Ti diamo tanti contenuti. Senza pubblicità. Senza spiarti. Dai una mano. Grazie.

Home > Indice Recensioni > Recensione: L'assommoir - L'ammazzatoio di Émile Zola

"L'assommoir - L'ammazzatoio" di Émile Zola
Titolo: L'assommoir - L'ammazzatoio
Titolo originale: L'Assommoir
Autore: Émile Zola
Editore: Rizzoli
Tipologia del supporto: Cartaceo
Anno di pubblicazione: 1877
Pagine: 473
Lingua: Italiano
Lingua originale dell'opera: Francese
Genere: Romanzo
Argomento: Naturalismo
DRM:
Recensione di: Christian Michelini
Recensione vocale: L'assommoir.opus, 139787 bytes
:

4586 visualizzazioni

L'autore
Émile Zola è nato in Francia, a Parigi, nel 1840. È morto a Parigi, nel 1902.

Il suo nome originale è Émile François Zola.

Si è dedicato principalmente ai seguenti ambiti: naturalismo.

L'alcolismo alla massima potenza distruttiva.

Questo splendido romanzo di Émile Zola analizza, con rara maestria, uno dei grandi problemi della società passata e contemporanea: l'alcolismo, la sua dipendenza, la sua aberrazione, che vengono qui minuziosamente trattati, in un contesto storico e sociale di lotta per la ricchezza e il benessere.
Una famiglia povera che tenta la scalata nella società è quella che ci viene presentata dall'autore. Almeno questo è quanto viene narrato fino al capitolo centrale del romanzo, quello del pranzo celebrativo che i protagonisti tengono nella loro abitazione, attorniati da ospiti e vicini, ma che risulta essere il vero turning point dell'opera: in seguito a questo luculliano pasto tutto inizia a degenerare, in un'escalation di insuccesso intimo e sociale dei personaggi.
Si giunge senza soluzione di continuità ad un epilogo di grandissima intensità emotiva e narrativa, dove è descritta sapientemente l'intima abiezione che l'alcol, portato all'eccesso, causa nell'uomo. Un crescendo strepitoso fa da cornice a una scorrevolezza magistrale, mentre il romanzo si avvia con agilità alla conclusione.
Una delle migliori opere di Émile Zola, seconda a mio avviso solo al celebre "Germinale".

PAGELLA
Scorrevolezza: 8
Valore artistico: 9
Contenuti: 9
Globale: 9

Consigliato a:

Questo romanzo fa parte della grande narrativa dell'Ottocento, è un passo fondamentale nell'evoluzione del naturalismo e della letteratura in generale. Se non vi spaventano le letture d'annata, questo romanzo è imperdibile.
Chi lo ha apprezzato potrebbe leggere anche le altre opere di Émile Zola (alcune di difficile reperimento in italiano). In particolare ci si può orientare su "Germinale", "Nanà" e "La bestia umana".
Altra opera indicata può essere il pregevolissimo "Madame Bovary" di Gustave Flaubert.
Se vi piace il naturalismo, apprezzerete forse anche il corrispettivo italiano di questa corrente, quel verismo che vide in Giovanni Verga con "I Malavoglia" il maggiore interprete.

Incipit del libro L'assommoir - L'ammazzatoio di Émile Zola:

Grevaise aveva aspettato alla finestra Lantier fino alle due del mattino. Poi, tremante di freddo, per essere rimasta, in camicia, esposta all'aria della notte, si era assopita, buttata di traverso sul letto, febbricitante, con le guance bagnate di lacrime. Da otto giorni, quando uscivano dal «Veau à deux têtes», dove abitualmente cenavano, lui la spediva a casa a dormire, insieme ai bambini, per ricomparire soltanto a tarda notte, dicendo che era andato a cercare lavoro. Quella sera, mentre ne spiava il ritorno, le era parso di vederlo entrare al ballo del Gran-Balcon, le cui dieci finestre, vividamente illuminate, gettavano un bagliore d'incendio sui bui viali della circonvallazione esterna.


