Aiutaci. Grazie.

Inizio > Indice Recensioni > Scheda: Maggie, ragazza di strada di Stephen Crane

"Maggie, ragazza di strada" di Stephen Crane
Titolo:Maggie, ragazza di strada
Titolo originale:Maggie, A Girl of the Streets
Autore:Stephen Crane
Editore:Newton Compton
Collana editoriale:100 pagine 1000 lire
Tipologia del supporto:Cartaceo
Anno di pubblicazione:1893
Pagine:88
Lingua:Italiano
Lingua originale dell'opera:Inglese
Genere:Romanzo breve
Prezzo :1000
DRM:
:

720 visualizzazioni

L'autore
Stephen Crane nacque negli Stati Uniti d'America, a Newark, New Jersey, nel 1871. È morto a Badenweiler, nel 1900.

Trama, tratta da Wikipedia

Il racconto inizia con Jimmie, a questo punto un ragazzo, che cerca tutto da solo di opporsi ad una banda di ragazzi provenienti da un quartiere avversario. L'intervento di Pete lo salva dal peggio e così fa ritorno a casa dalla sorella Maggie, dal fratellino Tommie, dal padre violento e ubriaco e dalla madre Mary Johnson. I genitori sono soliti terrorizzare i loro figli fino a ridurli tremanti in un angolo. Gli anni passano, il padre e Tommie muoiono, Jimmie, invece, diventa un giovane beffardo, aggressivo e cinico. Egli ottiene un lavoro come camionista. Maggie, a sua volta, inizia a lavorare come camiciaia, ma tutti i tentativi di migliorare la sua vita vengono vanificati dalle sfuriate della mamma ubriaca. Maggie inizia a frequentare l'amico di Jimmie Pete che fa il barista e si comporta come un bravo ragazzo accompagnandola a vedere musei e spettacoli. Una sera Jimmie e la madre Mary accusano Maggie di essersi messa su di una cattiva strada. Jimmie corre al bar e si azzuffa con Pete (malgrado pure lui abbia rovinato le sorelle di altri ragazzi). Mentre i vicini continuano a parlar male di Maggie, Jimmie e la madre decidono di dar man forte alle dicerie invece di difendere la ragazza. In seguito, Nellie, una "donna brillante e sfrontata" convince Pete a lasciare Maggie, che ella definisce come "una cosetta scialba e apatica." Una volta abbandonata da Pete, Maggie cerca di rientrare dai suoi, ma viene respinta da sua madre e insultata dai coinquilini. In una scena successiva, una prostituta, è sottinteso che sia Maggie, si aggira per le strade, dirigendosi verso quartieri sempre più malfamati finché giunge al fiume seguita dalla figura squallida e grottesca di un uomo. Nella scena successiva si vede Pete in un bar, che beve in compagnia di sei donne alla moda "brillanti e provocanti." Egli se ne va, dopo di che una delle donne, forse Nellie, si prende i suoi soldi. Nell'ultimo capitolo, Jimmie dice alla madre che Maggie è morta. La madre, ironicamente, esclama, mentre i vicini la confortano, "La perdonerò!".

I libri catalogati di Stephen Crane:
Il segno rosso del coraggio (The Red Badge of Courage) (1895)
Il segno rosso del coraggio
Maggie, ragazza di strada (Maggie, A Girl of the Streets) (1893)
Citazioni di Stephen Crane:
Qualcuno aveva acceso la luna e l'aveva...
[...] le colline si curvavano nere e mis...
Desiderò vagamente di girare intorno a q...
Stavano per vedere la guerra, la bestia...
Una volta gli sembrò d'aver deciso che e...
Era sorprendente che la natura avesse co...
Un altro aveva già sulla faccia la grigi...
Mentre avanzava pareva sempre che cercas...
A quanto pareva, tutti quelli che incont...
Qualcuno aveva acceso la luna e l'aveva...
...le colline si curvavano nere e mister...
Desiderò vagamente di girare intorno a q...
Stavano per vedere la guerra, la bestia...
Una volta gli sembrò d'aver deciso che e...
Era sorprendente che la natura avesse co...
Un altro aveva già sulla faccia la grigi...
Mentre avanzava pareva sempre che cercas...
A quanto pareva, tutti quelli che incont...

Scrivi un commento







Libro | Scrittore | Citazione

Aiutaci!
Donazioni BitCoin:
132vG2BSxxG5FLGWpVRe8t9FsW2iiCSNqg
Aiuta ALK Libri donando Bitcoin

Sì | No