Inizio > Indice Recensioni > Scheda: L'adolescente di Fëdor Michajlovič Dostoevskij

"L'adolescente" di Fëdor Michajlovič Dostoevskij
Titolo:L'adolescente
Titolo originale:Подросток
Autore:Fëdor Michajlovič Dostoevskij
Editore:Garzanti
Tipologia del supporto:Cartaceo
Anno di pubblicazione:1875
Pagine:340
Lingua:Italiano
Lingua originale dell'opera:Russo
Genere:Romanzo
DRM:
:

2129 visualizzazioni

L'autore
Fëdor Michajlovič Dostoevskij è nato nella Federazione Russa, a Mosca, nel 1821. È morto a San Pietroburgo, nel 1881.

Il suo nome originale è Фёдор Михайлович Достоевский. Durante la sua carriera, Fëdor Michajlovič Dostoevskij ha usato anche i seguenti soprannomi: Teodoro Dostojevski, Fyodor Mikhaylovich Dostoyevsky, Fiódor Mikhailovich Dostoiévski.

Nella sua vita si è dedicato a queste aree: realismo russo.

Trama, tratta da Wikipedia

Il "nostro eroe" (come lo chiama l'autore), o protagonista della storia è il consigliere titolare Jakov Petrovič Goljadkin, di cui è descritto passo dopo passo il degrado psicologico, fino al raggiungimento della follia vera e propria.

Jakov Petrovič è innamorato della figlia del proprio superiore, Klara Olsuf'evna; dopo essere stato vergognosamente cacciato da una festa presso il palazzo di lei, incontra una curiosa figura che non solo gli somiglia in maniera impressionante, ma porta anche il suo stesso nome, oltre ad aver vissuto la sua stessa storia e provenire dal suo stesso paese. Egli lo segue in ogni luogo, ed è presente specialmente nelle situazioni più goffe e imbarazzanti: col suo sorriso beffardo e le sue battute pungenti non esita a umiliare ulteriormente il protagonista della storia.

Questo Goljadkin minore, come lo chiama l'autore, si rivelerà infatti un vero e proprio antagonista del Goljadkin maggiore: lo metterà in ridicolo davanti a tutti i colleghi e otterrà la fiducia delle persone più autorevoli della società pietroburghese, a discapito del "nostro eroe", che nel patetico tentativo di salvaguardare la propria dignità e mettere in cattiva luce il suo nemico, perderà ogni briciolo di considerazione da parte di tutti.

Il racconto termina allorché Jakov Petrovič è attirato con l'inganno ad una festa, dove in realtà lo attende il medico Rutenspitz per portarlo in un istituto d'igiene mentale: il sosia del signor Goljadkin si rivela essere una mera proiezione di determinati aspetti della coscienza di questi.

Incipit del libro L'adolescente di Fëdor Michajlovič Dostoevskij:

Non ho resistito e mi sono messo a scrivere questa storia dei miei primi passi nell'arena della vita, anche se avrei potuto farne a meno. Di certo so una cosa sola: non mi metterò mai più a scrivere la mia autobiografia, nemmeno dovessi campare cent'anni. Bisogna essere troppo bassamente innamorati di sé per scrivere senza vergogna della propria persona. La mia sola scusante è che non scrivo per il motivo per cui tutti di solito lo fanno, cioè per le lodi del lettore. Se a un tratto mi è saltato in mente di scrivere parola per parola tutto ciò che mi è accaduto dall'anno scorso a questa parte è stato a causa di un'esigenza interiore: a tal punto mi ha colpito tutto ciò che è avvenuto.


[...]
Personaggi e concetti creati da Fëdor Michajlovič Dostoevskij:
Sof'ja Semënovna Marmeladova (Personaggio, dal libro Delitto e castigo)
Porfirij Petrovič (Personaggio, dal libro Delitto e castigo)
Rodion Romanovič Raskol'nikov (Personaggio, dal libro Delitto e castigo)
Avdotja Romanovna Raskolnikova (Personaggio, dal libro Delitto e castigo)
Audiolibri di:Fëdor Michajlovič Dostoevskij
Il sogno di un uomo ridicolo
Racconto
Audiolibro del racconto "Il sogno di un uomo ridicolo" di Fëdor Michajlovič Dostoevskij.
I libri catalogati di Fëdor Michajlovič Dostoevskij:
Delitto e castigo (Преступление и наказание) (1866)
Delitto e castigo
I demoni (Бесы) (1870-72)
I demoni
I fratelli Karamàzov (Братья Карамазовы) (1879-80)
I fratelli Karamàzov (Братья Карамазовы) (1879)
I fratelli Karamazov
Il giocatore (Игрок) (1866)
Il giocatore
Il sogno di un uomo ridicolo (Сон смешного человека) (1877)
Il sosia (Двойник) (1846)
L'adolescente (Подросток) (1875)
L'adolescente
L'eterno marito (Вечный муж) (1870)
L'idiota (Идиот) (1869)
L'idiota
Le notti bianche (Белые ночи) (1848)
Memorie dal sottosuolo
Memorie del sottosuolo (Записки из подполья) (1864)
Povera gente (Бедные люди) (1846)
Citazioni di Fëdor Michajlovič Dostoevskij:
Il cuore d’una donna lo conosce solo il...
Se mi fu data la coscienza che io esisto...
Io non posso continuare a vivere, quando...
Per raggiungere la perfezione bisogna co...
Noi abbassiamo la provvidenza quando, no...
E se non volete degnarmi della vostra at...
L’esser troppo consapevoli è una malatti...
Quando ogni uomo avrà raggiunto la felic...
Era una notte meravigliosa, una di quell...
Un attimo di vera beatitudine! È forse p...

Scrivi un commento







Libro | Scrittore | Citazione

Aiutaci!