Inizio > Indice Recensioni > Recensione: Racconti di Franz Kafka

"Racconti" di Franz Kafka
Titolo:Racconti
Autore:Franz Kafka
Editore:Arnoldo Mondadori Editore
Tipologia del supporto:Cartaceo
Anno di pubblicazione:1970
Pagine:619
Lingua:Italiano
Lingua originale dell'opera:Tedesco
Genere:Raccolta di racconti
Licenza:Copyright (Diritti riservati)
DRM:
Recensione di:Christian Michelini
:

1944 visualizzazioni

L'autore
Franz Kafka è nato nella Repubblica Ceca, a Praga, nel 1883. È morto a Kierling, nel 1924.

Se volete conoscere le vette artistiche raggiunte dal grande Franz Kafka, dovreste assolutamente leggere questa raccolta! Noi vi spieghiamo perché.

Questo volume raccoglie innumerevoli racconti di questo grande scrittore. Caratterizzati da strutture e dimensioni assai differenti, sono tutti di pregevole qualità, con alcuni che svettano per valore e prestigio, definendo e spiegando meglio l'animo e le tematiche di Franz Kafka.
"La metamorfosi" è forse il racconto più conosciuto compreso in questa raccolta. Narra la storia di un modesto impiegato che un giorno si sveglia e si accorge di essersi tramutato in un immondo insetto bitorzoluto, un vero scarafaggio-umano ripugnante e abietto. In questa bellissima opera confluiscono due delle tematiche più care al grande narratore: da un lato l'alienazione e la spersonalizzazione che la società impone ai suoi membri, e che porta ad estremi di tecno-burocrazia insostenibili per l'individuo, tematica peraltro eccellentemente espressa soprattutto ne "Il processo"; dall'altro lato si evince il rapporto problematico padre-figlio, in cui il genitore assume un ruolo sia di una rigida e severa autorità, sia di dominio e monopolio schiacciante e asfissiante sull'estro, la libertà e l'intraprendenza del figlio. Ecco quindi giungere per il figlio la resa dei conti, che si concretizza in quella che viene chiamata nemesi kafkiana: il figlio, ormai soggiogato, ed anche per questo ripugnante a sé stesso, ecco che si trasmuta in un insetto, viscido, spregevole, avvilito. E, ciononostante, irriducibile pare ancora il contrasto e lo scontro figlio-padre-famiglia, arrivando alla sua risoluzione unicamente con l'annientamento totale e l'annichilazione tanto delle aspirazioni quanto dell'ego.
Comunque non è solo "La metamorfosi" a rendere questa una raccolta di grande valore: un'intera missione di artista e letterato si dispiega in questi racconti. Dalle atmosfere atroci e irreali de "Nella colonia penale", al rapporto uomo-rinuncia che sta alla base dell'escatologia de "Il digiunatore", fino a romanzi abbozzati ma che svelano già l'armonia e la grande maestria del letterato, per arrivare infine a micro-bozzetti a volte di sofferenza, a volte di epifania e conquista intellettuale.
Molte le questioni messe in gioco, dal rapporto con gli animali all'imbarbarimento dell'io, dalle relazioni interpersonali di amici e amanti, fino all'impossibilità delle relazioni e alla chiusura dell'Ego in una scorza che resiste al caloroso quanto esiziale abbraccio della società.

PAGELLA
Scorrevolezza:8
Valore artistico:9
Contenuti:9
Globale:9

Consigliato a:

Consiglio questa raccolta a quanti vogliono approfondire la conoscenza di questo grande letterato, e in particolare tutti dovrebbero leggere almeno "La metamorfosi", vera pietra miliare della problematicità dell'essere e del relazionare. Se vi è piaciuta quest'opera, vi consiglio caldamente di leggere "Il processo", incentrato sull'estraniazione dell'io in una burocrazia opprimente, e anche "America", pregevolissimo romanzo incompiuto di Franz Kafka.
Per affinità elettiva con le tematiche trattate da Franz Kafka, vi consiglio anche la narrativa di Hermann Hesse (ad esempio "Siddharta" e "Il lupo della steppa") e magari Thomas Mann, innovatore moderno ("I Buddenbrook - Decadenza di una famiglia" e "La montagna incantata"). Jack Kerouac invece si è dedicato alla risoluzione del problema vitale in un nuova armonia tipica dei figli dei fiori per esempio ne "I vagabondi del Dharma" e "Sulla strada".

Personaggi e concetti creati da Franz Kafka:
Gregor Samsa (Personaggio, dal libro La metamorfosi)
Josef K. (Personaggio, dal libro Il processo)
I libri catalogati di Franz Kafka:
America (Amerika) (1927)
Colloqui con Kafka
Diari
Il castello (Das Schloss) (1926)
Il castello
Il messaggio dell'Imperatore
Il processo (Der Prozess) (1925)
Il processo
Il silenzio delle sirene
La metamorfosi (Die Verwandlung) (1915)
La Metamorfosi E Altri Racconti
Lettera Al Padre
Lettera al padre - Quaderni in ottavo (Hochzeitsvorbereitungen auf dem Lande) (1919,2004)
Lettere (1988)
Lettere a Milena
Quaderni in ottavo
Racconti (1970)
Racconti
Undici figli
Citazioni di Franz Kafka:
Per l’artista, l’arte è una sofferenza d...
Non posso dormire. Soltanto sogni, nient...
Perché la mia sfortuna è una sfortuna in...
Il bisogno di metafisica è solo bisogno...
La disgrazia di ...
Abbiamo tra noi un nuovo avvocato, il do...
C'è molta speranza, ma nessuna per noi....
È difficile dire la verità, perché ne es...
Io l'amo eppure non le posso parlare, st...
Il poeta è sempre più piccolo e più debo...

Scrivi un commento







Libro | Scrittore | Citazione

Aiutaci!