Aiutaci. Grazie.

Inizio > Indice Recensioni > Scheda: Il Dio della Luna di Abel Wakaam

"Il Dio della Luna" di Abel Wakaam
Titolo:Il Dio della Luna
Autore:Abel Wakaam
Tipologia del supporto:Digitale
Lingua:Italiano
Genere:Non definito
DRM:Non definito
Pubblicato il:2013-03-23
:

621 visualizzazioni

Autore
Abel Wakaam è nato in una nazione non definita.

"Il Dio della Luna" è un libro scritto da Abel Wakaam.

Questa versione in italiano è stata stampata da un editore non definito.

Incipit del libro Il Dio della Luna di Abel Wakaam:




index







Il Dio della Luna


Un romanzo di Abel Wakaam






Il crepuscolo li accolse all'imbocco della baia di Mahajamba.


La grande nave accostò lentamente alla riva tra i fischi del nostromo che seguiva con attenzione i marinai a terra, impegnati a tirare con forza le ruvide cime. Attese che il grosso scafo si appoggiasse goffamente al pontile, scricchiolando nel suo fasciame impregnato di pece, e diede ordine che spingessero sul molo la passerella incrostata di salsedine, liberando i passeggeri dalla loro forzata prigionia.


- Potete scendere, - gridò, battendo col frustino sulla gomena arrotolata ai suoi piedi - il vostro viaggio è arrivato al capolinea.


Forse era finito per i pescatori di gamberi, giunti da Mombasa con un sacco di juta sulla spalla, o per i mercanti di Zanzibar che impartivano nervosamente i loro ordini in swahili, voltandosi per controllare che venissero prontamente eseguiti. Non lo era certamente per Sophie ed il suo enorme baule di cuoio ed ottone, ingombrante compagno con cui aveva attraversato l'Africa intera.


Dentro c'era il suo piccolo mondo di provincia, quell'angolo di Bretagna che aveva dovuto lasciare in tutta fretta per non finire soffocata dalla gente.



A nulla era servito cercare scampo nella tranquilla Algeri, troppo vicina alla madre patria per non risentire degli echi che provenivano dalla sponda opposta del Mediterraneo.


Fu così che accettò di intraprendere quel viaggio carico di speranza che l'avrebbe portata oltre il canale di Suez, fino a raggiungere le incontaminate foreste del Madagascar.


Ora le era rimasto l'ultimo tratto da percorrere, il più breve ma anche il più selvaggio, il più pericoloso, fino alla grande diga che aveva cambiato il volto del fiume Mangarahara.


Era il posto più lontano in cui le era stato offerto un lavoro, il suo lavoro, e lei che amava l'insegnamento più della propria vita, aveva immediatamente accettato.


Ora sedeva compita sopra il coperchio ammaccato della cassa, in mano stringeva l'agenda rossa in cui aveva annotato ogni appunto, e si guardava in giro roteando il capo con circospezione, sperando di veder apparire da un momento all'altro il battello che l'avrebbe accompagnata lungo il corso del fiume.


Accanto a lei un gruppo di donne ed una nidiata di bambini. Per quanto non stessero fermi un istante, costituivano l'unica fonte di tranquillità all'avvicinarsi della notte. Un battito di ciglia e gli ultimi sprazzi di luce vennero sommersi dalla grande ombra, un immenso mantello nero che offuscò i contorni della


[...]
I libri catalogati di Abel Wakaam:
Arcano
Cuba Libre
Debacle
Il Dio della Luna
La schiava
Thunder, eco solenne d'un tuono africano
Velvet

Scrivi un commento







Libro | Scrittore | Citazione
Aiutaci! Clicca qui

Donazioni BitCoin:

Aiuta ALK Libri donando Bitcoin
Sì | No