Aiutaci. Grazie.

Inizio > Indice Recensioni > Recensione: Il romanzo di Excalibur - Il tradimento di Bernard Cornwell

"Il romanzo di Excalibur - Il tradimento" di Bernard Cornwell
Titolo:Il romanzo di Excalibur - Il tradimento
Titolo originale:Excalibur
Autore:Bernard Cornwell
Editore:Arnoldo Mondadori Editore
Collana editoriale:I Faraoni
Tipologia del supporto:Cartaceo
Anno di pubblicazione:1997
Pagine:356
Lingua:Italiano
Lingua originale dell'opera:Inglese
Genere:Romanzo
Argomento:Ricostruzione storica
Traduttore:G.L. Staffilano e Riccardo Valla
Prezzo :16900
Codice ISBN:9788804528777
Licenza:Copyright (Diritti riservati)
DRM:
Recensione di:Christian Michelini
:

1252 visualizzazioni

L'autore
Bernard Cornwell è nato nel Regno Unito, a Londra, nel 1944.

Le principali aree in cui Bernard Cornwell si è impegnato sono: romanzi storici, romanzi d'avventura.

Per sapere qualcosa di più su Bernard Cornwell, potete consultare il sito web ufficiale dell'autore, disponibile a questa pagina:
http://www.bernardcornwell.net/.

Se Artù, Lancillotto, Merlino e Morgana vi hanno sempre affascinato, è ora di esplorare le loro vicende in un'ottica nuova e più aderente alla realtà storica.

Quando mi sono accostato a questa serie composta da cinque romanzi, avevo l’idea che fosse una saga spiccatamente commerciale, ma in questo mi sbagliavo. Per quanto non dotato di ricercatezza espressiva, ne stilistica, è una saga fantasy che riesce decisamente a coinvolgere il lettore, ad appassionarlo, a stuzzicarne l’interesse. Pregevoli le descrizioni delle battaglie, personaggi discretamente caratterizzati e un intero mondo leggendario riproposto con l’attenzione ma anche la critica moderna.
E infatti si parla di Artù, del mago Merlino, di Morgana e di tutti i personaggi che costituiscono l’epica nordica con una caratterizzazione più umana, intima, dove la grandezza del mito viene contemperata con l’umanità della semplice persona quale personaggio storico.
Alcune tematiche sono attuali, come l’affresco che viene fatto del cristianesimo dei primordi o l’analisi dei miti e delle credenze celtiche e sassoni.
Una saga ben realizzata, scorrevole e di facile lettura. Certo il valore artistico non è il suo forte, ma l’attenzione che riesce a suscitare le permette di svincolarsi dal degradante ruolo di serie prettamente commerciale.

PAGELLA
Scorrevolezza:9
Valore artistico:5
Contenuti:7
Globale:7

Consigliato a:

Questi libri usano un linguaggio accessibile a chiunque e di facile approccio. Se vi piacciono i miti anglosassoni questa serie è pane per i vostri denti, tenendo conto delle concessioni narrative che si è preso l’autore. Se apprezzate i libri fantasy, o siete rimasti affascinati da “Le nebbie di Avalon” di Marion Zimmer Bradley, questi cinque romanzi potranno stimolare il vostro interesse adeguatamente. Se poi proprio non sopportate le storie di fantasia, o semi-epiche, potrete comunque gustarvi gli spassosi intrecci di amori e guerre che pervadono la narrazione.

I cinque romanzi:
Volume 1: Il Re d'inverno
Volume 2: Il cuore di Derfel
Volume 3: La torre in fiamme
Volume 4: Il tradimento
Volume 5: La spada perduta

Incipit del libro Il romanzo di Excalibur - Il tradimento di Bernard Cornwell:

Parte prima

I misteri di Iside

1


La Dumnonia, quell'estate, era come un gigantesco tavoliere da gioco: Lancillotto aveva gettato bene i suoi dadi e con il primo lancio aveva conquistato gran parte della posta. Aveva dovuto consegnare ai sassoni la Valle del Tamigi, ma il resto del paese era suo, grazie ai cristiani che avevano combattuto ciecamente per lui perché avevano visto sul suo scudo il simbolo della loro religione: l'immagine del pesce.
Non mi pareva che Lancillotto fosse più cristiano di quanto non lo fosse stato Mordred, ma i missionari di Sansum avevano diffuso in lungo e in largo il loro insidioso messaggio e, almeno per quanto riguardava i poveri cristiani ingannati del nostro regno, Lancillotto era l'araldo di Cristo.
Tuttavia, Lancillotto non aveva vinto su tutta la linea. Il piano per uccidere Artù era fallito e, finché Artù era in vita, Lancillotto era in pericolo. Perciò, l'indomani del mio arrivo a Glevum, cercò di eliminare ogni possibile competitore. Cercò di ottenere una vittoria completa.
Inviò un cavaliere con lo scudo voltato al contrario e con un ramo di vischio legato alla punta della lancia. L'uomo era latore di un messaggio, in cui si convocava Artù al Monte di Ceinach, un'antica fortezza di terra battuta a poche miglia da Glevum.
Artù venga al forte di Ceinach oggi stesso, con quanti soldati desidera. La sua incolumità è garantita, parola di re ci comunicò il cavaliere. Lassù gli verranno date notizie di Ginevra.
Il tono imperioso del messaggio invitava quasi a rifiutare, ma le ultime parole, con il loro accenno a Ginevra, convinsero Artù a uscire da Glevum. Credo che Lancillotto avesse puntato proprio su quello.


[...]
I libri catalogati di Bernard Cornwell:
Assalto Alla Fortezza
Cacciatore E Preda
Figlia della tempesta
I Fucilieri Di Sharpe
I re del nord
Il Cavaliere Nero
Il Filo Della Spada
Il re d'inverno
Il romanzo di Excalibur - Il cuore di Derfel (Enemy of God) (1996)
Il romanzo di Excalibur - Il Re d'inverno (The Winter King) (1995)
Il romanzo di Excalibur - Il tradimento (Excalibur) (1997)
Il romanzo di Excalibur - La spada perduta (Excalibur) (1997)
Il romanzo di Excalibur - La torre in fiamme (Enemy of God) (1996)
L'Arciere Del Re
L'eroe di Trafalgar
L'oro di Sharpe
L'ultimo re
La Sfida Della Tigre
La Spada E Il Calice
Le Aquile Di Sharpe
Nemico di Dio
Sharpe All'Attacco
Territorio Nemico
Un cavaliere e il suo re

Scrivi un commento







Libro | Scrittore | Citazione

Aiutaci!
Donazioni BitCoin:
132vG2BSxxG5FLGWpVRe8t9FsW2iiCSNqg
Aiuta ALK Libri donando Bitcoin

Sì | No