[...]
Audiolibri di: Émile Zola
Nuove storielle a Ninetta
Raccolta di racconti
Audiolibro della raccolta di racconti "Nuove storielle a Ninetta" di Émile Zola.
I libri catalogati di Émile Zola:
Al paradiso delle signore (Au bonheur des dames) (1882)
Germinale (Germinal) (1885)
Il denaro (L'argent) (1891)
Il paradiso delle signore
Il ventre di Parigi (Le ventre de Paris) (1873)
Il ventre di Parigi
L'Assommoir
L'assommoir - L'ammazzatoio (L'Assommoir) (1877)
L'opera (L'oeuvre) (1893)
La bestia umana (La bête humaine) (1890)
La conquista di Plassans (La conquête de Plassans) (1874)
La Conquista Di Plassans
La cuccagna (La curée) (1871)
La disfatta (La Débàcle) (1892)
La fortuna dei Rougon (La Fortune des Rougon) (1871)
La fortuna dei Rougon
La Fortune des Rougon (1871)
Nanà (Nana) (1880)
Nuove storielle - A Ninetta
Nuove storielle a Ninetta (Nouveaux contes à Ninon) (1874)
Roma
Son Excellence Eugène Rougon (1876)
Teresa Raquin
Thérèse Raquin (1867)
Citazioni di Émile Zola:
Fino a tanto che avrete qualche cosa di... [leggi]
Il compito più alto di un uomo è sottrar... [leggi]
La scienza ha promesso la felicità? Non... [leggi]
Un'opera d'arte è un angolo della creazi... [leggi]
Ha mostrato come il mondo può essere bel... [leggi]
Fra un centinaio di anni le storie della... [leggi]
Ho una sola passione, quella della luce... [leggi]
La civiltà non raggiungerà la perfezione... [leggi]
La verità è in cammino e niente la potrà... [leggi]
Le mie notti sarebbero un solo incubo al... [leggi]
Questa verità, questa giustizia che abbi... [leggi]
La verginità è sorella degli angeli, è i... [leggi]
La morte è più potente dell'amore. È una... [leggi]
Il mondo è pieno di brava gente. Quando... [leggi]
Quando non si lavora, gli arnesi se ne s... [leggi]
È così bello vivere, e la vita è così do... [leggi]
La felicità per noi poveretti sta solo n... [leggi]
Incipit di "... [leggi]
Incipit de "... [leggi]
Incipit de "... [leggi]
Fino a tanto che avrete qualche cosa di... [leggi]
Il compito più alto di un uomo è sottrar... [leggi]
Io accuso. Titolo di una let... [leggi]
La scienza ha promesso la felicità? Non... [leggi]
La verità è in cammino e niente la potrà... [leggi]
Un'opera d'arte è un angolo della creazi... [leggi]
[NDR|Su Johann Strauss jr]... [leggi]
[NDR|A Maheu] Quando non s... [leggi]
Aumentare il salario, che forse si può?... [leggi]
I soli piaceri che restavano [NDR|... [leggi]
– Pane! pane! pane! – Pane! come se bast... [leggi]
La folla: una forza cieca che continuame... [leggi]
La verginità è sorella degli angeli, è i... [leggi]
La morte è più potente dell'amore. È una... [leggi]
Il mondo è pieno di brava gente. Quando... [leggi]
La morte è più forte dell'amore, è una s... [leggi]
Quando non si lavora, gli arnesi se ne s... [leggi]
Il mondo è pieno di brave persone! Quand... [leggi]
È così bello vivere, e la vita è così do... [leggi]
La felicità per noi poveretti sta solo n... [leggi]
La mente è un prodotto di predisposizion... [leggi]
Zola con la sua audacia ha destato il fa... [leggi]

Scrivi un commento







Libro | Scrittore | Citazione
Aiutaci! Clicca qui

Donazioni BitCoin:

Aiuta ALK Libri donando Bitcoin
Sì | No