Inizio > Indice Recensioni > Scheda: Una vita di Italo Svevo

"Una vita" di Italo Svevo
Titolo:Una vita
Titolo originale:Una vita
Autore:Italo Svevo
Editore:Newton Compton
Tipologia del supporto:Cartaceo
Anno di pubblicazione:1892
Pagine:355
Lingua:Italiano
Lingua originale dell'opera:Italiano
Genere:Romanzo
Prezzo :3900
Licenza:Pubblico dominio
DRM:
:

2029 visualizzazioni

L'autore
Italo Svevo è nato in Italia, a Trieste, nel 1861. Morì a Motta di Livenza, nel 1928.

Il suo nome originario è Aron Hector Schmitz, adattato in italiano come Ettore Schmitz.

Trama, tratta da Wikipedia

Alfonso Nitti, giovane intellettuale con aspirazioni letterarie, lascia il paese natale, dove vive con la madre, e si trasferisce a Trieste, trovando un avvilente impiego come bancario.

Un giorno viene invitato a casa del banchiere Maller, e qui conosce Macario, un giovane sicuro di sé con cui Alfonso fa amicizia, e Annetta, figlia di Maller, anch'ella interessata alla letteratura, con la quale Alfonso inizia una relazione. Sul punto di sposarla però, fugge, così da poter cambiare vita, e torna al paese d'origine, dove la madre, già gravemente malata, muore.

Alfonso torna quindi a Trieste, e decide di vivere una vita di contemplazione, lontano dalle passioni. Tuttavia, alla scoperta che Annetta si è fidanzata con Macario, Alfonso si sente ferito e cerca in tutti i modi di ritornare alla situazione precedente, ma non solo fallisce in questo proposito, bensì riesce persino ad aggravare ulteriormente la situazione. Quando, in seguito all'ennesimo equivoco con la famiglia Maller, si trova a dover sfidare a duello il fratello di Annetta, sceglie di suicidarsi e di porre così fine alla sua vita di disadattato.

Incipit del libro Una vita di Italo Svevo:

"Mamma mia,
"Iersera, appena, ricevetti la tua buona e bella lettera.
"Non dubitarne, per me il tuo grande carattere non ha segreti; anche quando non so decifrare una parola, comprendo o mi pare di comprendere ciò che tu volesti facendo camminare a quel modo la penna. Rileggo molte volte le tue lettere; tanto semplici, tanto buone, somigliano a te; sono tue fotografie.
"Amo la carta persino sulla quale tu scrivi! La riconosco, è quella che spaccia il vecchio Creglingi, e, vedendola, ricordo la strada principale del nostro paesello, tortuosa ma linda. Mi ritrovo là ove s'allarga in una piazza nel cui mezzo sta la casa del Creglingi, bassa e piccola, col tetto in forma di cappello calabrese, tutta un solo buco, la bottega!


[...]
Audiolibri di:Italo Svevo
Corto viaggio sentimentale
Romanzo incompiuto
Audiolibro del romanzo "Corto viaggio sentimentale" di Italo Svevo.
La novella del buon vecchio e della bella fanciulla
Racconto
Audiolibro dell'opera "La novella del buon vecchio e della bella fanciulla" di Italo Svevo.
Vino generoso
Racconto
Audiolibro del racconto "Vino generoso" di Italo Svevo.
I libri catalogati di Italo Svevo:
Argo e il suo padrone
Commedie
Corto viaggio sentimentale (1949)
Corto viaggio sentimentale
I Racconti
L'assassinio di via Belpoggio (1890)
L'assassinio di via Belpoggio
La coscienza di Zeno (1923)
La coscienza di Zeno
La novella del buon vecchio e della bella fanciulla (1926)
La Novella Del Buon Vecchio e Della Bella Fanciulla
Senilità (1898)
Senilità
Una burla riuscita (1926)
Una Burla Riuscita
Una vita (1892)
Una vita
Vino generoso (1926)
Citazioni di Italo Svevo:
Non c’è unanimità più perfetta dell’unan...
A una data età nessuno di noi è quello a...
Fuori della penna non c'è salvezza....
Io quando guardo una montagna aspetto se...
L'immaginazione è una vera avventura. Gu...
La descrizione della vita, una grande pa...
La morte è l'ammirevole liquidazione del...
La mutilazione per cui la vita perdette...
Le cose che si muovono potrebbero muover...
Le donne sono sempre povere di parole pr...

Scrivi un commento







Libro | Scrittore | Citazione

Aiutaci!