Aiutaci. Grazie.

Inizio > Indice Recensioni > Scheda: Trattato dei governi di Aristotele

"Trattato dei governi" di Aristotele
Titolo:Trattato dei governi
Autore:Aristotele
Editore:Liber Liber
Tipologia del supporto:Digitale
Lingua:Italiano
Lingua originale dell'opera:Greco antico
Genere:Trattato
Argomento:Politica
Licenza:Pubblico dominio
DRM:No
eBook:Leggi l'eBook
Pubblicato il:2013-03-23
:

920 visualizzazioni

Aggiungi ebook alla tua biblioteca
L'autore
Aristotele è nato nell'Antica Grecia, a Stagira, nel 384 a.C. o 383 a.C.. È morto a Calcide, nel 322 a.C..

Il suo nome originario è Ἀριστοτέλης.

Nella sua vita si è dedicato a queste aree: filosofia.

"Trattato dei governi" è un libro scritto da Aristotele.

Questa versione in italiano è edita da un editore non definito.

Incipit del libro Trattato dei governi di Aristotele:




Trattato dei governi





PREFAZIONE

 

 

 

Presentare ai lettori della Classica un libro di Aristotele come questo dei Governi, tradotto da Bernardo Segni con un cenno biografico dell’A. sarebbe quasi un far torto alla loro coltura. Chi non ha inteso parlare dello Stagirita e della influenza immensa ch’ebbe il suo pensiero su un lungo periodo storico? Quando il vandalismo dei barbari che invasero l’Europa divelse alle radici ogni traccia di cultura, quando, in nome della fede, la civiltà pagana fu condannata e con essa caddero nell’oblìo le lettere le arti, la scienza e la filosofia dei Greci, Aristotele non attese a lungo nella tomba il giorno della risurrezione; più fortunata del suo maestro Platone – che i mistici del cristianesimo primitivo avevano salvo dal naufragio – rizzò la testa pensosa a dettar regole a quella stessa Chiesa che l’aveva rejetto. Egli divenne magna pars della Scolastica, che è come dire della filosofia ufficiale del medioevo, e la sua influenza, la sua «autorità», contro la quale dovettero sorgere più tardi in nome del libero esame gli atleti della rinascenza, durò rispettata per parecchî secoli.

Noi non ci fermeremo a fare una esposizione neppure succinta delle idee filosofiche di Aristotele, che sono d’altra parte sufficientemente note, oltre che agli studiosi delle sue opere, a tutti quanti conoscono la storia della filosofia.

Contro l’idealismo aprioristico di Platone – derivazione, io credo, indiretta, per quanto sublimata e trasformata del pensiero pitagorico – Aristotele rappresenta l’indirizzo, diremo così, empirico, sperimentale del pensatore che ha piena coscienza di quella che il razionalismo moderno chiamò la relatività della cognizione umana.

Le categorie aristoteliche – sopravviventi fin si può dire a jeri nel bagaglio filosofico dei Kant, dei Schelling, dei Fichte, ecc. – non hanno nulla di comune con le idee di Platone… Creatore della logica, lo Stagirita considera le categorie come forme imprescindibili dell’umano pensiero, come il substrato e la condizione sine qua non del giudizio. Non sono, come le idee platoniche, qualche cosa fuori dell’ente umano, di astratto, di campato al di là del tempo e dello spazio. Sono, in altre parole, gli elementi, i mezzi coi quali e pei quali l’uomo conosce, ragiona, conclude…

Nella concezione platonica le idee sono veri enti, anzi sono i soli veramente ed assolutamente esistenti. Per Platone le idee esistono come qualcosa di sostanziato, in sè, mentre gli oggetti esteriori, il mondo sensibile non ne sono che le ombre passeggiere, le imagini, le copie… La


