Inizio > Indice Recensioni > Recensione: N.P. di Banana Yoshimoto

"N.P." di Banana Yoshimoto
Titolo:N.P.
Titolo originale:N・P
Titoli alternativi:NP
Autore:Banana Yoshimoto
Editore:Giangiacomo Feltrinelli Editore
Tipologia del supporto:Cartaceo
Anno di pubblicazione:1991
Pagine:165
Lingua:Italiano
Lingua originale dell'opera:Giapponese
Genere:Romanzo
Licenza:Copyright (Diritti riservati)
DRM:
Recensione di:Christian Michelini
Recensione vocale:NP.opus, 86935 bytes
:

2087 visualizzazioni

L'autrice
Banana Yoshimoto è nata in Giappone, a Tokyo, nel 1964.

In origine, il suo nome era Nome originale Mahoko Yoshimoto, 吉本真秀子. Nella sua carriera, Banana Yoshimoto ha usato anche questi soprannomi: 吉本ばなな.

Per sapere qualcosa di più su Banana Yoshimoto, potete consultare il sito web ufficiale dell'autrice, disponibile alla seguente pagina:
http://www.yoshimotobanana.com/.

Due ragazzi, un vecchio scrittore, un misterioso racconto sono gli ingredienti di questo interessante romanzo.

N.P. è un’interessante romanzo di Banana Yoshimoto. È incentrato sulle storie di quattro giovani, fra cui il figlio e la figlia di un noto scrittore defunto, e il legame creato attorno al racconto n. 98 del padre dei due ragazzi. Le tematiche si susseguono in un ritmo misterioso ed enigmatico, dove aleggia impalpabile ed eterea l’ombra dell’opera paterna, ossessiva e frammentaria.
È un’opera dotata di un carattere oscuro, inquietante, in una dimensione onirica e sognatrice di pregevole fattura. La seconda parte del romanzo ricorda molto da vicino molti libri scritti da Philip Kindred Dick, e immagino che Banana Yoshimoto conosca e apprezzi questo grande autore fantascientifico, del quale riesce, in questo volume, a riproporre quell'impagabile senso di smarrimento e di alterazione della realtà.

PAGELLA
Scorrevolezza:8
Valore artistico:9
Contenuti:8
Globale:9

Consigliato a:

N.P. è un buon libro: se apprezzate l’autrice nipponica, dovete leggerlo per il suo carattere emblematico e anomalo. Anche se vi piacciono i libri di Philip Kindred Dick con tutta probabilità vi interesserà questo romanzo.
Se vi è piaciuto N.P., dovete assolutamente leggere gli altri grandi volumi di Banana Yoshimoto: "Amrita", "Tsugumi" e "Kitchen" in particolare.

TRAMA

Sarao Takase è uno scrittore giapponese che ha trascorso gran parte della sua vita in America e che un giorno decide di suicidarsi, lasciando così due figli gemelli (il maschio Otohiko e la femmina Saki) e il manoscritto di un libro incompiuto dal titolo N.P. (ovvero North Point, il titolo di una vecchia canzone). Il libro, secondo l'idea dell'autore, doveva essere composto da 100 racconti, ma ne vengono pubblicati solo 97, diventando ugualmente un best seller negli Stati Uniti. La giovane Kazame riesce ad entrare in possesso del 98° racconto inedito che tratta della passione erotica tra un padre e una figlia e alla cui traduzione stava lavorando il suo amante Shoji, morto pure lui suicida. Kazame incontra allora i due gemelli e scopre che Otohiko ha una relazione sentimentale con Sui (personaggio a cui sembra ruotare l'intera vicenda), figlia illegittima dello stesso Takase, nonché sua amante. Kazami scopre anche dove si trova il 99° racconto, in cui l'autore nipponico racconta la sua aspirazione alla normalità e all'eterodossia. Adesso che tutti i destini si sono incrociati come in un cerchio che finalmente si chiude, il libro può dirsi concluso perché N.P. di Banana Yoshimoto è proprio il racconto numero 100 che mancava all'appello e Takase non era riuscito a scrivere.

Incipit del libro N.P. di Banana Yoshimoto:

Quello che sapevo era che Sarao Takase, oscuro scrittore, aveva vissuto in America, e durante la sua oscura esistenza aveva scritto una serie di racconti.
Che a quarantotto anni era morto suicida.
Che dalla moglie da cui era separato aveva avuto due figli.
Che i suoi racconti, raccolti in un volume, per breve tempo furono un best-seller in America.
Il titolo del libro: N.P.
Comprende novantasette racconti. Forse per l'incostanza dell'autore, il libro non è che il suisseguirsi di storie brevissime, poco più di semplici bozzetti.
Queste cose le avevo sapute da Shōji, il mio ragazzo di un tempo. Era stato lui a ritrovare il racconto n. 98, mai pubblicato, e a tradurlo.


[...]
I libri catalogati di Banana Yoshimoto:
Amrita (1994)
Amrita
Arcobaleno
Chie-chan e io
Delfini
H/H (ハードボイルド/ハードラック | Hadoboirudu/Hadorakku) (1999)
H/H (ハードボイルド/ハードラック | Hadoboirudu/Hadorakku) (1999)
H/H
High and dry. Primo amore
Honeymoon
Il coperchio del mare
Il Corpo Sa Tutto
Kitchen (Kitchin) (1988)
Kitchen
L'abito Di Piume
L'ultima amante di Hachiko (Hachiko no saigo no koibito) (1996)
L'ultima amante di Hachiko
La Piccola Ombra
Lucertola (Tokage) (1993)
Lucertola
Citazioni di Banana Yoshimoto:
A tutti coloro che sono convinti che le...
Anche chi ama prima o poi dovrà morire....
La strada è sempre decisa, non però in s...
La separazione e la morte sono atroci. P...
Volevo dormire alla luce delle stelle. V...
Finii di leggere e ripiegai con cura la...
Quando mi innamoravo, io partivo sempre...
Era un pomeriggio sereno, senza vento, s...
"Mai più." Il sentimentalismo che queste...
Voglio assolutamente continuare a sentir...

Scrivi un commento







Libro | Scrittore | Citazione

Aiutaci!