Inizio > Indice Recensioni > Scheda: Al Dio sconosciuto di John Ernst Steinbeck

"Al Dio sconosciuto" di John Ernst Steinbeck
Titolo:Al Dio sconosciuto
Titolo originale:To a God Unknown
Autore:John Ernst Steinbeck
Editore:Arnoldo Mondadori Editore
Tipologia del supporto:Cartaceo
Anno di pubblicazione:1933
Pagine:232
Lingua:Italiano
Lingua originale dell'opera:Inglese
Genere:Romanzo
Licenza:Copyright (Diritti riservati)
DRM:
:

1541 visualizzazioni

L'autore
John Ernst Steinbeck nacque negli Stati Uniti d'America, a Salinas, nel 1902. Morì a New York, nel 1968.

Il suo nome originale è John Ernst Steinbeck, Jr..

"Al Dio sconosciuto" (col titolo originale: To a God Unknown) è un romanzo scritto da John Ernst Steinbeck, per la prima volta pubblicato nel 1933 in inglese.

Questa edizione in italiano è stata pubblicata da Arnoldo Mondadori Editore (232 pagg.).

PAGELLA
Scorrevolezza:7
Valore artistico:8
Contenuti:7
Globale:7

TRAMA

È la storia di Joseph Wayne, un agricoltore che lascia il Vermont per stabilirsi in California. Sposa una ragazza di Monterey, Elizabeth e dopo il matrimonio scopre in fattoria che suo fratello Benjy è stato accoltellato. Scopre quindi che l'assassino è Juanito, la cui moglie era stata sedotta da Benjy, spesso ubriaco. Incontratolo di notte sulla montagna Juanito chiede a Joseph di vendicare il fratello e di ucciderlo. Ma Joseph si rifiuta e l'altro si allontana isolandosi nel proprio senso di colpa.

Più tardi Elizabeth ha un figlio. Burton, altro fratello di Joseph, devoto cristiano, parla a tarda notte con un albero. Quando poco dopo una festa decide di andarsene, Joseph scopre che ha stretto l'albero in una morsa per ucciderlo. La vita diventa più difficile per la siccità.

Un giorno, durante una visita ai campi, Elizabeth scivola sul muschio e cade rompendosi il collo e morendo sul colpo. Gli eventi rendono Joseph un uomo duro, in rapporto conflittuale con Dio. Eppure sa che deve lavorare. Torna Juanito e lo convince ad andare dal sacerdote in città, ma questo si rifiuta di pregare per la pioggia, dicendo che la sua preoccupazione è la salvezza delle anime umane.

Tornato alla sorgente secca del torrente, Joseph si taglia i polsi, come per sacrificarsi a qualche misterioso potere superiore. Difatti mentre muore, si sente la pioggia che comincia a cadere.

Trama tratta da Wikipedia

Incipit del libro Al Dio sconosciuto di John Ernst Steinbeck:

Il raccolto era stato posto al sicuro, la legna fatta a pezzi a terra, quando un tardo pomeriggio, nella fattoria dei Wayne vicino a Pittsford, Joseph Wayne andò presso alla poltrona bergére di fronte al camino e si mise davanti a suo padre. I due uomini si rassomigliavano. Entrambi avevano un grande naso e alti zigomi massicci, i loro volti sembravano composti di qualche sostanza più dura a resistere della carne, una sostanza silicea che non potesse mutare facilmente. La barba di Joseph era nera e serica, ancora abbastanza rada per svelare il contorno incerto del mento. La barba del vecchio era bianca e lunga. La brancicava qua e là con dita esploratrici e ne rivolgeva le ciocche all'interno come per preservarle.


[...]
I libri catalogati di John Ernst Steinbeck:
Al Dio sconosciuto (To a God Unknown) (1933)
Furore (The Grapes of Wrath) (1939)
L'inverno del nostro scontento (The Winter of Our Discontent) (1961)
La battaglia (In dubious battle) (1936)
La luna è tramontata (The Moon is Down) (1942)
La perla (The Pearl) (1947)
La valle dell'Eden (East of Eden) (1952)
Uomini e topi (Of Mice and Men) (1937)
Vicolo Cannery (Cannery Row) (1946)
Citazioni di John Ernst Steinbeck:
(Edizione Mondadori, pag. 280) Nelle co...
La professione di scrivere libri fa appa...

Scrivi un commento







Libro | Scrittore | Citazione

Aiutaci!