phoenix
Tipologia del supporto:Cartaceo
Anno di pubblicazione:1987
Pagine:204
Lingua:Italiano
Lingua originale dell'opera:Inglese
Genere:Romanzo
Argomento:Thriller/orrore
Prezzo :22000
Licenza:Copyright (Diritti riservati)
DRM:
Recensione di:Christian Michelini
Recensione vocale:Slob.opus, 137290 bytes
:

815 visualizzazioni

L'autore
Rex Miller è nato negli Stati Uniti d'America, nel 1939. È morto nel 2004.

In origine, il suo nome era Rex Miller Spangberg.

I principali ambiti in cui Rex Miller si è impegnato sono: thriller, poliziesco.

Questo romanzo di Rex Miller narra la storia di uno dei serial killer più letali che abbiano mai calcato le strade americane.

Questo romanzo di Rex Miller narra la storia di uno dei serial killer più letali che abbiano mai calcato le strade americane.
È affascinante quest'opera, affascinante nel senso nietzschiano del termine. Sì, perché questo volume permette di dare una terrificante occhiata nel gelido abisso della psicopatologia, una lunga discesa infernale nei pensieri intimi e deviati dalle comuni esperienze, quelli di un essere che, traumatizzato da una fanciullezza piena di violenze e sevizie, e da una gioventù all'insegna della prevaricazione, dove i contenuti inconsci dei maltrattamenti sono stati rielaborati e proiettati verso il mondo esterno, pensa e ragiona solo in funzione di un suo grande obbiettivo: la vendetta, tremenda, atroce, ma soprattutto apportatrice di dolce, soave piacere.
Un'occhiata che può certo essere crudele, che può lacerare chi osserva, con tranquilla normalità, l'essenza della violenza seriale. Ma quest'opera è un libro per cuori duri, per chi non si lascia coinvolgere emotivamente nell'efferata sequenza di delitti e omicidi.
Peccato solo per il finale: dopo le buone premesse, disseminate lungo tutto il romanzo, l'epilogo risulta scontato, certo, ma soprattutto quasi tirato via, ruotando attorno ad un'idea originale ma diventando troppo frenetico e soprattutto breve, in particolare per quanto riguarda le battute finali che concludono il romanzo.

PAGELLA
Scorrevolezza:8
Valore artistico:6
Contenuti:7
Globale:7

Consigliato a:

Consiglio la lettura solo alle persone resistenti, a quelle abituate alle tematiche di un thriller che sconfina pesantemente nell'horror. Se vi è piaciuto questo romanzo di Rex Miller, vi consiglio anche di leggere il bellissimo "Misery" di Stephen King, e il buon "Intensity" di Dean Kuntz. Interessante anche dare un'occhiata a "Incubi e deliri", sempre di Stephen King, e "Gioco dannato" di Clive Barker.

I libri catalogati di Rex Miller:
Frenzy
Slob (1987)
Slob

Scrivi un commento







Libro | Scrittore | Citazione

Aiutaci!