Aiutaci. Grazie.

Inizio > Indice Recensioni > Scheda: Debacle di Abel Wakaam

"Debacle" di Abel Wakaam
Titolo:Debacle
Autore:Abel Wakaam
Tipologia del supporto:Digitale
Lingua:Italiano
Genere:Non definito
DRM:Non definito
Pubblicato il:2013-03-23
:

632 visualizzazioni

Autore
Abel Wakaam è nato in una nazione non definita.

"Debacle" è un libro scritto da Abel Wakaam.

Questa versione in italiano è stata stampata da un editore non definito.

Incipit del libro Debacle di Abel Wakaam:




Debacle





Debacle

Fondotinta, un rossetto, un mazzo di chiavi, quattro banconote da 50 Euro, due da venti, una da dieci e una manciata di monetine… confusione insomma, come nella borsetta di tutte le signore, e non trovai niente che potesse servirmi come indizio, nulla che spiegasse quella piccola bugia.

Non era stata a teatro, almeno non quella sera. Probabilmente la trama se l’era fatta spiegare da qualcuno che aveva già visto lo spettacolo, oppure aveva letto una recensione su qualche rivista, no… non era stata a teatro, e se mi aveva mentito, lo aveva fatto per nascondermi qualcosa di importante.

L’agendina era un’accozzaglia di ghirigori incomprensibili, mezzi numeri, mezze parole, mezze frasi, frammenti di tutto che, messi insieme, non coincidevano nel puzzle, lasciandomi a brancolare nel buio. Traffico telefonico regolare, l’estratto conto della carta di credito anche… non c’era un solo dettaglio fuori posto, eppure aveva un segreto. Una donna di trentacinque anni con un segreto è pericolosa come una tigre in mezzo al guado, non sai mai da quale parte ha intenzione di andare, ed è logico supporre che non starà a mollo per sempre.

Per giorni e giorni continuai a ripetermelo sino alla noia: - …non è andata a teatro. - e non avevo il coraggio di chiederle e di chiedermi dove si fosse cacciata quella sera. Una prima risposta arrivò a fine mese insieme alla distinta del telepass. C’era una registrazione che coincideva perfettamente, un’andata e ritorno da un casello che conoscevo bene perché lo percorrevamo insieme tutti i fine settimana per raggiungere il nostro cottage in montagna.

Per quale motivo era andata da sola laggiù, ed era davvero da sola?

Nel frattempo le sue uscite serali si erano moltiplicate e, stupidamente, ero stato proprio io a spingerla a frequentare qualche amica per distoglierla dalla monotonia quotidiana, fatta di corse tra casa e ufficio senza un hobby in cui scaricare la tensione. E così si era fatta una tessera che prevedeva un percorso culturale tra musei e teatri, trascinandosi appresso quell’oca giuliva di Betty, che dopo due settimane aveva dato forfait. Arianna invece non si era persa d’animo e, vincendo la sua proverbiale timidezza, era riuscita a tenersi in contatto con le altre signore del gruppo, specialmente con Bianca… di cui diceva un gran bene. Dunque era probabile che fosse lei l’unica in grado di sapere cosa fosse successo quella fantomatica sera. Cercai di convincerla ad invitarla per cena, ma avvertii immediatamente uno scarso entusiasmo alla mia idea.

Nei giorni che seguirono, notai un cambiamento nel suo modo di vestire. Era molto più curata, attenta ai particolari, ed i suoi acquisti alla boutique di Sandro aumentarono di conseguenza. Quasi tutte le sue


[...]
I libri catalogati di Abel Wakaam:
Arcano
Cuba Libre
Debacle
Il Dio della Luna
La schiava
Thunder, eco solenne d'un tuono africano
Velvet

Scrivi un commento







Libro | Scrittore | Citazione

Aiutaci!
Donazioni BitCoin:
132vG2BSxxG5FLGWpVRe8t9FsW2iiCSNqg
Aiuta ALK Libri donando Bitcoin

Sì | No