Inizio > Indice Recensioni > Recensione: I sei giorni del Condor - L'ombra del Condor di James Grady

"I sei giorni del Condor - L'ombra del Condor" di James Grady
Titolo:I sei giorni del Condor - L'ombra del Condor
Titolo originale:Six Days of the Condor - Shadow of the Condor
Autore:James Grady
Editore:Rizzoli
Tipologia del supporto:Cartaceo
Anno di pubblicazione:1974, 1975
Pagine:455
Lingua:Italiano
Lingua originale dell'opera:Inglese
Genere:2 romanzi
Argomento:Spionaggio
Licenza:Copyright (Diritti riservati)
DRM:
Recensione di:Christian Michelini
:

1965 visualizzazioni

L'autore
James Grady è nato negli Stati Uniti d'America, a Shelby (Montana), nel 1949.

Ecco i principali ambiti in cui James Grady si è impegnato: thriller, spionaggio.

Consultate il sito ufficiale di James Grady, per avere maggiori informazioni su questo autore. Il link è a questa pagina:
http://www.jamesgrady.net/.

Perché il libro si intitola "I sei giorni del Condor", mentre il film di giorni ne ha solo tre? Be', questo libro è più lungo e complesso del film...

Questi due romanzi, e in particolare il primo, hanno fatto grande scalpore alla loro uscita, tanto che ne è stata fatta anche una trasposizione cinematografica, con attore protagonista Robert Redford. Una storia decisamente avvincente, in una realizzazione piena di patos e coinvolgimento, che si dipana lungo l'arco di sei giorni effettivi di inseguimenti e scoperte affascinanti.
Il secondo romanzo non riesce a mantenere tutta l'azione e la bellezza del primo, ma è solo una naturale estensione, in chiave diversa, delle vicende de "I sei giorni del Condor".
Chi vuole leggere un romanzo di spionaggio che sia ambientato nell'era precedente alla grande rivoluzione digitale, troverà in queste opere pane per i suoi denti, e rimarrà affascinato dalla minuziosa ricostruzione dell'epoca analogica delle comunicazioni.

PAGELLA
Scorrevolezza:8
Valore artistico:6
Contenuti:6
Globale:7

Consigliato a:

Consiglio questi romanzi di James Grady agli appassionati di libri d'azione di annata, che rimarranno sicuramente colpiti dalla vividezza e precisione degli ambienti. Se vi è piaciuta quest'opera, vi consiglio altri libri sul genere, come, ad esempio, la saga del "Ninja" di Eric Van Lustbader, o, sempre di quest'ultimo, "Quattro pezzi di giada".

Incipit del libro I sei giorni del Condor - L'ombra del Condor di James Grady:

Mercoledì

Alle spalle della Biblioteca de Congresso, a quattro isolati di distanza, appena passate la Southeast A e la Quarta Strada (il primo portone dopo l'angolo), c'è una casa di tre piani con decorazioni in stucco bianco. Confusa fra gli altri edifici della città, potrebbe passare inosservata se non fosse per il colore. Il suo bianco splendente spicca fra le tinteggiature sbiadite delle altre case, rosse, grigie, verdi, e talvolta anche bianche, Inoltre, la bassa cancellata di ferro nero e il praticello ben tosato conferiscono all'edificio un'aria di tranquilla dignità che manca alle altre case. Eppure poche persone la notano. Per quelli che abitano nella zona, l'edificio è ormai amalgamato in un paesaggio familiare.


[...]
I libri catalogati di James Grady:
Colpo di rasoio
I sei giorni del Condor (Six Days of the Condor) (1974)
I sei giorni del Condor
I sei giorni del Condor - L'ombra del Condor (Six Days of the Condor - Shadow of the Condor) (1974, 1975)
L'Ombra del Condor
La notte dell'avvoltoio

Scrivi un commento







Libro | Scrittore | Citazione

Aiutaci!