Inizio > Indice Recensioni > Scheda: L'io E L'inconscio di Carl Gustav Jung

"L'io E L'inconscio" di Carl Gustav Jung
Titolo:L'io E L'inconscio
Autore:Carl Gustav Jung
Tipologia del supporto:Digitale
Lingua:Italiano
Genere:Non definito
DRM:Non definito
Pubblicato il:2013-03-23
:

499 visualizzazioni

L'autore
Carl Gustav Jung è nato in Svizzera, a Kesswil, nel 1875. Morì a Küsnacht, nel 1961.

Si è dedicato principalmente alle seguenti aree: psicoanalisi.

"L'io E L'inconscio" è un libro scritto da Carl Gustav Jung.

Questa versione in italiano è pubblicata da un editore non definito.

Incipit del libro L'io E L'inconscio di Carl Gustav Jung:




L’io E L’inconscio





1

INTRODUZIONE 9

L’inconscio diviene perciò per Jung il pericolo e al tempo stesso la possibilità di arricchimento dell’uomo: nel caso illustrato nei Simboli la coscienza di una giovane donna si era affacciata alla sconvolgente ampiezza e dinamicità del mondo arcaico e inconscio che ognuno reca dentro di sé In questi casi, o l’Io stabilisce dei rapporti dinamici e creatori con gli elementi dell’inconscio, trasformando e arricchendo la personalità, oppure naufraga in questi contenuti, assumendo comportamenti e modalità arcaiche, rischiando la prigionìa in un mondo di configurazioni che non domina più Certo, nei Simboli, le fantasie del soggetto studiato vengono confrontate con un ricchissimo materiale mitologico appartenente al patrimonio universale dell’umanità e viene cosí introdotta la necessità di postulare, al di là dei contenuti inconsci personali, strutture inconsce transpersonali alla base della vita psichica individuale; ma il nucleo profondo dell’opera sta già nell’implicito concetto di “individuazione” come compito dell’uomo, vale a dire un processo per cui, con operazioni complementari di differenziazione e di integrazione, la personalità si costituisce in un tutto unitario e organico, e la sfera inconscia si integra con quella della coscienza, permettendo all’individuo di attingere a una pienezza di vita altrimenti sconosciuta

E questo il nucleo più originale della dottrina junghiana, L’ipotesi cui occorre subordinare tutte le altre affinché l’edificio da lui costruito assuma ai nostri occhi ordine e significato E accaduto infatti che Jung venisse di volta in volta presentato come lo psicologo di una elaborata tipologia, oppure come l’assertore dell’inconscio collettivo, oppure ancora come un originale o discutibile interprete della vita religiosa Ma nel far così si perde di vista la struttura centrale del suo pensiero e quello che per lui ha sempre costituito il problema fondamentale dell’uomo: l’individuazione Tutto l’arco produttivo che va dai Simboli all’Io e l’inconscio può spiegarsi come successivi tentativi di giungere a una formulazione organica del problema dell’individuazione, n~ lo stesso L’Io e l’inconscio può dirsi un punto di arrivo, perché tutte le ricerche susseguenti si riportano costantemente al tema centrale che s’è indicato Nel 1921 scriveva un libro destinato ad avere fortuna presso gli psicologi d’ogni tendenza e presso il pubblico colto: Tipi psicologici.

Anche qui sembrerebbe a prima vista che Jung voglia semplicemente continuare una tradizione di descrittiva tipologica che aveva già dato buoni frutti in Germania, ma in realtà questo grosso volume non fa che riproporre, sotto il profilo del problema dei tipi psicologici, il tema fondamentale dell’individuazione.


[...]

I libri catalogati di Carl Gustav Jung:
Elementi di psicologia
L'io E L'inconscio
L'Uomo e i suoi Simboli
Citazioni di Carl Gustav Jung:
Solo sapendo di essere unici possediamo...
[NDR|Affermava di sentirsi diviso...
Distinguo quindi fra fra l'Io e il Sé, i...
La mia vita è la storia di un'autorealiz...
La nostra psiche è costituita in armonia...
La Persona è il modo in cui il soggetto...
La scarpa che sta bene ad una persona st...
La società è organizzata non tanto dalla...
Le forze eruttate dalla psiche collettiv...
Ma, nello studiare la filosofia delle Up...

Scrivi un commento







Libro | Scrittore | Citazione

Aiutaci!