Inizio > Indice Recensioni > Scheda: Stato di salute di Colin Andrews

"Stato di salute" di Colin Andrews
Titolo:Stato di salute
Autore:Colin Andrews
Tipologia del supporto:Digitale
Lingua:Italiano
Genere:Non definito
DRM:Non definito
Pubblicato il:2013-03-23
:

306 visualizzazioni

Autore
Colin Andrews è nato in una nazione non definita.

"Stato di salute" è un libro scritto da Colin Andrews.

Questa versione in italiano è stata stampata da un editore non definito.

Incipit del libro Stato di salute di Colin Andrews:




Stato di salute





1

«…e sai che cos’ha fatto Jimmy?»

John VanDuyne si sforzò di seguire il racconto di sua figlia, una bimba di sei anni, sul compagno più cattivo della classe. Non gli era facile, perché non riusciva a distogliere lo sguardo dal viso adirato sul televisore della cucina.

«No, Katie», le rispose. «Che cos’ha fatto?»

La bimba ingollò un cucchiaio di riso soffiato e lo masticò in fretta.

Era già quasi primavera ma il locale era buio, forse a causa del mobilio scuro. Se si fosse deciso a comprare la casa, avrebbe dovuto rendere la cucina un po’ più luminosa. Ma rimandava sempre la decisione.

Osservò la figlia mentre deglutiva, ansiosa di terminare il racconto, gli occhi lucidi per l’eccitazione.

Occhi simili ai miei, pensò. Il viso tondo, la pelle chiara e i capelli lunghi e lucidi, invece, erano quelli della madre; e sarebbe diventata minuta e aggraziata come Marnie. Ma gli occhi erano della famiglia VanDuyne.

«Be’, ha preso la matita e…» continuò la piccola, ma John udì le parole

«razzista» e «genocidio» e tornò a guardare il programma. Un membro del Congresso, un uomo di colore in quel momento molto adirato, con le guance che gli tremavano per la rabbia, stava sparando a zero contro il Presidente. John lo conosceva, o meglio, aveva sentito parlare di lui: si chiamava Floyd Jessup.

Nella mente gli passò come un lampo la definizione «democratico di New York». Fu costretto a sorridere di quel riflesso: una reazione naturale, dopo che si è vissuti a Washington per un po’.

Nessuna sorpresa, per la reazione di Jessup. Il Presidente aveva effettuato l’annuncio la sera prima e il membro del Congresso sfogava il proprio malumore nel programma Good Morning, America nemmeno ventiquattr’ore dopo. Il suo staff non aveva perso un istante.

«…e pensare che abbiamo appoggiato Thomas Winston, l’abbiamo aiutato a insediarsi alla Casa Bianca! E lui che cosa fa? Pianta un coltello nella schiena della comunità afroamericana, già oppressa!»

John si costrinse a rivolgere di nuovo la propria attenzione a Katie e scoprì di avere perso le malefatte di Jimmy Clifton. Cercò di non darlo a vedere. «Ah, davvero? Si è ficcato nei guai?»

«Certo!» esclamò Katie, annuendo rapidamente con un sorriso soddisfatto che rivelò una fessura: aveva perso il primo dentino solo una settimana prima. «È dovuto andare dalla preside, sorella Louise.»

Battista fin dalla nascita, John aveva tuttavia deciso di iscrivere Katie a un istituto cattolico, la scuola elementare Sacra Famiglia, a Bethesda, che godeva di ottima


[...]
I libri catalogati di Colin Andrews:
Ingraham
Innesto mortale
Stato di salute

Scrivi un commento







Libro | Scrittore | Citazione

Aiutaci!