Inizio > Indice Recensioni > Scheda: Il Papa definitivo di Clifford D. Simak

"Il Papa definitivo" di Clifford D. Simak
Titolo:Il Papa definitivo
Autore:Clifford D. Simak
Tipologia del supporto:Digitale
Lingua:Italiano
Genere:Non definito
DRM:Non definito
Pubblicato il:2013-03-23
:

540 visualizzazioni

L'autore
Clifford D. Simak è nato negli Stati Uniti d'America, a Millville, nel 1904. È morto a Minneapolis, nel 1988.

Il suo nome originale è Clifford Donald Simak.

Le principali aree in cui Clifford D. Simak si è impegnato sono: fantascienza.

"Il Papa definitivo" è un libro di Clifford D. Simak.

Questa edizione in italiano è edita da un editore non definito.

INFORMAZIONI EDITORIALI

Su Vatican-17, il pianeta alle frontiere della galassia chiamato appropriatamente «la fine di tutto», una società di robot e umani ha lavorato per mille anni per perfezionare una religione intesa ad abbracciare tutte le fedi esistenti. Non è certo una novità in una galassia affollata di religioni. Ma un progetto è tenuto nascosto alle orde di pellegrini che vengono accolti a Vatican-17: sensitivi umani addestrati a mandare le loro menti nello spazio e nel tempo vanno raccogliendo tutte le informazioni esistenti nel cosmo. E questi dati vengono poi immessi in un computer di infinita saggezza, conoscenza, infallibilità, il Papa definitivo. Ma ora il progetto è minacciato da una giovane giornalista sulle tracce di una storia sensazionale e, cosa ancora più sconcertante, da uno dei sensitivi che proclama di aver incontrato nelle sue fluttuazioni in dimensioni insospettate il Paradiso stesso! Questo romanzo, che segna il graditissimo debutto del grande Clifford Simak nelle collane della nostra casa editrice, è anche un eccezionale ritorno di questo celeberrimo autore ai suoi temi favoriti: il rapporto tra bene e male e l'amore di tutte le creature esistenti nell'universo, uomini, robot e alieni. Un nuovo capolavoro, delicato, pensoso, gentile, deliziosamente originale, assolutamente godibile di uno dei massimi autori della fantascienza.

Incipit del libro Il Papa definitivo di Clifford D. Simak:









PRESENTAZIONE

/**/




PRESENTAZIONE



Di Clifford Simak i lettori italiani sanno ormai tutto. Autore acclamato in tutto il mondo e amatissimo soprattutto nel nostro paese, Simak è certo uno dei massimi scrittori che la fantascienza abbia prodotto. È interessante notare a questo proposito come Simak abbia forse, in proporzione, più estimatori in Italia che non negli Stati Uniti. Ciò, a nostro avviso, è dovuto soprattutto allo sviluppo particolare della sua carriera letteraria. Simak, nato nel 1904, ha iniziato a pubblicare fantascienza nel 1931, con «The World of the Red Sun», apparso nel numero di dicembre di Wonder Stories. Purtroppo sia questa storia che le altre composte dall'autore all'inizio della sua carriera erano piuttosto mediocri. A differenza dunque di altri suoi colleghi di quel periodo, come Jack Williamson e Edmond Hamilton, non si può proprio dire che Simak fu un grande nome nella fantascienza delle riviste «pulp» degli anni trenta. Ma lentamente, gradualmente, dopo il 1938, Simak cominciò a produrre opere di maggiore sostanza e peso che apparvero nella rivista Astounding di John Campbell; racconti come «Rule 18», «Reunion on Ganimede», «Rim of the Deep» e del suo primo romanzo,Cosmic Engineers. Purtroppo il lento miglioramento stilistico di Simak venne scarsamente notato: per sua somma sfortuna in quegli anni vennero alla luce una quantità di autori eccezionali, come Robert Heinlein, Alfred Elton van Vogt, Isaac Asimov, Theodore Sturgeon, Henry Kuttner, autori che portarono all'apice del successo Astounding e dettero vita a quella che è nota come l'Età d'Oro della fantascienza.



Abbiamo così il ritratto di uno scrittore che stava ancora producendo opere ingenue e giovanili quando aveva già un 'età matura (almeno rispetto ai suoi colleghi, che a vent'anni avevano composto opere di tutto rispetto e di notevole valore letterario), e che andava migliorando mentre raggiungeva e superava la cinquantina. Fu infatti durante gli anni cinquanta che Simak divenne sul serio un grande nome della fantascienza, con la pubblicazione a puntate su «Galaxy» di Time and Again (1951) e di Ring Around the Sun (1953), e la vittoria di un International Fantasy Award per quello che viene unanimemente considerato il suo capolavoro assoluto: la serie City (1952). Successivamente ottenne un premio Hugo per il romanzo breve «The Big Front Yard» (1958).



Durante gli anni cinquanta Simak produsse un flusso continuo di ottimi racconti e romanzi brevi, tra cui spiccano «A Death in the House», «How-2», «Drop Dead», «Contraption», «Target Generation», «So Bright the Vision», «Kindergarten», «Shadow Show», «Good Night Mr. James», «Skirmish». Questo flusso cominciò poi ad affievolirsi negli anni sessanta, perché Simak cominciò a produrre romanzi ad un ritmo estremamente costante: dal 1961 ad oggi si può infatti dire che


[...]
Personaggi e concetti creati da Clifford D. Simak:
Jenkins (Personaggio, dal libro Anni senza fine)
Archie (Personaggio, dal libro Anni senza fine)
Homer (Personaggio, dal libro Anni senza fine)
Rufus (Personaggio, dal libro Anni senza fine)
webster (Concetto, dal libro Anni senza fine)
I libri catalogati di Clifford D. Simak:
Alieni e no
All'ombra di Tycho
Anni senza fine (City) (1952)
Camminavano come noi
City
Fuga dal futuro
I giorni del silenzio
I visitatori
Il cubo azzurro
Il labirinto del cosmo
Il Papa definitivo
Il pianeta di Shakespeare
Il villaggio dei fiori purpurei
Infinito
L'anello intorno al Sole
L'immaginazione al potere
L'ospite del senatore Horton
La bambola del destino
La casa dalle finestre nere
La compagnia del talismano

Scrivi un commento







Libro | Scrittore | Citazione

Aiutaci!