Inizio > Indice Recensioni > Recensione: La cura di Hermann Hesse

"La cura" di Hermann Hesse
Titolo:La cura
Titolo originale:Kurgast, Aufzeichnungen von einer Badener Kur
Autore:Hermann Hesse
Editore:Adelphi
Tipologia del supporto:Cartaceo
Anno di pubblicazione:1925
Pagine:143
Lingua:Italiano
Lingua originale dell'opera:Tedesco
Genere:Romanzo autobiografico
Licenza:Copyright (Diritti riservati)
DRM:
Recensione di:Christian Michelini
Recensione vocale:La_cura.opus, 72342 bytes
:

2887 visualizzazioni

L'autore
Hermann Hesse nacque in Germania, a Calw, nel 1877. È morto a Montagnola, nel 1962.

Il suo nome originario è Hermann Karl Hesse. Nella sua carriera, Hermann Hesse ha usato anche questi soprannomi: Emil Sinclair.

Si è dedicato principalmente a queste aree: romanticismo.

Può un soggiorno presso una stazione termale trasformarsi in un periodo di profonda riflessione?

Questo romanzo racconta un paio di settimane di permanenza presso una stazione termale. Hermann Hesse non si limita a trattare i suoi problemi personali, ma prende spunto da questi per analizzare questioni profonde. Da vero intellettuale, ogni risvolto della sua vita assume un significato al di là dell’accadimento quotidiano. Figure odiose, simpatiche, sciatte, turbolenti si avvicendano lungo la narrazione. Tematiche profonde come il significato dell’esistenza e il valore dell’ozio, si amalgamano con questioni decisamente contingenti come il trauma del rumore indesiderato o della solitudine: tanti argomenti a stretto contatto nell’introspezione di una mente vivida, perspicace, laboriosa.
Un romanzo che è bene leggere in tranquillità, durante una pausa di riflessione, per apprezzare la calma e la pacatezza di un’attenta speculazione.

PAGELLA
Scorrevolezza:9
Valore artistico:8
Contenuti:9
Globale:8

Consigliato a:

Tutti gli appassionati di Hermann Hesse ritroveranno qui il loro grande autore. Chiunque potrebbe leggere questo libro: sereno, limpido come un cielo azzurro, gratifica il lettore di sensazioni vaste e imperscrutabili.

I libri catalogati di Hermann Hesse:
Animo infantile
Dall'India - Annotazioni, diari, poesie, considerazioni e racconti (Aus Indien) (1980)
Demian (1919)
Demian
Fantasma di mezzogiorno e altri racconti (1900-1909)
Farfalle
Gertrud (1910)
Giorni di Luglio (Heumond) (1905)
Il Coraggio Di Ogni Giorno
Il giuoco delle perle di vetro (Das Glasperlenspiel) (1943)
Il Giuoco Delle Perle Di Vetro
Il lupo della steppa (Der Steppenwolf) (1927)
Il lupo della steppa (Der Steppenwolf) (1927)
Il lupo della steppa
Il miglioratore del mondo e Emil Kolb (1928)
Il pellegrinaggio in oriente
Il piacere dell'ozio
Il vagabondo
Klein e Wagner (Klein und Wagner) (1919)
Knulp - Klein e Wagner - L'ultima estate di Klingsor
Citazioni di Hermann Hesse:
Perciò mi sembra che si debba coltivare...
"Si sopravvaluta il sensibile, se si pen...
Il buon umore è sempre allegria da impic...
Come la pazzia, in un certo senso elevat...
Anche un orologio fermo segna l'ora gius...
Arte significa: dentro a ogni cosa mostr...
Chi ha un forte senso individualistico d...
Della sua vita non c'è altro da racconta...
Destino e carattere sono due nomi del me...
[Riguardo a "...

Scrivi un commento







Libro | Scrittore | Citazione

Aiutaci!