Aiutaci. Grazie.

Inizio > Indice Recensioni > Recensione: Halo di Tom Maddox

"Halo" di Tom Maddox
Titolo:Halo
Titolo originale:Halo
Autore:Tom Maddox
Editore:Phoenix
Tipologia del supporto:Cartaceo
Anno di pubblicazione:1991
Pagine:191
Lingua:Italiano
Lingua originale dell'opera:Inglese
Genere:Romanzo
Argomento:Fantascienza - cyberpunk
Prezzo :18000
Licenza:Copyright (Diritti riservati)
DRM:
Recensione di:Christian Michelini
Recensione vocale: Halo.opus, 140226 bytes
:

1177 visualizzazioni

L'autore
Tom Maddox è nato negli Stati Uniti d'America, a Beckley, nel 1945.

Nella sua vita si è dedicato a queste aree: fantascienza, cyberpunk.

Consultate il sito ufficiale di Tom Maddox, per avere maggiori informazioni su questo autore. Il link è a questa pagina:
http://www.tommaddox.net.

Un mondo a forma di anello? Sì, non è il videogioco, ma un romanzo cyberpunk.

Tom Maddox, all'esordio con il suo primo romanzo, ci immerge in un mondo cyberpunk dalle tematiche filosofiche. L'autore infatti cerca di sondare gli oscuri meandri dell'esistenza, alla ricerca del significato della vita, soprattutto di cosa è la vita, se essa sia una serie di fattori ed eventi biologici coordinati da un apparato neurale, oppure se il concetto stesso di vita si possa estendere a tutto quanto riguarda le istanze del pensiero e dell'autocoscienza.
In questo libro il vero protagonista è Aleph, sorta di potentissima Intelligenza Artificiale che nell'arco della sua vita ha fatto il salto che l'ha portata, da meccanismo ripetitore e privo di iniziativa, a essere pensante e cosciente di sé. Ma è proprio questo sé che provoca il maggiore problema nella vita, sembra suggerirci lo scrittore, perché smarriamo il senso di collettività della specie, perdendoci in ataviche fobie e paure mai sopite.
Il cammino verso la riconciliazione con il proprio io e la propria essenza sembra essere arduo e imprescindibile dall'esperienza del dolore e della perdizione. Ma è un cammino che anche una macchina è disposta a percorrere, perché, nonostante la paura, il senso di imminente annichilimento e l'onnipresente caducità, la potenza dell'Ego sommuove gli animi e spinge la vita.
Un quadro quindi nettamente occidentale come pensiero, in completo contrasto con il collettivismo e la dispersione dell'io tipica della mentalità orientale. Questo libro, nato a quasi un secolo di distanza dalle prime avvisaglie della psicoanalisi, mostra che ancora l'interiorità del singolo è messa in discussione, e che il cammino per l'accettazione del sé, e dell'altro, è percorribile solo rinunciando innanzitutto all'Io.

PAGELLA
Scorrevolezza:7
Valore artistico:6
Contenuti:8
Globale:7

Consigliato a:

Consiglio questo romanzo a tutti gli appassionati del cyberpunk: non è un libro banale ed è senz'altro meritorio nel quadro che ci propone. Se vi è piaciuto, potreste leggere altri libri del genere, come "Software - I nuovi robot" di Rudy Rucker o "Guerrieri dell'interfaccia" di Walter Jon Williams. Ancora, date uno sguardo al padre del genere, quel Philip Kindred Dick che in "Blade Runner" e "Ubik" ci proponeva un mondo inquietante, una distopia de facto. Per approfondire il tema della coscienza e dell'autocoscienza, vi rimando alla psicoanalisi e in particolare a Freud ("Introduzione al narcisismo" e "Psicoanalisi dell'arte e della letteratura", editi dalla Newton).

I libri catalogati di Tom Maddox:
Halo (1991)

Scrivi un commento







Libro | Scrittore | Citazione
Aiutaci! Clicca qui

Donazioni BitCoin:

Aiuta ALK Libri donando Bitcoin
Sì | No