Inizio > Indice Recensioni > Scheda: Il Figlio Del Dio Del Tuono di Arto Paasilinna

"Il Figlio Del Dio Del Tuono" di Arto Paasilinna
Titolo:Il Figlio Del Dio Del Tuono
Autore:Arto Paasilinna
Tipologia del supporto:Digitale
Lingua:Italiano
Genere:Non definito
DRM:Non definito
Pubblicato il:2013-03-23
:

200 visualizzazioni

Autore
Arto Paasilinna è nato in una nazione non definita, a Kittilä, nel 1942.

"Il Figlio Del Dio Del Tuono" è un libro scritto da Arto Paasilinna.

Questa versione in italiano è stata stampata da un editore non definito.

Incipit del libro Il Figlio Del Dio Del Tuono di Arto Paasilinna:




Il Figlio Del Dio Del Tuono




Arto Paasilinna

IL FIGLIO DEL DIO DEL TUONO

Introduzione di Fabrizio Carbone.

Titolo originale: Ukkosenjumalan poika”.

(Prima edizione WSOY, Helsinki, 1984).

Traduzione dal finlandese di Ernesto Boella.

Pubblicato con il contributo per la traduzione del Suomalaisen Kirjallisuuden Seuraa di Helsinki.

Copyright 1984, Arto Paasilinna.

Copyright 1998, IPERBOREA S.r.l., Milano.

Su concessione Iperborea.

L’OPINIONE DELL’EDITORE.

Un tempo, quando il mondo era abitato solo dai Finnici, il dio del Tuono, re del Firmamento, signore delle Acque e della Terra regnava, con il suo pantheon di divinità specializzate, su tutti gli esseri viventi. Ed era cosa buona. Ma i tempi cambiano e i Finnici, che come il loro cielo e i loro dèi “non sono ormai che un’infima parte di questo gigantesco cosmo”, hanno abbandonato la fede ancestrale, lasciandosi fuorviare da religioni straniere e falsi idoli. Costernati dalla scoperta che alle soglie del Duernila non hanno più che cinquecento seguaci, gli dèi dell’Olimpo finnico decidono di giocare la loro ultima carta per riconvertire la Finlandia alla vera fede, seguendo l’esempio di successo del cristianesimo: inviare sulla terra Rutja, il figlio del dio del Tuono, ma, per abbreviare i tempi, sarà scambiando sembiante con un mortale adulto che avverra l’incarnazione.

Per i lettori di Paasilinna basta un simile inizio per intuire quali strampalate e folli avventure seguiranno e quale subbuglio suscitera a Helsinki e dintorni l’arrivo, a cavallo di un fulmine, nientemeno che di un dio nel ruolo di ingenuo Candide che, dopo il vagabondo Vatanen e la sua lepre, il gangster Oiva nel suo bosco e il mugnaio pazzo nel tranquillo villaggio lappone, viene a trovarsi alle prese con le idiosincrasie e le ipocrisie di una moderna società dei consumi.

Accanto alla consueta vis comica riversata negli indimenticabili personaggi, primo fra tutti Sampsa, l’agricoltore-antiquario nelle cui vesti Rutja compie il suo apprendistato umano, la sua ciabattante sorella Anelma e l’amica Sirkka, l’acida signora Moisander e la conturbante Helina Suvaskorpi, esattrice del fisco convertita a prima fervente discepola, Paasilinna rivela una stupefacente capacità di muoversi a suo agio nel mondo della mitologia quanto in quello dei media, della pubblicità, della politica (con quanta dantesca soddisfazione ne manda a Horna, l’inferno finnico, noti rappesentanti!) tra le pagine del “Kalevala” come tra quelle del Vangelo, per scagliare le frecce del suo ironico riso su una società troppo ricca per accontentarsi di moltiplicazioni di pani e


[...]
I libri catalogati di Arto Paasilinna:
I segreti della dolce Linnea
Il Bosco Delle Volpi
Il Figlio Del Dio Del Tuono
Il Mugnaio Urlante
L'allegra apocalisse
L'anno della lepre
Lo smemorato di Tapiola
Piccoli Suicidi tra Amici
Prigionieri del Paradiso

Scrivi un commento







Libro | Scrittore | Citazione

Aiutaci!