[...]
I libri catalogati di Aristotele:
Etica Nicomachea (Ἠθικὰ Νικομάχεια) (IV secolo a.C.)
Fisica
La rettorica (Τέχνη ῥητορική) (IV secolo a.C.)
Metafisica (Μετά τα φυσικά) (IV secolo a.C.)
Politica
Trattato dei governi
Citazioni di Aristotele:
Chiunque può arrabbiarsi, è facile... ma...
L’eccellente diventa il permanente....
Chi pensa sia necessario filosofare deve...
Chi si accinge a diventare un buon capo...
Contro chi solleva delle obiezioni a pro...
E alcuni affermano che l'anima è mescola...
E sembra che anche Talete – secondo quan...
Esercitare liberamente il proprio ingegn...
Essere irragionevoli è un diritto umano....
Gli inferiori si ribellano per ottenere...
Il proverbio è un avanzo dell'antica fil...
In tutte le realtà naturali v'è qualcosa...
La cultura è un ornamento nella buona so...
La dignità non consiste nel possedere on...
La sfortuna rivela quelli che non sono e...
Le radici della cultura sono amare, ma i...
Lo scopo del lavoro è quello di guadagna...
Lo studio è la migliore previdenza per l...
Nel concepire un ideale possiamo presume...
Non bisogna dunque porre ad un qualsiasi...
Non esiste grande genio senza una dose d...
Non s'ha da cerc...
Non si deve nutrire un infantile disgust...
Non si potrà mai dimostrare una proposiz...
Quale vantaggio hanno i bugiardi? Che qu...
Pensate da uomini saggi, ma parlate come...
Prima bisogna vivere, e dopo si può filo...
Riguardo alle esigenze della poesia, bis...
Sedendo e riposando, l'anima diventa sap...
Senza amici nessuno sceglierebbe di vive...
Un tutto è ciò che è ha principio e mezz...
Gli Ateniesi hanno inventato il frumento...
Gli uomini colti sono superiori agli inc...
La bellezza è il dono di Dio....
La bellezza è la miglior lettera di racc...
La gratitudine è un sentimento che invec...
La speranza è un sogno ad occhi aperti....
Tra corpo e anima vige un rapporto mater...
Uno stato è governato meglio da un uomo...
Platone è mio amico, ma la verità è anco...
Noi diciamo dunque che è più perfetto il...
Come nelle Olimpiadi sono incoronati non...
La giustizia è la virtù più efficace, e...
Le virtù noi le acquistiamo se prima ci...
È cosa propria di ciascuno e facile l'ad...
Non è possibile essere virtuosi senza la...
L'errore avviene in molti modi (infatti...
Sembra che il millantatore sia uno che s...
Della verecondia non conviene parlare co...
Sarebbe assurdo [...] se qualcuno credes...
Facciamo guerra per essere poi in pace....
Il non risentirsi delle offese è da uomo...
Non è possibile o non è facile mutare co...
Il quarto ragionamento [NDR|di Zen...
Secondo è l'argomento [NDR|di Zeno...
Terzo è questo argomento [NDR|di Z...
Gli uomini, sia nel nostro tempo sia dap...
Chiamiamo libero un uomo che vive per sé...
Sembra adunque che questi filosofi ...
Noi reputiamo di sapere, solo quando sia...
Se, pertanto, Dio è sempre in quello sta...
Se, in effetti, ci fosse un movimento av...
Dei primi filosofi, i più hanno pensato...
È il valore dell'oggetto proprio della c...
Grazie all'esperienza progrediscono la s...
I cosiddetti pitagorici, che furono i pr...
I vecchi sono due volte bambini....
Il tutto è maggiore della somma delle su...
Le scienze matematiche in particolare mo...
Non conosciamo il vero se non conosciamo...
Se Dio esiste dobbiamo riconoscerlo nell...
Tutti gli uomini per natura tendono al s...
Il motivo per cui tutti dicono che anche...
L'uomo per natura è un essere socievole....
La natura [...] non fa niente senza scop...
È schiavo per natura chi può appartenere...
Nessuno si fa tiranno per ripararsi dal...
Neppure le leggi scritte è bene lasciare...
La comunità statale migliore è quella fo...
Le rivoluzioni dunque non riguardano pic...
Base della costituzione democratica è la...
La legge è ordine e, di necessità, la bu...
[NDR|Talete] [...] siccome...
Chi è incapace di vivere in società, o n...
È nella natura del desiderio di non pote...
È impossibile che una cosa sia o divenga...
I mali congiungono gli uomini. (I, 1362b...
L'abitudine diventa qualcosa di innato....
Aristotele era talmente bravo nel suo me...
Aristotile con molto senno incomincia da...
Aristotile, doppo haver ne gli otto libr...
Ci si immagina Platone e Aristotele tutt...
Nell'era dell'informazione, non si inseg...
O Dio, che crudeltà, che non compose...
Per vivere soli bisogna essere o un anim...
Poi ch'innalzai un poco più le ciglia...
Quando nella sua Poetica, Aristot...
Socrate è il filosofo: Aristotele profes...
Venga dunque alla sbarra Aristotele, il...

Scrivi un commento







Libro | Scrittore | Citazione
Aiutaci! Clicca qui

Donazioni BitCoin:

Aiuta ALK Libri donando Bitcoin
Sì | No